Del Monte Coppa Italia: Lube in finale. 3-2 a Trento dopo un match sulle montagne russe

Del Monte Coppa Italia: Seconda semifinale 
Itas Trentino – Cucine Lube Civitanova 2-3 (20-25, 25-21, 19-25, 25-15, 10-15)
Itas Trentino: Giannelli 4, Kovacevic 17, Lisinac 4, Vettori 14, Russell 14, Candellaro 9, De Angelis (L), Van Garderen 2, Grebennikov (L), Nelli 0, Codarin 4. N.E. Daldello, Cavuto. All. Lorenzetti.
Cucine Lube Civitanova: Mossa De Rezende 3, Juantorena 14, Simon 13, Sokolov 18, Leal 14, Cester 1, Marchisio (L), Balaso (L), D’Hulst 0, Cantagalli 0, Diamantini 3, Kovar 0. N.E. Stankovic, Massari. All. De Giorgi.
ARBITRI: Santi, Vagni.
NOTE – durata set: 27′, 30′, 26′, 23′, 20′; tot: 126′.

Tabellino totale e set per set

BOLOGNA – Sarà la Cucine Lube Civitanova ad affrontare la Sir Safety Conad Perugia nella finale di domani. Si ripeterà dunque la sfida che gli umbri vinsero a Bari per 3-1 nella passata edizione. La formazione marchigiana è venuta a capo di un match molto difficile e molto altalenante in cui ha sprecato un vantaggio di 7-0 nel 2° set ed ha subito pesantemente nel 4° set. Nel tie-break risolvono la situazione i turni di battuta di Bruno e Simon.

PIU’ E MENO – Sono addirittura 29 su 100 di squadra le battute del brasiliano che ha messo in croce Russell (e non solo) trovando anche 3 ace diretti. Meno efficace del solito in attacco Simon (55% di vinc. e 18% di eff.), però incisivo a muro (4) e in battuta (3 ace). Buoni il 52% in att. di Sokolov ed il 57% di Leal, ma ancor di più si esalta Kovacevic al 71%. Trento paga la serata difficile di Lisinac (condizionato da un problema ad un polpaccio è stato definitivamente sostituito da un positivo Codarin sul 9-13 del 3° set con appena 4 punti all’attivo) e soprattutto di Russell: bersagliato in ricezione più di quanto non dicano i 3 errori ed il 28% di prf. col 38% di ric.; non incisivo in battuta (6 errori per 0 ace) ed altalenante in attacco (41% di vinc., 17% di eff.).

I SESTETTI – Nessuna sorpresa per Trento che schiera i soliti Giannelli-Vettori; Russell-Kovacevic; Lisinac-Candellaro più Grebennikov libero. Nella Lube torna titolare Cester al centro con Simon, Juantorena e Leal in banda, Bruno-Sokolov solita diagonale e Balaso libero.

COSA VI SIETE PERSI – Nonostante qualche errore di troppo numerosi sono stati i colpi e gli scambi spettacolari offerti dal match: il migliore probabilmente il punto dell’8-6 chiuso da Russell nel 4° set.

LA PARTITA 
1° set: Trento fa i primi break point del match contro una Lube decisamente imprecisa: 3-2 di Lisinac dopo palleggio a vuoto di Bruno, 6-4 su attacco in rete di Sokolov contro muro a uno, 9-6 su palla sparata lunghissima da Simon, 11-7 col muro di Candellaro su Sokolov. De Giorgi si gioca l’unico time out del set e Juantorena accorcia con un ace (11-9), poi arriva anche l’errore di Lisinac: 12-11. Non decolla il gioco Lube: l’errore grossolano di Leal vale il 14-11 e costa anche un videocheck sprecato. Da una buona battuta di Leal nasce comunque il bel contrattacco di Juantorena: 15-14. Russell regala un lungolinea out e si torna in parità: 17-17. Lorenzetti si gioca il suo time-out, ma il turno di battuta di Bruno prosegue: contrattacco di Sokolov (17-18), muro di Juantorena su Vettori (17-19), altro attacco out di Russell (17-20) con doppia verifica al videocheck (muro e in/out). Russell sbaglia anche in ricezione (Simon punisce col 17-21) e viene sostituito da Van Garderen che ottiene finalmente il “cambiopalla” trentino (18-21), ma si vede comunque subito sostituito dall’americano per il servizio. Il momento negativo trentino prosegue con 2 errori in attacco di Kovacevic intervallati da un contrattacco di Sokolov (18-24). Parziale di 4-13 dal 14-11. Simon si fa murare da Lisinac (20-24), ma un Sokolov in crescita dopo l’avvio in sordina chiude il parziale: 20-25.

