Coppa di Turchia F.: Vince l’Eczacibasi. 3-1 al Fenerbahce

Nona Coppa di Turchia per l'Eczacibasi

Coppa di Turchia: Finale (24 marzo)
Eczacibasi Istanbul – Fenerbahce Istanbul 3-1 (23-25, 25-17, 25-22, 25-20)
Eczacibasi: Dilik 4, Larson 16, Cansu Kilicli 8, Boskovic 23, Ismailoglu 1, Gibbemeyer 6, Akoz (L); Onal 0, Atlier 4, Kim Yeon-Koung 15. Non entrate: Arici, Alikaya Kilic, Atlier, G. Yilmaz, Bagci (L). All: Motta.
Fenerbahce: Antonijevic 2, Bricio 18, Babat 7, Vargas 21, Yildirim 6, Erdem Dundar 11, Melis Yilmaz (L); Uslupehlivan Unver 0, Toksoy Guidetti 0, Cakiroglu 0, Caliskan 0, Rabadzhieva 2. Non entrate: Dalbeler (L), Tanyel, Bashkir. All: Terzic.
MVP: Boskovic.
Il tabellino qui riportato differisce da quello ufficiale perché ne sono stati corretti gli errori

IZMIR – A 7 anni di distanza dall’ultima volta l’Eczacibasi VitrA Istanbul torna a vincere la Coppa di Turchia che dunque mette in bacheca per la nona volta. Dopo la recente e cocente eliminazione dalla Champions League la formazione di Motta mette così in bacheca il secondo trofeo stagionale (in precedenza aveva vinto la Supercoppa) battendo 3-1 il Fenerbahce.

SESTETTI – L’Eczacibasi conferma in avvio il sestetto delle semifinale e schiera Dilik-Boskovic; Larson-Ismailoglu; Cansu Kilicli-Gibbemeyer ed Akoz libero. Il Fenerbahce risponde con Antonijevic-Vargas; Bricio-Yildirim, Erdem Dundar-Babat e un po’ a sorpresa Melis Yilmaz (preferita a Dalbeler che aveva terminato il match ieri).

Boskovic MVP

PIU’ E MENO – L’Eczacibasi riesce a far meglio in tutti i fondamentali: 12 ace e 9 errori contro 7 ace ed 8 errori; 56% di vinc. e 47% di eff. contro 40% di vinc. e 24% di eff. in attacco; 9 muri a 6. Vargas (44% di vinc. e 29% di eff.*) e Bricio (41% di vinc. e 25% di eff.*) sono in parte contenute mentre Boskovic è la top scorer e l’MVP con 23 punti il 55% di vinc. ed il 45% di eff. in attacco. Decisivo è poi il doppio cambio effettuato sull’11-8 del 2° set: dentro Kim Yeon-Koung (15 punti, 61% d vinc. e 50% di eff. in att., 1 muro e 3 ace*) ed Atlier (3 muri pesanti) al posto dell’inconsistente Ismailoglu (1 punto e saldo -2) e dell’incolpevole Gibbemeyer (6 punti, 100% in att. e 2 ace).
*i dati delle statistiche ufficiali sono stati corretti

LA PARTITA 
1° set: Avvio combattuto: 6-6 con 2 break point da una parte ed uno dall’altra. L’Eczacibasi allunga con l’ace fortunoso di Gibbemeyer (8-6) e l’errore di Vargas (9-6), ma la cubana si rifà dai 9 metri prima procurando uno slash per Erdem (10-8) e poi con l’ace diretto del 10-9. Nella rotazione successiva l’Eczacibasi si pianta in P1 con Larson in difficoltà da posto 2 ed il Fenerbahce scappa: doppio contrattacco di Bricio (11-11 e 11-12), poi contrattacco di Vargas (11-13) ed ancora di Bricio (11-14). Boskovic sblocca la situazione da posto 4 (12-14), ma Vargas tiene avanti le sue: 12-15 e 13-16. Un errore di Bricio costa il 15-16. Si torna in parità col contrattacco di Larson dopo difesa su Babat: 17-17. Un ace di Gibbemeyer vale il sorpasso (19-18) ed il time-out di un arrabbiato Terzic. Il servizio di Vargas è sempre un’arma importante e frutta la rigiocata dal 6 di Bricio (19-20) e quella di Yildirim che è brava a chiudere uno scambio prolungato da posto 4: 19-21. Il muro di Cansu Kilicli su palla scontata affidata a Vargas vale il 21-21. Terzic inserisce Cakiroglu e Rabadzhieva per Bricio ed Yildirim e la bulgara ottiene il side out (21-22). Tornano Bricio ed Yildirim. Altra palla che Larson non chiude da posto 2 e Bricio capitalizza: 21-23. Cansu Kilicli non riesce a gestire una difesa a filo rete di Ismailoglu (22-24) ed il Fenerbahce chiude alla seconda palla set con Vargas da posto 6 (23-25).

