Copa Libertadores: Sorpresa Bolivar, 3-0 al Sesc RJ e il trofeo va in Argentina

L'opposto cubano Yadrian Escobar è l'MVP del torneo

Copa Libertadores: Finale 1°-2° posto (13 febbraio)
Bolivar – Sesc RJ 3-0 (25-23, 25-18, 29-27)
Bolivar: Hierrezuelo 8, Ocampo 17, Crer 0, Escobar 11, Jan Martinez Franchi 5, Loser 10, Alexis Gonzalez (L); Arroyo 0. Ramonda 0. Non entrati: Medina, Lucas Madaloz, Bernasconi, Guillermo Garcia, Alborch (L). All: Javier Weber.
Sesc RJ: Thiago Veloso “Thiaguinho” 3, André Aleixo “Japa” 5, Mauricio Souza 5, Wallace Souza 16, Rozalin Penchev 8, Tiago Barth 6, Tiago Brendle (L); Djalma Moreira 1, Mauricio Borges 0, Everaldo Lucena 0, Leandro Santos “Aracaju” 4, Alexandre Elias 0. Non entrati: Victor Rocha Pereira, Paulo Victor Costa Da Silva “PV”. All: Giovane Gavio.

TAUBATE’ – Si chiude con l’ennesima sorpresa (il Sada Cruzeiro aveva mancato l’accesso alla Final Four) la prima edizione della Copa Libertadores.
Contro pronostico la coppa vola infatti in Argentina per merito del Bolivar che in finale ha rifilato un sorprendente 3-0 al Sesc RJ che non ha ripetuto la bella prestazione offerta ieri in semifinale contro il Sesi SP.

PIU’ E MENO – A trascinare la squadra di Javier Weber alla vittoria sono stati soprattutto lo schiacciatore Ocampo (serata di grazia con 17 punti, il 54% in att., 1 muro e 3 ace), l’opposto Escobar (11 punti, 52% in att. ed MVP della F4 grazie alla grande prova della semifinale) ed il palleggiatore Hierrezuelo (8 punti con 3 muri e 2 ace). Al Sesc RJ non sono bastati i 16 punti col 50% in att. del campione olimpico Wallace. Serata no per il centrale della nazionale Mauricio Souza (0% di eff. in att. su 11 colpi, 2 err. in ric. e 2 err. in batt.) che pure finisce misteriosamente nel sestetto ideale della manifestazione (inspiegabile anche la presenza di Lipe finito in panchina sia nella semifinale che nella finalina).

LA PARTITA 
1° set: Parziale sempre in bilico fino alle fasi finali quando Mauricio Souza attacca out il 23-21 ed è il break decisivo. Finisce 25-23.

2° set: Stavolta il set si decide nella fase centrale. A spaccare il parziale dal 14-14 è Hierrezuelo: l’ex-palleggiatore di Molfetta e Piacenza prima stampa 2 muroni, poi semina il panico dai 9 metri e trascina i suoi al +5. Finisce 25-18.

3° set: Il Bolivar sembra volare verso la vittoria (16-12), ma Escobar incappa in un paio di murate e l’ace di Tiago Barth riporta il set in parità: 17-17. Il Sesc RJ ricuce per altre 2 volte lo svantaggio (20-18, 20-20, 22-20, 22-22) ed il finale in volata è appassionanate. I brasiliani annullano 4 set point, ma poi capitolano per i punti di Hierrezuelo (28-27) ed Ocampo (29-27).

Finale 3°-4° posto
Funvic Taubaté – Sesi SP 2-3 (28-26, 25-19, 18-25, 22-25, 10-15)
Top Scorer: Douglas Souza 24, Vissotto 18, Lucarelli 16; Alan Souza 23, Eder Carbonera 13, Lucas Loh 12, Gustavo Bonatto “Gustavao” 10.

Il sestetto ideale
Miglior palleggiatore: 
Raydel Hierrezuelo (Bolívar Vóley)
Miglior opposto: 
Wallace De Souza (Sesc-RJ)
Migliori centrali: 
Mauricio Souza (Sesc-RJ) e Agustín Loser (Bolívar Vóley)
Migliori schiacciatori: 
Lipe Fonteles (SESI-SP) e Jan Martínez Franchi (Bolívar Vóley)
Miglior líbero: 
Alexis González (Bolívar Vóley)
MVP: 
Yadrián Escobar (Bolívar Vóley)

Sostieni Volleyball.it