B1f: La Chromavis Abo vola in Sardegna a caccia di punti contro il Capo d’Orso Palau

    Nella foto Molaschi, un momento del match d’andata tra Chromavis Abo e Capo d’Orso Palau

    OFFANENGO – Una delicata trasferta per viaggio, caratura e forma dell’avversario, un momento cruciale della volata finale, decisiva verso il traguardo dei play off. Sabato alle 16,30 la Chromavis Abo sarà di scena sul campo sardo di Palau (Oristano) sfidando le padrone di casa targate Capo d’Orso nella quart’ultima giornata del girone A di B1 femminile. Partenza in mattinata, rientro in serata: una giornata intensa, dove nel bagaglio sull’aereo Offanengo troverà sicuramente spazio per la determinazione nel continuare l’emozionante rimonta verso il terzo posto, che qualifica ai play off.

    Domenica scorsa la squadra di Leo Barbieri ha liquidato 3-0 la “Cenerentola” Scuola del Volley Varese e ha agganciato il Don Colleoni al quarto posto (precedendolo per miglior quoziente set a parità di vittorie) e si è portato a 1- da Vigevano. Far punti in Sardegna sarà dunque fondamentale per la Chromavis Abo in un turno che vedrà la stessa Florens Re Marcello Vigevano andare a far visita all’Acciaitubi Picco Lecco secondo in graduatoria.

    “Ormai siamo abituati – spiega coach Leo Barbieri – che ogni partita sia decisiva; sotto l’aspetto mentale, da ormai due mesi giochiamo con una situazione di altissima tensione, ma le ragazze hanno sempre risposto bene. Ora troviamo una squadra con la mente sgombra, che non ha obiettivi da determinare e può giocare senza stress particolari. Dal punto di vista tecnico, Palau ha due ottime centrali come Menardo e Cecchi, ben innescate dal gioco veloce di Sintoni e dovremo prestare sicuramente attenzione a loro. Per quanto ci riguarda, siamo riusciti a lavorare un po’ con tutti gli effettivi, con le due schiacciatrici Porzio e Dalla Rosa che hanno recuperato pienamente dagli infortuni alla caviglia”.

    L’AVVERSARIO –  Il Capo d’Orso Palau è l’unica formazione sarda del girone ed è allenata da Antonio Guidarini, tecnico di lungo corso sulla panchina biancoverde dove allena dai tempi della serie D prima dell’ascesa. In classifica, Palau occupa il decimo posto con 23 punti, a +11 sulla zona retrocessione quando mancano quattro partite al termine. Tra le giocatrici di spicco, la palleggiatrice Caterina Sintoni (classe 1982) che vanta in carriera anche esperienze in serie A con Curtatone, Forlì, Villa Cortese e Olbia, e la schiacciatrice Giorgia Baldelli, cresciuta nella Foppapedretti (dove ha festeggiato anche gli scudetti 2002 e 2004 e la Coppa Cev 2004) oltre a vestire la maglia di Reggio Emilia in serie A. L’opposta è Joelle M’Bra, lo scorso anno a Bedizzole con l’attuale centrale della Chromavis Abo Francesca Gentili.

    “Fin dalla prima giornata – spiega Guidarini – dopo l’infortunio di Cucchiarini il nostro obiettivo era cercare di uscire dalla zona retrocessione. L’arrivo di Angela Manzo, una ragazza che giocava nel girone D di B1, ci ha permesso di riportare la centrale Menardo al suo ruolo; prima era adattata in banda, al pari del libero in alcune circostanze. Avere ogni pedina al suo posto ci ha permesso di esprimere la nostra pallavolo e il girone di ritorno è stato fin qui più che soddisfacente, con sette partite dove abbiamo conquistato punti sulle nove giocate”. Quindi aggiunge. “Offanengo è una squadra costruita per i play off ed è lì a un punto dal terzo posto. La riteniamo una formazione di primissima fascia e ce la aspettiamo assatanata di punti. Per noi, ciò che arriverà sarà tutto di guadagnato, cercheremo di fare la nostra partita e conquistare il prima possibile la salvezza matematica, distante un punto. La Chromavis Abo è in forma e gioca una buona pallavolo; in particolare ha un’ottima correlazione muro-difesa e per noi sarà difficile mettere giù la palla”.

    Sostieni Volleyball.it