Simone Spescha, schiacciatore Sampress Nova Volley: “Siamo delusi ma ci rifaremo”

    LORETO – Il doppio stop prima a Fano e poi ad Andria ha frenato la corsa della Sampress Nova Volley che mai in questa stagione aveva incontrato per due volte il semaforo rosso.“Siamo delusi ma ci rifaremo – dice Simone Spescha che di battaglie ne ha giocate e vinte tante. – Abbiamo affrontato le due partite non con la giusta determinazione e nessuno può permetterselo perché i valori sono livellati”.

    La classifica resta ottima perché la Sampress Nova Volley è ancora in seconda posizione a capo dell’esercito degli inseguitori della capolista Fano ma con San Giustino, Bari e Pineto che premono. “La sconfitta di Andria è meritata – spiega Spescha – perché abbiamo fatto poco e solo a tratti abbiamo giocato sui nostri livelli. Vinto il 1’ set siamo calati, poi nel 3’ abbiamo recuperato e perso ai vantaggi ma nel 2’ e nel 4’ set abbiamo fatto troppo poco senza riuscire ad imporre il nostro gioco”.

    Domenica si torna al Palaserenelli dopo quasi un mese con l’obiettivo di riprendere la marcia ospitando Osimo in un derby sempre molto sentito. Secondo Spescha “per noi l’avversario fa poca differenza perché quando giochiamo di squadra abbiamo dimostrato di poter fare davvero molto bene mentre se ci disuniamo diventiamo fallosi e vulnerabili”.

    Chissà che l’obiettivo dei playoff non pesi troppo sulle spalle di Loreto. “Non credo che sia così – riflette Spescha – perché siamo tutti giocatori di valore che credono in quello che fanno e nella possibilità di essere protagonisti fino in fondo. I playoff non sono un’ossessione ma un’opportunità che non capita tutti gli anni e che quindi sarebbe un peccato sprecare, ma voglio rassicurare i tifosi che domenica saremo pronti e se anche loro ci daranno una mano sostenendoci con il loro calore penso che alla fine saremo noi a festeggiare il ritorno al successo”.

    Sostieni Volleyball.it