CRAZY DIAMOND SEGRATE – PALLAVOLO MOLFETTA 3-2 (25-20, 25-19, 19-25, 22-25, 16-14)
CRAZY DIAMOND SEGRATE: Fabroni 2, Van Den Dries 10, Pesaresi (L), Alletti 17, Pinelli, Botto 11, Russo 18, Baranek 27, Preti, Canzanella. Non entrati Radunovic, Caprotti, Spairani. All. Eccheli.
PALLAVOLO MOLFETTA: Cortina (L), Uchikov 21, Del Vecchio 6, Bacci 3, Botti 12, La Forgia, Alomia Angulo, Giglioli 9, Al Nabhan 18, Illuzzi, Bisci. Non entrati Poli, Mattioli. All. Lorizio.
ARBITRI: Frapiccini, Florian. NOTE – durata set: 26′, 28′, 27′, 28′, 21′; tot: 130′.
 
ANDRIA – La Del Monte Final Four di Serie A2 ad Andria si apre con una grande ed equilibrata Semifinale. Tra Crazy Diamond Segrate e Pallavolo Molfetta a spuntarla al quinto set è la formazione lombarda di Massimo Eccheli, che dopo essersi trovata avanti per 2 set a 0 subisce la rimonta dei ragazzi di Giuseppe Lorizio capaci di portare il match al quinto parziale.

Sono i vantaggi del parziale decisivo a sancire il passaggio alla Finale di domani, domenica 4 marzo, della Crazy Diamond Segrate che trova in Kamil Baranek (27 punti, 61% in attacco, 2 muri e 3 ace) e nella coppia di posto 3 Massimiliano Russo (18 punti, 67% in attacco e 6 muri) e Aimone Alletti (17 punti, 73% in attacco e 6 muri) i punti di forza per respingere la crescita nell’arco del match di Nikolay Uchikov (21 punti) e Yassim Al Nabhan (18 punti), partiti male ma poi vere spine nel fianco di Segrate.
 
Le formazioni
Crazy Diamond Segrate: Fabroni-Van Den Dries, Alletti-Russo, Botto-Baranek, Pesaresi (L)
Pallavolo Molfetta: Bacci-Uchikov, Giglioli-Botti, Al Nabhan-Del Vecchio, Cortina (L)
 

HANNO DETTO – 
Massimo Eccheli (allenatore Crazy Diamond Segrate): “Arrivare in Finale era il nostro primo obiettivo e siamo riusciti a raggiungerlo sfatando il tabù Molfetta. Abbiamo impattato bene la partita giocando due set di altissimo profilo. Poi si sono evidenziati i nostri soliti problemi di tenuta mentale. Nel tie-break siamo tornati a giocare alla pari con i nostri avversari credendoci e vincendo questo match”.

Massimiliano Russo (Crazy Diamond Segrate): “È stata una partita sofferta come ci capita di fare ultimamente in Campionato. Ci perdiamo molte volte negli errori senza riuscire a reagire e a pensare alla palla successiva. Anche in questa partita abbiamo pagato i due cali nel terzo e quarto parziale che hanno fatto rientrare Molfetta, brava a crederci e a sfruttare le nostre indecisioni. Non abbiamo comunque mai smesso di lottare, credendoci fino alla fine e conquistando questa Finale per noi e per la società molto importante”.
 
Giuseppe Lorizio (allenatore Pallavolo Molfetta): “Una Semifinale persa per pochi episodi. Forse meritavamo di più per quello che siamo riusciti a fare recuperando uno svantaggio di 2 seta a 0. Mi dispiace per i ragazzi per come hanno giocato e per come hanno creduto fino alla fine a questa vittoria. Noi eravamo già contenti di essere venuti qui a questa Final Four, ma ci siamo presentati con l’obbiettivo di vincere e non esserci riusciti veramente per poco ci fa rimanere con l’amaro in bocca”.

Emiliano Giglioli (Pallavolo Molfetta): “L’unico rammarico è l’aver buttato via i primi due set. Siamo stati bravi a rientrare in campo e ribaltare il risultato. E’ un peccato perché è stata una questione di pochi palloni; usciamo sconfitti ma a testa alta. Abbiamo lavorato molto in palestra per giocare questa grande partita contro Segrate, che ha dimostrato tutto il proprio valore. Ora pensiamo al Campionato, a fare più punti possibili e arrivare il più avanti in classifica al termine della Regular Season”.