Coronavirus: Tante iniziative dalle società Tre.Uno per continuare a coinvolgere i giovani atleti

    In questo periodo di stop forzato a tutte le attività sportive a causa delle misure di contenimento del coronavirus, le società Tre.Uno stanno cercando di fare di necessità virtù, trovando nuovi modi per coinvolgere i propri atleti sia dal punto di vista fisico che psicologico. I social media e la tecnologia sono di grande aiuto da questo punto di vista, perché permettono di raggiungere tutti e con mezzi che aprono a davvero tante possibilità.

    Ecco allora che l’Albatros Volley ha provato a fare un allenamento con l’under 18… via Skype! “L’obiettivo non è certo portare migliorie tecniche – ha comunicato la società sui suoi canali social – ma soprattutto mantenere viva la parte più bella dello sport di squadra, quella relazionale”. Anche Pallavolo Vedelago si è cimentato in un primo allenamento a distanza tramite web con le ragazze della seconda divisione, al quale ne seguiranno altri.

    Il GAS Cornuda approfitta di questo periodo per far conoscere meglio le proprie squadre, dal volley S3 alla serie C, pubblicandone le foto. Team Spes Conegliano, con la rubrica ‘Piacere di conoscerti’, punta ad approfondire la conoscenza di alcuni membri dei vari team, tramite foto, brevi video e descrizioni.

    Montebelluna Volley ha invece ideato una ‘challenge’, invitando i propri atleti a creare disegni, poesie e piccoli racconti inerenti al tema “Pallavolo mi piaci perché…”. I giovani pallavolisti potranno inviare le proprie creazioni agli allenatori tramite whatsapp entro il 22 marzo; i lavori anonimi verranno pubblicati sui canali social del club e potranno essere votati. “Il vero scopo della #challenge non sarà decretare un vincitore – spiega il Montevolley – ma sentirci tutti uniti e vicini, legati dall’amore per il nostro sport nonostante la lontananza dalle palestre e dai vostri compagni e coach”.

    La Polisportiva Preganziol ha dato qualche consiglio legato alla cultura, suggerendo due libri da leggere che ben si adattano al particolare periodo che stiamo vivendo: “L’amore ai tempi del colera” di Gabriel Garcia Màrquez e “Cecità” di José Saramago. Clicca qui per leggere l’articolo sul sito della società. Pool Prealpi mira alla sensibilizzazione e sta condividendo le storie Instagram degli atleti delle prime squadre che invitano a rimanere a casa, tramite l’hashtag #iorestoacasa.

    Volley Treviso, dopo aver lanciato la scheda di esercizi anti-coronvirus da fare a casa (clicca qui per visualizzarla), sta sperimentando allenamenti a distanza tramite video conferenze che prevedono non solo esercizi fisici, ma anche dei quiz sulla pallavolo.

    Underdogs Villorba, oltre ad aver organizzato una diretta Facebook per proporre ai suoi giovanissimi atleti delle scuole elementari alcuni semplici esercizi da fare nel salotto di casa, ha lanciato la #pushupchallenge, la prima di una serie di sfide. Infine c’è chi, come Ezzelina Volley Carinatese, riposta i video degli esercizi di tecnica individuale fatti nel giardino di casa da alcune atlete colibrì.

    Sostieni Volleyball.it