2° set: Punteggio in equilibrio sino al 5-5 poi l’Eczacibasi allunga con i contrattacchi di Larson (7-5, 11-8) e l’errore in palleggio di Antonijevic: 12-8. Con Gibbemeyer sostituita dal libero in 2° linea c’è spazio in prima linea per Kim al posto di Ismailoglu (con una diversa interpretazione del regolamento rispetto all’Italia). Boskovic allunga ancora con un pallonetteo in rigiocata: 13-8. Kim firma il suo primo punto (14-9), Atlier sostituisce Gibbemeyer in prima linea e Cansu allunga con un ace: 15-9. Il servizio di Bricio fa male a Kim: slash di Vargas (16-12) ed ace (16-13). Sul 19-16 Terzic si gioca il doppio cambio con Caliskan ed Uslupehlivan-Unver, ma 2 ace di Larson (22-16) spengono ogni tentativo di rientro e Boskovic chiude sul 25-17.

Boskovic in attacco

 

3° set: Restano in campo Atlier e Kim al posto di Gibbemeyer ed Ismailoglu. Il Fenerbahce sembra andare 1-3 su un attacco inizialmente chiamato out a Boskovic, ma gli arbitri ci ripensano e con un rosso a Terzic il punteggio riparte dal 2-2. Kim fa il primo break con un ace (6-4). Ancora gioco fermo e punto contestato assegnato all’Eczacibasi per una presunta invasione di Bricio: 8-5. Un’invasione a muro sulla pipe di Kim costa il 9-5, ma il servizio di Antonijevic frutta un ace (9-7) ed il fallo a rete di Dilik dopo ricezione negativa: 9-8. Il videocheck premia l’Eczacibasi anche sul servizio di Larson: 12-9. L’Eczacibasi allunga ancora con Boskovic (14-10), ma il set resta vivo e si procede ad elastico: contrattacco di Bricio (15-13), ace di Kim su Bricio (17-13 e dentro Rabadzhieva), contrattaco di Vargas (17-15), muro di Larson su Rabadzhieva (19-15). Rabadzhieva manda out il 21-16 e lascia il posto a Bricio che trova subito gli ace del 21-18 e del 21-19. Dilik palleggia a vuoto, ma sulla rigiocata Vargas si fa murare da Atlier: 22-19. La cubana è murata anche da Kim (23-19) che però concede l’attacco out del 23-21. Larson risolve uno scambio prolungato da posto 6 (24-21) e Boskovic porta a casa il set al 2° set point: 25-22.

La festa è dell’Eczacibasi

4° set: L’Eczacibasi parte forte grazie alla sempre ottima battuta di Larson: ace diretto (2-0), contrattacco di Kim (3-0). L’ace di Vargas riporta sotto il Fenerbahce (5-4), ma Larson è in ottima giornata e realizza il 7-4. Ancora un break-point per parte: ace di Bricio (10-9) e contrattacco di Kim (12-9). Boskovic trova l’ace del +4 (14-10) e la ricezione del Fenerbahce (discutibile la scelta di insistere con Melis Yilmaz anziché schierare Dalbeler) vacilla anche sul servizio di Kim: doppio errore di Yildirim dopo ricezione negativa (17-11) ed ace di retto (18-11). Il capitano Erdem non si arrende: attacco e doppio muro, su Kim e Boskovic (18-14). Motta spende un time-out, ma Erdem mura pure Larson (18-15). L’Eczacibasi si sblocca con Dilik di seconda (19-15) dopo difese su Boskovic e Vargas e torna a +5 con Atlier a muro su Erdem: 20-15. Un’invasione di Dilik (20-17) ed un muro di Bricio su Larson (21-19) riaprono il set, ma Atlier mette un muro pesante fermando il contrattacco di Bricio: 22-19. A chiudere i giochi ci pensa Kim: suoi i contrattacchi del 23-19 e del 25-20.

Sostieni Volleyball.it