B1 B: La Chromavis Abo chiude il 2019 con una lunga trasferta friulana

    Nella foto di Alessandro Soragna, coach Dino Guadalupi (Chromavis Abo)

    OFFANENGO – Ultimo match dell’anno solare e scontro diretto in chiave-zona play off. Sono tre punti pesanti gli ultimi targati 2019 in palio domenica alle 18 a Maniago (Pordenone), dove la Chromavis Abo sfiderà le padrone di casa targate Pav Udine nella sfida della decima giornata d’andata del girone B di B1 femminile, l’ultima prima della sosta natalizia.

    In classifica, Offanengo è quarto a quota 19 punti in compagnia della Duetti Giorgione e insidia le due squadre udinesi, sopra di una lunghezza. La formazione allenata da Dino Guadalupi arriva all’appuntamento con il morale alto, frutto di quattro vittorie consecutive senza perdere set che progressivamente hanno permesso alle neroverdi cremasche di migliorare la propria graduatoria.

    “Mi auguravo – spiega coach Guadalupi – di svolgere una settimana di lavoro intenso e completo e questo è effettivamente avvenuto. Abbiamo sostanzialmente recuperato le piccole problematiche fisiche che avevano condizionato il lavoro nelle ultime settimane, con unica eccezione per la giovane palleggiatrice Elena Cicoria, ancora costretta ad allenarsi a parte. Abbiamo avuto  una buona settimana per intensità e qualità con l’aggiunta dell’amichevole di mercoledì con il Club Italia, test veramente proficuo facendo vedere cose estremamente positive sui nostri progressi e affrontando una formazione con parametri fisici differenti dai nostri”. Quindi aggiunge. “Forti della settimana svolta e dal trend di risultati positivi, arriviamo pronti per affrontare questa partita che sulla carta si presenta molto tosta. Studiando gli avversari, anche a livello statistico (che ora inizia a essere significativo dopo nove partite giocate), risultano due squadre vicine in senso generale e considerando fasi di gioco e fondamentali. Inoltre, la Pav ha giocatrici di indubbia esperienza non solo in categoria, ma anche in A, due centrali complementari tra loro e diverse alternative ben mixate in panchina. Mi sembra una delle squadre più complete e meglio costruite e non a caso sta facendo un percorso importante”.

    “Ci aspettiamo – conclude Guadalupi – una partita di livello, cercheremo di esprimere la miglior pallavolo possibile e proveremo a far risultato, che sarebbe un’ulteriore iniezione di fiducia anche per sfruttare al meglio la pausa natalizia che ci permetterà di progredire ulteriormente dal punto di vista tecnico e fisico”.

    L’AVVERSARIO – La Pav Udine è allenata da Pasqualino Leone e in classifica condivide la piazza d’onore con l’altra formazione udinese, la Gtn Volleybas, a quota 20 punti, insidiata al quarto posto dal tandem composto dalla Duetti Giorgione e dalla stessa Chromavis Abo, appaiato a -1.

    “Fin qui – spiega Leone  – siamo andati secondo le aspettative; puntiamo a disputare una buona stagione, siamo in zona play off e ce la giocheremo fino alla fine in un girone molto equilibrato, dove non c’è l’ammazza-campionato per ora e dove c’è molta lotta anche per secondo e terzo posto. Prima di iniziare la stagione, vedevo Offanengo tra le favorite in assoluto per la promozione diretta e la vedo tutt’ora così. I quattro 3-0 consecutivi dimostrano che la squadra ha iniziato a macinare e sappiamo come la continuità sia un fattore importante. E’ una squadra che ha ottima stabilità in attacco, potendo contare su bocche da fuoco non indifferenti, alcune anche che possono entrare dalla panchina. Inoltre, è una formazione molto quadrata”. Quindi aggiunge. “Per quanto ci riguarda, mi piacerebbe sempre esprimere un bel gioco, ma non è sempre possibile, soprattutto in questo momento della stagione con la palleggiatrice titolare Valeria Pesce fuori causa: stiamo adattando un po’ il gioco alle caratteristiche della sua vice Carlotta Simoncini (lo scorso anno a Garlasco, ndc). Mi auguro sia una partita combattuta e abbiamo preparato bene questo match, che giocheremo davanti al nostro pubblico: cercheremo di sfruttare alcune nostre qualità e provare al contempo a limitare quelle di Offanengo, perché ritengo che annullarle sia impossibile”. La stessa Pesce (classe 1988, anche una stagione in A2 a San Vito dei Normanni nella stagione 2009-2010) è una degli elementi di esperienza della squadra friulana. Serie A che ha conosciuto anche la schiacciatrice Erica Giacomel, nella stagione 2015-2016 in A2 a Settimo Torinese e punto di riferimento nel reparto laterale unitamente all’opposta Monica Gobbi, lo scorso anno promossa in A2 con Macerata.

    Sostieni Volleyball.it