B1f. B: La Chromavis Abo vuole il bis a Vicenza

    Nella foto di Alessandro Soragna, coach Dino Guadalupi (Chromavis Abo)

    OFFANENGO – Missione-continuità per la Chromavis Abo, di scena domani (sabato) alle 20,30 al palasport di Vicenza ospite dell’Anthea nella terza giornata del campionato di B1 femminile (girone B). Per la squadra di Offanengo, la trasferta veneta sarà la prima delle due partite consecutive esterne (l’altra il 10 novembre a Castelfranco Veneto contro la Duetti Giorgione) e rappresenta un nuovo braccio di ferro tra le due formazioni, già in lotta pallavolistica nella scorsa stagione nei play off.

    Le neroverdi cremasche arrivano all’appuntamento reduci dalla prima vittoria stagionale, centrata domenica scorsa al PalaCoim grazie al 3-1 contro il Nardi Volta Mantovana al termine di una buona prestazione davanti al pubblico amico, subito numeroso e caloroso come da tradizione. Il match di Vicenza rappresenterà l’occasione per inseguire il successo numero due dell’annata pallavolistica e il primo lontano da Offanengo. Inoltre, la partita vedrà il ritorno in panchina di coach Dino Guadalupi, che ha scontato le due giornate di squalifica subite al termine della scorsa stagione in A2 a Baronissi.

    “Vicenza – spiega il tecnico brindisino della Chromavis Abo – è un avversario difficile da inquadrare, non sappiamo benissimo quale formazione ci troveremo di fronte, anche se è un aspetto abbastanza normale nelle prime partite di campionato. Complice qualche infortunio, l’Anthea ha giocato con assetti diversi, soprattutto alternando in posto due e in banda. Per il resto, ci sono punti fermi che rappresentano anche riferimenti importanti, come il libero D’Ambros, la centrale Assirelli e la banda Milocco. Quest’ultima è molto efficace anche in palla alta, oltre a garantire insieme al libero un ottimo livello di ricezione; inoltre, sta crescendo l’intesa tra palleggiatrice e centrali. Come sempre, sarà importantissimo mantenere alto il livello del nostro muro-difesa”. Quindi aggiunge. “La nostra settimana di lavoro è andata bene, abbiamo incrementato i carichi di lavoro; si è fatta sentire un po’ di stanchezza nella prima parte, ma ora avvicinandoci alla partita tutto va secondo i piani. Oltre all’atteggiamento positivo, si è visto un aumento della qualità”.

    L’AVVERSARIO – L’Anthea Vicenza è allenata nuovamente da Mariella Cavallaro, già lo scorso anno sulla panchina biancorossa nel duello play off contro Offanengo. A sua disposizione, una rosa rinnovata, dove il faro continua a essere il capitano e centrale Flavia Assirelli, classe 1990 e che ha debuttato in A1 a Vicenza insieme a Monica De Gennaro e Valentina Tirozzi.  Tra le protagoniste della scorsa stagione, ci sono la centrale Beatrice Filippin (1994, cresciuta nelle giovanili di San Donà per poi vestire la maglia di Orago sotto la guida di coach Bosetti) e il libero Elena D’Ambros, classe 1992, anche in A2 a San Vito (2011-2012) e Casalmaggiore (annata successiva) e già compagna di squadra della centrale della Chromavis Abo Lisa Cheli nella formazione Le Ali Padova. Il mercato ha portato a rinnovare la rosa, con diverse giovani, mentre un innesto di esperienza e qualità è arrivato in posto quattro con Isabella Milocco (classe 1990), figlia del general manager Anthea Luca (tra l’altro ex azzurro) e che in carriera vanta anche un’esperienza nella massima serie francese al Saint Raphael, mentre nella scorsa stagione era in forza a Vigevano.

    Dopo aver vinto 3-1 a Trento contro il Walliance Ata, l’Anthea ha ceduto al tie break contro l’Imoco San Donà, sestetto già “giustiziere” della Chromavis Abo all’esordio. Avanti 2-0, Vicenza ha ceduto al tie break davanti al pubblico amico. “Veniamo – spiega Luca Milocco – da una partita che ci ha visti soccombere alla fine del quinto set contro una buona squadra. Non possiamo rimproverarci alcunché: la squadra era ridotta ai minimi termini e in virtù di questo il punto strappato risulta utile per classifica e morale. Ci aspetta Offanengo, battuta proprio dall’Imoco in una partita sorprendente visto che la Chromavis Abo si presenta come una delle favorite per la vittoria finale”. I problemi fisici stanno interessando l’opposta Clarissa Covino (frattura al mignolo della mano sinistra), la banda Alessandra De Toffoli (infiammazione al ginocchio sinistro) e Natasha Marini (problemi alla schiena). “Il recupero delle atlete farà la differenza – aggiunge Milocco – la Covino potrebbe essere utilizzata maggiormente, la Marini è in via di guarigione e la De Toffoli sta facendo riabilitazione. Più che una gara contro gli avversari è una sfida contro il tempo per il recupero dagli infortuni. Le ragazze, comunque, si stanno allenando al meglio, consapevoli che il campionato è lungo e pian piano la squadra riuscirà a presentarsi al completo superando gli infortuni che indubbiamente ci hanno penalizzato in questo inizio di stagione”.

    Sostieni Volleyball.it