MODENA – Seppur in un momento di difficoltà globale  è giusto fare una valutazione di massima su quanto i club di Superlega (nel femminile una comparazione è pressoché impossibile visto l’incapacità del sistema di essere trasparente e completo nella sua comunicazione: sul sito di legafemminile la voce incassi è praticamente deserta) stiano perdendo – solo alla voce incassi – per questo blocco legato alla necessità di fronteggiare la diffusione del COVID-19.

Tra partite a porte chiuse e partite in campo neutro, senza conteggiare le semifinali di Champions League e Cev Cup di Civitanova, Perugia, Trento e Modena non ancora conquistate sul campo, si può già calcolare che ad oggi è certo che andrà in fumo un valore pari a più di 1 milione di  euro di incassi per i 13 club di Superlega.  Una cifra da verificare all’atto pratico, a seconda delle clausole che ogni singolo club ha fatto stipulare ai propri abbonati al momento di sottoscrivere le tessere annuali alla voce rimborsi. Ma la cifra complessiva messa a bilancio dai club è pari a questa.

METODOLOGIA – Una valutazione fatta tenendo conto le gare casalinghe che ancora mancano ai club da qui al 3 aprile giorno, al momento, fissato per un possibile ritorno alla normalità. Le gare in calendario sono poi state divise in due categorie: “match normali” o “top match”, con l’assegnazione di un ipotetico incasso medio per i “match normali” e l’incasso top stagionale del singolo club per le sfide “top”: gare con le big (Civitanova, Perugia, Modena e Trento) o sfide “dirette” come lo spareggio salvezza tra Vibo Valentia e Cisterna per intenderci.

QUANTE A PORTE CHIUSE O IN CAMPO NEUTRO… Si va dalle 2 gare a porte chiuse di Cisterna, Monza e Ravenna, di cui una già disputata dai romagnoli contro Vibo Valentia, in anticipo, alle 4 di Milano (2 di regular season, Quarti di andata di Challenge in campo neutro, semifinale già conquistata  sempre di Challenge in campo neutro), Civitanova (2 in regular season, 1 play off, 1 Quarto di Champions in campo neutro o comunque a porte chiuse con il Roeselare), di Modena due in regular season, 1 nei play off e il Quarto di Cev Cup con l’Ajaccio) fino a Perugia tra le 2 di Superlega, Play off e Quarti di Champions League).

LA CLASSIFICA INCASSI MANCATI…
167.718 € Perugia (2 big match, 1 Quarto play off, 1 quarto di Champions League)
165.575 € Modena (1 big match, 1 match normale, 1 Quarto play off, 1 Quarto di Cev Cup)
163.903 € Civitanova (1 big match, 1 match normale, 1 Quarto play off, 1 Quarto di Champions League)
95.064 € Trento (1 match normale, 1 Quarto play off, 1 Quarto di Champions League)

Seguono 

Verona 71.584 €, (1 match + 2 match top)
Padova 70.611 € (3 match)
Milano 69.424€ (2 match, + 2 di Challenge Cup)
Piacenza 67.434 € (3 match)
Monza 49.837 € (1 match, 1 match top)
Sora 34,710 €  (1 match, 2 match top)
Ravenna 27.186 €(2 match) *uno già giocato con Vibo Valentia
Cisterna 17.674 € (2 match)
Vibo Valentia 12.934 € (1 match, 2 match top)

Per un totale superiore al 1 milione di Euro: 1.013.654

INCASSI MEDI E INCASSI TOP 

Squadra Incasso medio Incasso top
Milano 24.712 45.886
Verona 21.416 25.084
Ravenna 13.593 31.911
Civitanova 35.954 61.995
Piacenza 22.478 43.961
Sora 4.744 14.983
Trento 32.532 53.593
Padova 23.537 66.516
Modena 55.296 75.888
Perugia 31.682 53.018
Vibo Valentia 2.514 5.210
Cisterna 8.837 27.139
Monza 8.117 49.837

 

Come questo si ripercuoterà sul futuro dei club lo si vedrà nella prossima stagione, anche se i top team hanno da tempo avviato il volley mercato con forti investimenti.