MODENA – Mercoledì di Coppa Italia per otto formazioni di A1 femminile, impegnate in serata (ore 20,30) nei quarti di finale in gara secca che metteranno in palio i quattro pass per la Final four di Ravenna (19-20 marzo).

Curiosamente, il programma proporrà un remake degli incontri disputati nell’ultimo turno di campionato: sarà così al PalaVerde di Villorba, dove l’Imoco Conegliano ospiterà la Metalleghe Sanitars Montichiari (battuta 3-2 in terra bresciana), e al PalaBanca di Piacenza, dove la Nordmeccanica cercherà il riscatto nel derby emiliano contro la Liu Jo Modena, vincitrice 3-2 domenica al PalaPanini. Le altre due gare in programma nella parte bassa del tabellone vedranno le campionesse d’Italia della Pomì Casalmaggiore ricevere la visita al PalaRadi di Cremona della Savino Del Bene Scandicci, mentre a Novara l’Igor Gorgonzola (vincitrice della scorsa edizione della manifestazione) ospiterà la Foppapedretti Bergamo.

Iniziando da Conegliano-Montichiari, l’Imoco proverà a ottenere il lasciapassare per la seconda Final four della propria breve storia. Per farlo, le ragazze di Mazzanti cercheranno di far leva sul fattore campo e sulla striscia di dieci vittorie consecutive in campionato. Montichiari, però, è un osso duro, con la compagine di Barbieri che l’ha dimostrato ancora una volta domenica scorsa, dove conduceva prima 1-0 e poi 2-1.

Spettacolo garantito anche nel derby emiliano di Piacenza, dove la Nordmeccanica cercherà di sfatare il tabu-Liu Jo, con Modena vincitrice in campionato sia all’andata sia al ritorno. Il doppio tie break disputato e i conseguenti dieci set giocati fanno ipotizzare una sfida equilibrata, con la compagine di Beltrami che arriva all’appuntamento forte di quattro vittorie consecutive in campionato. Piacenza, però, non sta a guardare e in Coppa Italia ha una buona tradizione, come dimostra la presenza nell’albo d’oro alle righe 2013 e 2014.

Dopo aver vinto scudetto e Supercoppa italiana, la Pomì Casalmaggiore cercherà la prima Final four di Coppa Italia della sua storia. Sulla sua strada ci sarà la Savino Del Bene Scandicci, già giustiziera delle tricolori in campionato recuperando da 2-0 sotto fino al 3-2.
In ultimo, ma non certo per demerito, il confronto tra Igor Novara e Foppapedretti Novara, un duello storico della pallavolo rosa tra finali scudetto, play off e Coppa Italia con 11 partite solo dal 2013 a oggi. Le piemontesi hanno vinto gli ultimi sei scontri diretti, ma la “Foppa” di Lavarini sta crescendo a vista d’occhio. La partita sarà un crocevia di ex: nella metà campo bergamasca giocano le varie Cardullo, Paggi e Barun, mentre viceversa vantano un passato al PalaNorda Noemi Signorile, Eleonora Bruno e il tecnico Marco Fenoglio, che a Bergamo in due stagioni ha vinto scudetto, Coppa Italia e Champions League.