Commissione allenatori Treviso – Belluno: il nuovo responsabile è Ilario Luisetto

    69

    Dopo la “promozione” in regione dell’ex responsabile della Commissione allenatori di Fipav Tre.Uno Alessandro Tacconelli, il Comitato ha individuato in Ilario Luisetto, allenatore appena venticinquenne di Resana, il suo sostituto ideale per continuare l’organizzazione dell’attività dei tecnici del territorio.

    Cresciuto pallavolisticamente nella Sisley, dove ha militato per 7 stagioni, Ilario ha deciso subito dopo il percorso delle giovanili in Ghirada di appendere le ginocchiere al chiodo e di dedicarsi alla carriera di allenatore, ottenendo in un paio d’anni l’abilitazione ad allievo allenatore e al primo grado: “Dopo il primo anno e mezzo da assistente, ho avuto l’opportunità di fare da primo allenatore delle squadre U17, U19 e poi prima divisione maschile del Giorgione, dove ho allenato fino alla scorsa stagione. Quest’anno invece sono passato al Samarcanda Volley Resanese. A questo ho affiancato anche l’attività di scoutman: da ormai due anni mi occupo delle rilevazioni statistiche delle gare dell’Imoco Volley per conto della Lega Femminile e nel 2019 ho seguito in questo ruolo il Trofeo delle Regioni a Lignano Sabbiadoro”.

    Esperienze di vario tipo, dunque, nonostante la giovane età, ma è fuori dalla palestra che si manifesta ancor di più la sua ecletticità: Ilario è laureato in scienze storiche (sta attualmente frequentando il corso di laurea magistrale) ed è fondatore e direttore di Recensiamo Musica, un blog sulla musica italiana al secondo posto tra i più letti in Italia. “Ho interessi e passioni per cose anche molto diverse tra loro, è un tratto che mi caratterizza – spiega il venticinquenne – Farle coesistere è naturale perché sono tutte molto importanti per me. Il volley è una di queste: sono rimasto un po’ sorpreso dalla proposta del Comitato Tre.Uno perché sono ancora abbastanza giovane, ma ne sono molto contento e ringrazio Alessandro (Tacconelli, il suo predecessore, ndr), che conosco da tempo, per i consigli preziosi che mi sta dando. Lui in tutti questi anni si è fatto veramente voler bene da tutti nel territorio, cercherò di proseguire sulla sua strada”.

    Magari cercando di trasmettere anche qualcosa di suo, a cui tiene particolarmente: “Quando alleno le mie squadre cerco di coinvolgere e appassionare i ragazzi per ‘trattenerli’ il più a lungo possibile in palestra. L’abbandono precoce dello sport dopo la fine della scuola dell’obbligo, come è successo a me, d’altronde, è una cosa che provo a combattere. Per farlo cerco di costruire un ambiente il più positivo possibile che coinvolga atleti, società, staff, familiari e/o amici. La stessa cosa vorrei trasmetterla nel nuovo ruolo in Comitato, creando con aspiranti allenatori, colleghi, corsisti e docenti un forte spirito di gruppo che renda più facile e piacevole l’apprendimento e il confronto”.

    Sostieni Volleyball.it