B1f.: Per la Chromavis Abo scocca l’ora del derby contro l’Esperia Cremona

    17
    foto Manini

    OFFANENGO – Una nuova sfida di alto livello,nonché il secondo derby stagionale. E’ un mix di sapori la sfida che attende la Chromavis Abo nel campionato di B1 femminile (girone B), che domani (sabato) alle 18 al PalaFeraboli di Cremona sfiderà le padrone di casa dell’Esperia, in vetta al mini-raggruppamento. Offanengo si avvicina al giro di boa della prima fase forte del brillante successo di domenica scorsa al PalaCoim contro un’altra “big” come Costa Volpino (3-0); la squadra di Dino Guadalupi, dunque, arriverà al Cambonino con la volontà di dar continuità, a partire dalla prestazione, a quanto fatto vedere nel turno precedente in quello che per Porzio e compagne sarà il primo, effettivo impegno esterno della stagione, visto che il match a domicilio del Don Colleoni era stato rinviato e sarà recuperato il 3 marzo. Esperia e Offanengo si sfidano per la prima volta ufficialmente in B1, mentre gli ultimi precedenti (entrambi vinti dalle cremasche) risalgono alla stagione 2016-2017 in B2.

    “Veniamo – afferma coach Dino Guadalupi da un’ottima prova contro Costa Volpino a cui abbiamo dato seguito con una buonissima settimana di allenamenti, questo ci dà fiducia per affrontare il prossimo impegno. Ora il nostro obiettivo è dare continuità: Costa e Cremona sono due formazioni complete ed equilibrate, ma Esperia in più ha anche il vantaggio di essere molto rodata in organico cambiando poco rispetto all’anno scorso e questo le dà una sintonia maggiore rispetto a squadre più rinnovate. Il nostro obiettivo sarà quello di scardinare le loro sicurezze e sfruttare i punti deboli. Sappiamo come il gioco di Cremona si basi su fondamentali di seconda linea di ottimo livello e si partirà da questo discorso. Anche noi dovremo avere un rendimento alto dietro  oltre a essere ordinatissimi nel muro-difesa”.

    LE EX – Nelle fila dell’Esperia Cremona militano due ex di Offanengo, risalenti alle stagioni in B2: si tratta della palleggiatrice Giorgia Arcuri (annata 2014-2015) e dell’opposta Sara Lodi, protagonista della promozione al PalaCoim nella stagione (2016-2017).

    L’AVVERSARIO – L’Esperia Cremona è allenata da Valeria Magri e guida la classifica del girone B2 con 10 punti, frutto del punto inaugurale centrato nella trasferta di Costa Volpino e dei successivi successi pieni contro Ostiano e Lemen in casa e Don Colleoni in trasferta nell’ultimo turno disputato. Approfittando del ko di Costa Volpino domenica scorsa al PalaCoim per mano proprio di Offanengo, le gialloblù cremonesi sono balzate in testa alla graduatoria del mini-girone.

    Tra le individualità spicca senza dubbio la carriera del capitano (e schiacciatrice) Giulia Decordi, classe 1986 e che in carriera ha giocato in A2 con Cremona, Verona e Fontanellato e in A1 con Perugia e Busto Arsizio, oltre a indossare la maglia azzurra. Nella sua bacheca, due edizioni della Coppa Cev (2007 e 2010), una Champions League (2008), mentre il 2007 le ha regalato il”triplete” nazionale (Coppa Italia, Supercoppa italiana e scudetto). In precedenza, nel 2004 la medaglia d’oro agli Europei Juniores con l’Italia.

    “Sono molto soddisfatta – le parole di coach Valeria Magri – partivamo da un buon livello non avendo cambiato tanto rispetto all’anno scorso; questo ha reso le cose più facili, anche perché conoscevo già anche le nuove ragazze arrivate. Nel lungo pre-campionato, quando non si aveva davanti una data certa di partenza,era difficile lavorare con concentrazione, ma quando siamo partiti c’era entusiasmo, la squadra mi segue a livello tecnico e pratico, poi ovviamente c’è sempre da migliorare”. Quindi aggiunge. “Offanengo la vedo come quella di domenica scorsa, non quella del derby contro Ostiano, pur con i meriti della Csv-Ra.Ma. in quell’occasione. La Chromavis Abo è molto rinnovata, ma di un livello importante, come per esempio nella diagonale palleggiatrice-opposta (Galazzo-Visintini, ndc) oltre all’esperienza di Porzio in banda. Offanengo ha un buon sestetto, poi tocca al mio collega allenatore Guadalupi trovare gli equilibri di una squadra nuova”. Infine, sguardo al match di sabato. “Normalmente parto sempre dalla nostra metà campo e su quanto si lavora in settimana, poi ovviamente dall’altra parte della rete c’è un’altra squadra con determinate caratteristiche. Credo che la battuta sia sempre fondamentale a questi livelli”.

    Sostieni Volleyball.it