B1f.: Martina Martinelli è la nuova opposta della Chromavis Abo

    Nella foto di Francesco Jacini, da sinistra Cristian Bressan, Martina Martinelli e il presidente Pasquale Zaniboni

    OFFANENGO  – Prende sempre più forma la nuova Chromavis Abo, formazione cremasca che per il quinto anno militerà nel campionato di serie B1 femminile.  In una conferenza stampa nel pomeriggio di oggi il Volley Offanengo ha presentato ufficialmente il quarto volto nuovo della prima squadra allenata da Giorgio Bolzoni: si tratta dell’opposta Martina Martinelli, che si aggiunge a Greta Pinali (schiacciatrice), Giulia Galletti (palleggiatrice) e Marina Cattaneo (centrale), oltre alla conferma del capitano Noemi Porzio, nuovo libero della formazione.

    Nata il  27 luglio 1994 a Bergamo, la Martinelli arriva dall’Acciaitubi Picco Lecco, dove ha disputato per tre anni la B1 dando vita a numerose battaglie sportive contro Offanengo. Cresciuta tra giovanili e serie regionali nel Lame Perrel Ponti sull’Isola (dal 2008 al 2016), prima di approdare a Lecco ha disputato per due anni la B2 con la Tomolpack Marudo, anche in questo caso incrociando la strada di Offanengo. Nella scorsa annata, con Lecco ha sfiorato la promozione in A2 cedendo solo nella finalissima contro Albese.

    “Martina – le parole del direttore sportivo della Chromavis Abo, Stefano Condina – è un opposto che conosco molto bene avendola incontrata in B2 a Marudo e in questi anni nella terza serie nazionale nelle tante sfide contro Lecco. Grazie anche ai rapporti che mi legano al team manager Paolo Rusconi e al direttore sportivo Alessandro Alippi di Lecco che ringrazio, appena terminata la loro sfortunata finale per la serie A, ho sentito Martina e in pochi giorni abbiamo trovato l’accordo per la prossima stagione. Sono contento di questo acquisto anche perché coach Bolzoni, sfumata l’idea di dar spazio a Virginia Marchesi – prodotto del vivaio di Offanengo che ha scelto di scendere di categoria – ha indicato subito l’atleta bergamasca come obiettivo perché l’opposto mancino è una caratteristica che gli piace molto. Così, insieme al presidente Pasquale Zaniboni, l’abbiamo accontentato. Seppur giovane, Martina ha alle spalle campionati importanti dove in tre anni ha assaporato da vicino il sogno della serie A. Sono sicuro arrivi a Offanengo con grandi motivazioni”.

    “Questa realtà – le parole della giocatrice – l’ho conosciuta in questi anni dall’altra parte della rete. La vedevo con una squadra da battere e con cui c’era rivalità sportiva, soprattutto nei play off di due anni fa per l’A2. Ho sempre visto una società organizzata e ben strutturata e del resto i risultati centrati in questi anni lo testimoniano in modo concreto. Perché Offanengo? Mi ha contattato il direttore sportivo Stefano Condina, per motivi logistici continuando a lavorare volevo rimanere non troppo lontano da casa. Inoltre conosco la società e non è un salto nel buio; altro aspetto, coach Bolzoni: non lo conosco personalmente, ma mi ispira fiducia professionale ed è sicuramente un buon tecnico”.

    Martina tra maturazione e caratteristiche. “Queste esperienze in B1 mi hanno aiutato a diventare più consapevole delle mie capacità. Quando sono arrivata a Lecco ero un po’ una scommessa, ora credo di essere maturata e di essere cresciuta soprattutto a livello mentale. Come opposto ovviamente il mio compito principale è l’attacco e l’esperienza a Lecco mi ha aiutato a imparare a variare un po’ i colpi”.

    Infine, gli obiettivi. “Innanzitutto, divertirsi in palestra, che ovviamente non vuol dire ridere e scherzare, ma lavorare sodo in un bel clima. Poi vincere il più possibile”.

    Obiettivi confermati anche sul versante societario da Cristian Bressan, componente del consiglio direttivo del Volley Offanengo e sponsor. “Stiamo allestendo  – le sue parole – una squadra che possa puntare ai play off”.

    Sostieni Volleyball.it