B1f. B: La Chromavis Abo vuole continuare a far rombare il motore contro l’Argentario Progetto Vollei

    Nella foto di Alessandro Soragna, il gruppo della Chromavis Abo

    OFFANENGO – Continuare a tenere alti i giri di un motore che recentemente sta rombando e proseguire il cammino di crescita del gioco, nelle ultime giornate confermato anche da un tris di risultati positivi. Non si vuole fermare la Chromavis Abo, attesa domenica dal match di B1 femminile al PalaCoim (inizio alle 18) contro le giovani trentine dell’Argentario Progetto Vollei. Le ospiti di turno cercheranno punti importanti in chiave salvezza, mentre Offanengo – reduce dal 3-0 nel derby di Ostiano e da tre vittorie consecutive senza perdere set – vuole continuare la rincorsa verso le primissime posizioni. Attualmente, le neroverdi cremasche condividono il quarto posto con San Donà e Giorgione, a -2 dalla zona play off e a quattro lunghezze dalla vetta in una classifica ancora molto corta nel girone B.

    “Il nostro obiettivo – spiega coach Dino Guadalupi – è quello di continuare a crescere  e migliorare, anche nell’interpretazione delle gare e di avversari diversi, cosa che stiamo facendo anche analizzando gli aspetti legati alla più recente partita di Ostiano. Argentario è una squadra giovane, un po’ tipo Imoco San Donà, che imposta il gioco rapido in banda. In questo tipo di partite ci si trova di fronte a situazioni poco riproducibili in allenamento e occorre sapersi adattare un po’ in partita. Il gioco delle trentine non è di certo inferiore alle altre squadre e in attacco, pur essendo una squadra giovane, non sbaglia, quindi altri aspetti possono incidere sulla partita, in particolar modo la qualità del primo tocco. Dovremo essere ordinati e non sprecare quando abbiamo la palla a disposizione, cosa che è un po’ successa contro Ostiano. Serviranno anche lucidità e la capacità di far pesare l’esperienza”. “In settimana – conclude Guadalupi – alcuni acciacchi hanno colpito la centrale Padula e la giovane palleggiatrice Cicoria. L’opposta Stroppa (assente nelle ultime due partite, ndc) invece è tornata progressivamente a disposizione”.

    L’AVVERSARIO – L’Argentario Progetto Vollei occupa la quart’ultima posizione a quota 9 punti, ma a una sola lunghezza dalla zona salvezza. A guidare una formazione di forte stampo giovanile è un tecnico di grande esperienza come il marchigiano Maurizio Moretti, che vanta anche panchine in A2 con Jesi, Tortoreto, Fabriano e Castelfidardo e  in A1, come secondo ad Ancona e come primo a Forlì. Inoltre, con la nazionale italiana ha festeggiato l’oro europeo e il bronzo mondiale 1995 con la pre-juniores oltre al bronzo con la stessa formazione nel 2009. L’Argentario arriverà a Offanengo con la voglia di riscatto dopo il ko di sabato scorso contro la Duetti Giorgione (0-3) e con il desiderio di centrare la prima vittoria esterna, dato che lontano dal campo amico è arrivato solo un punto (tie break perso a Vicenza).

    “Siamo una squadra prevalentemente under 18 – spiega Moretti – con alcuni elementi più esperti, anche perché sarebbe complicato viceversa in B1 e anche perché ritengo molto utile la loro presenza per la crescita quotidiana delle ragazze più giovani. Siamo ancora in una fase transitoria, ci sono stati diversi infortuni e indisposizioni e pian piano cerchiamo di prendere il ritmo e il passo giusto con il 6+1 titolare. Nel corso della stagione possiamo migliorare; i nostri obiettivi sono in primis la crescita, poi il miglior posizionamento possibile in classifica, sapendo che è dura anche la salvezza in un campionato estremamente equilibrato”. Quindi aggiunge. “Offanengo è una squadra che onestamente conosco poco, pur sapendo il percorso che ha fatto anche nella scorsa stagione e conoscendo vari elementi come per esempio Stroppa, Cortelazzo, Guasti e Porzio. Il nostro obiettivo è cercare di trovare l’equilibrio tra punti fatti ed errori”.

    Sostieni Volleyball.it