Coppa Italia: Piacenza più tonica conquista la F4. 3-1 a Modena che esce protestando con gli arbitri

3341

QUARTI DI FINALE COPPA ITALIA
LEO SHOES PERKINELMER MODENA – GAS SALES BLUENERGY PIACENZA 1-3 (20-25, 25-22, 21-25, 24-26)
LEO SHOES PERKINELMER MODENA: Mossa De Rezende 1, Van Garderen, Gollini (L), Stankovic 13, Ngapeth E 14, Sala, Abdel-aziz 16, Leal 13, Mazzone 4, Rossini (L). Non entrati Ngapeth S, Salsi. All. Giani.
GAS SALES BLUENERGY PIACENZA: Lagumdzija 11, Recine 14, Stern 12, Brizard 3, Antonov, Rossard 13, Scanferla (L), Cester, Holt 8, Caneschi 3. N.E. Russell, Pujol, Tondo, Catania. All. Bernardi.
ARBITRI: Boris, Florian.
NOTE – durata set: 25′, 28′, 29′, 31′; tot: 113′.

MODENA – Il confronto tra la quarta e la quinta di Superlega vede qualificarsi alla Final Four di Coppa Italia la sfidante, la Gas Sales Bluenergy Piacenza che ha il merito di giocare con maggior continuità e avere più frecce all’arco di Bernardi. La staffetta  Lagumdzija – Stern ancora una volta è una mossa vincente, di contro Modena va a fiammate, a tratti al piccolo trotto, un po’ imprecisa, un po’ distratta. La gara finisce tra le polemiche per un muro di Modena che finisce out ma con il pallone che ha toccato la testa di Holt. Evidente tocco che non è però rilevato dalla coppia arbitrale: dal possibile 24-23 per Modena al  23-24. Si infiamma il palasport con tutta Modena, staff compreso ad entrare in campo, mezza squadra sotto il seggiolone del primo arbitro. Scappa anche un cartellino giallo. Poi Brizard chiude la partita al secondo match ball con un ace sul bagher di Rossini.
Polemiche o no, resta un dato inequivocabile, Piacenza è arrivata a lottarsela punto a punto al quarto set avanti 1-2 con forte merito. I 34 errori totali di Modena (ben 20 negli ultimi due set) hanno inciso notevolmente, troppo poco incisivi Ngapeth e Leal al contrario di  Stern, Recine e Rossard.

SESTETTI – La Leo Shoes PerkinElmer di Andrea Giani parte con la diagonale Bruno-Abdel Aziz, in banda ci sono Earvin Ngapeth e Leal, al centro Stankovic-Mazzone, il libero è Salvatore Rossini. Piacenza risponde con la diagonale Brizard – Lagumdzija, in banda ci sono Rossard e Recine, al centro Holt e Caneschi, il libero è Scanferla.

LA PARTITA – In un PalaPanini comunque caldo nonostante il 35% di capienza i padroni di casa iniziano meglio e trovano subito un mini break che li porta fino al 9-6. A questo punto è Brizard a suonare la carica con una serie al servizio che consente ai biancorossi di pareggiare a 10. Piacenza cresce in ogni fondamentale, le difese di Scanferla, il muro di Recine e di Holt, l’attacco di Lagumdzija e la Gas Sales Bluenergy conduce 14-16.  E’ un vantaggio che gli ospiti difendono e poi ampliano con un attacco di Brizard autore in prima persona del 18-22. Nel finale ancora un allungo della formazione di Bernardi che chiude 20-25.

Al cambio di campo sono i padroni di casa che mostrano subito lo spirito giusto portandosi a condurre 7-3. E’ un set a senso unico con Leal che sale in cattedra con un attacco al 67%. Recine riporta sotto Piacenza che torna a due sole lunghezze di distanza quando Stankovic manda out l’attacco dell’11-9. A questo punto arriva un nuovo break per il 17-12 dei padroni di casa di Giani con Stankovic e Ngapeth a picchiare in maniera vincente. Recine, Stern e Holt portano Piacenza al 24-22 ma un attacco fuori di Rossard vale il 25-22 a favore di Modena.

La terza frazione inizia con un clima subito caldo per un paio di decisioni arbitrali che Piacenza non approva. Ma la Gas Sales Bluenergy è bravissima a mantenere la calma: Bernardi decide di inserire Stern per Lagumdzija e sul 7-5 locale arriva il cambio di ritmo. Proprio il nuovo entrato si prende la responsabilità del 10-12 e quindi tocca a Rossard diventare decisivo in attacco giocando sul muro il punto del 15-17. I padroni di casa commettono un paio di errori (11 in totale nel set) e Holt allunga con l’ace del 15-19. Nel finale tocca ancora a Rossard migliorare il proprio tabellino, poi un ottimo Holt mette a terra il 21-25.

Il muro biancorosso è protagonista dei primi punti del quarto set, poi un diagonale di Recine porta la squadra di Bernardi avanti 3-6. Modena pareggia subito e supera la Gas Sales Bluenergy con il 9-8 di Leal. E’ la frazione più combattuta e spettacolare di tutto l’incontro, con le due squadre che si alternano al comando. Nimir mette a terra il 16-15, Recine attacca sulla riga il 19-20, ma ancora Leal porta avanti i padroni di casa 21-20. I biancorossi non arretrano di un millimetro e un attacco out di Nimir consegna agli ospiti il 22-23. Sul 23-23 l’attacco di Holt viene murato e prima di uscire colpisce la testa dell’americano. La coppia arbitrale non vede però la deviazione (23-24) e non c’è possibilità di videocheck. Al secondo match point Brizard trova l’ace che chiude 24-26 e porta la Gas Sales Bluenergy in Final four di Coppa Italia.

Le proteste di Modena

HANNO DETTO
Francesco Recine (schiacciatore Piacenza)
: “Questa vittoria vale almeno tre partite, per me. In casa loro è stupendo, avevamo già provato questa sensazione nel girone di andata quando abbiamo vinto 3 a 1 sempre qui al PalaPanini, ma adesso diciamo che ci siamo tolti una bella soddisfazione dopo la sconfitta in casa nostra nel girone di ritorno. Questa sera abbiamo giocato bene, non abbiamo mollato mai e spero di continuare così. Siamo contenti e consapevoli che si vince solo di squadra. Anche la panchina è stata fondamentale: Stern ci ha fatto cambiare atteggiamento. Siamo molto contenti. Festeggiamo e poi guardiamo alla prossima sfida di mercoledì in casa con la Lube”.

Sostieni Volleyball.it