Fipav Tre.Uno, domenica “l’U13 Day”: a Zero Branco otto team in gara per le finali U13 Maschile e Femminile

    71

    Il 15 maggio nel palazzetto di Zero Branco si concludono i quasi due mesi di finali di pallavolo giovanile del territorio di Treviso-Belluno iniziate a fine marzo. L’ultimo atto vedrà ben otto squadre di categoria U13 (quattro maschili e quattro femminili) scendere in campo per giocarsi finali e finaline dei campionati: un’intera giornata di pallavolo che vedrà avvicendarsi sul parquet quasi un centinaio di atleti.

    La mattina sarà dedicata al maschile, con le finali del campionato Interprovinciale TV-BL-VE (6 le squadre al via nel 2021/22). La finalissima, in programma alle 11:30, sarà tra Volley Treviso e VT Personal Time San Donà. Per entrambe una qualificazione alla finale abbastanza agevole (3-1 e 3-0 nelle due gare di semifinale), ma si sono visti ottimi sprazzi di gioco da parte delle avversarie, rispettivamente Spes Belluno e Wave Volley Team. La finale 3°-4° posto sarà alle 9:15 e sarà decisiva: solo la terza classificata accederà alla fase regionale.

    Nel pomeriggio via alle finali territoriali femminili, che incoroneranno la migliore tra le 23 formazioni ai nastri di partenza nel campionato in questa stagione. Le pretendenti al titolo, Pallavolo San Vendemiano e Volley Silea U13 Blu, hanno superato rispettivamente il Giorgione Pallavolo e il Volley Mogliano-Marcon in due serie di semifinale davvero mai scontate: 3-1 sia nell’andata che nel ritorno per il San Vendemiano sulle castellane e un 3-0 e un 3-2 del Silea sulle moglianesi. La finalissima sarà alle 18, la finalina alle 15:15. Tutte le finaliste femminili sono già qualificate alla fase regionale.

    Tutte le finali saranno in diretta sul canale YouTube di Fipav Tre.Uno.

    Le parole dei coach:
    “Sono orgoglioso del percorso dei miei ragazzi quest’anno – dichiara Simone Cappelletto, allenatore Volley Trevisohanno grande spirito agonistico e predisposizione al movimento. Nel torneo a Fano, in cui ci siamo confrontati con altre U13 d’Italia, abbiamo constatato che nel nostro territorio abbiamo occasione di giocare molte partite e questo è un bene. La semifinale contro Belluno è stata dura: loro sono una bella squadra fisica che è riuscita a metterci in difficoltà, sfruttando anche qualche nostra assenza. La finale contro San Donà sarà interessante da affrontare, è una società sempre ai vertici del volley regionale maschile e non vediamo l’ora di giocarcela”.

    L’allenatrice del VT Personal Time San Donà Elena Lazzarin: “L’accesso alla fase regionale non era per niente scontato e siamo soddisfatti di aver raggiunto questo obiettivo. Siamo contenti perché il campionato di U13, nonostante le difficoltà degli ultimi anni, ha mostrato comunque un buon livello e questo è sicuramente un buon segnale. Il nostro gruppo U13 non è un gruppo molto fisico, ma siamo molto soddisfatti di come lavorano in palestra. Ora ci aspetta questa difficile prova: la finale. Treviso è una squadra sicuramente più fisica di noi e ben organizzata e ci servirà la gara perfetta per metterli in difficoltà. Comunque vada sarà una gara importante che ci permetterà di crescere.”

    L’allenatrice del Pallavolo San Vendemiano Carla Busetti: “Per noi è stato un ottimo risultato e sono davvero soddisfatta, a inizio stagione ci speravo ovviamente, ma il gruppo è composto quasi per intero da ragazze più piccole con un modulo di gioco ancora da U12 e nel girone abbiamo subito trovato squadre molto competitive. È quindi un grande prestigio per noi essere in finale. Susegana nei quarti ci ha impegnato molto, poi è arrivata la vittoria in semifinale contro il Giorgione, contro il quale è sempre stimolante confrontarsi. Le ragazze hanno dimostrato grande carattere. La finale sarà molto impegnativa: il Silea con questo gruppo è arrivato quarto nel campionato U14, noi ce la metteremo tutta con il solito entusiasmo”.

    L’allenatore del VolleySileaU13Blu Alberto Basso: “Siamo in finale territoriale dopo un percorso iniziato a maggio dello scorso anno dove l’obiettivo principale era semplicemente quello di insegnare a queste ragazze a giocare a pallavolo. L’impegno, la tenacia, la coesione di questa squadra ci hanno permesso di arrivare al raggiungimento di questo straordinario risultato. Siamo molto contenti e speriamo di trasmettere alle atlete la passione per questo sport”.

    Sostieni Volleyball.it