2° set: La rotazione con Bruno in battuta a cercare Russell in ricezione è un incubo per Trento: Simon stampa 2 muri su Russell e poi uno su Candellaro che si presenta in attacco dopo aver ricevuto (0-3). Si torna da Russell che però incoccia contro il muro di Simon e Sokolov (0-4). Dentro Van Garderen per Russell, ma Bruno cambia direzione di battuta e fa 2 ace su Kovacevic (0-6). Il brasiliano fa pure una difesa su Vettori e Juantorena capitalizza: 0-7. Dentro Codarin per Candellaro, ma è Vettori a togliere il servizio a Bruno: 1-7. Trento prova a rientrare nel set con 3 punti consecutivi di Kovacevic (2 in attacco e nel mezzo uno a muro su Sokolov) dal 2-9 al 5-9. Il serbo è caldo e fa anche l’ace del 7-10 che convince De Giorgi a spendere il suo time-out. Leal attacca lungo ed il set è ufficialmente riaperto: 8-10. Van Garderen (10-11) e Vettori che sfrutta un’alzata a vuoto di Bruno completano la rimonta: 12-12. Codarin firma il sorpasso murando Juantorena (13-12), che però si rifà con 2 punti consecutivi: 13-14. La Lube torna a +2 con un muro di Cester su Lisinac (16-18), ma si fa riprendere dal muro del rientrante Russell su Sokolov (19-19). De Giorgi si gioca Kovar in seconda linea su Leal e per un’azione il doppio cambio D’Hulst-Cantagalli, ma Trento torna avanti quando Giannelli vince un contrasto a rete con Juantorena (21-20), azione rivista al videocheck. E’ la svolta del set perché la Lube va in confusione: contrattacco di Kovacevic (22-20), muro di Giannelli su Sokolov (23-20), contrattacco di Vettori (24-20). Il servizio di Bruno stavolta è lungo ed è 25-21.

3° set: Dopo lo choc del set perso dopo l’iniziale 7-0 è comunque la Lube a partire meglio. Attacco out di Kovacevic (1-3), fallo in palleggio dopo ricezione negativa su servizio potente di Simon (2-5), contrattacco di Leal (4-8), attacco out di Vettori (5-10). Sul 9-13 entra Codarin per Lisinac. Il primo break point trentino arriva con Kovacevic dopo scambio prolungato (10-13) e ne segue subito un altro con l’ace di Giannelli: 11-13. La Lube riprende a fare “cambipalla” e torna +4 con un ace di Bruno: 14-18. Trento sbaglia 2 battute, Leal risolve una palla difficile e le distanze restano invariate: 18-22. Vettori spara out il 18-23 e Leal firma gli ultimi 2 punti Lube: 19-24 e 19-25.

4° set: Restano in campo Codarin e Diamantini. Break Trento con un muro su Juantorena (3-1), pareggia Simon con un ace (3-3). Trento torna a +2 con un contrattacco di Kovacevic (7-5), tiene il vantaggio con Russell che chiude un superscambio e poi allunga grazie al servizio di Vettori che frutta 2 palle slash su cui Bruno invade: 10-6. De Giorgi spende il time out, ma Vettori fa ace su Leal che lascia il posto a Kovar: 11-6. Momento straordinario di Vettori che fa altri 2 ace: 13-6. Juantorena aggiunge un attacco out: 14-6. Sul 15-8 entra D’Hulst per Bruno. La Lube non reagisce e Trento allunga ancora con Candellaro: 20-12 (slash) e 23-14 (muro su Simon). Un errore di Sokolov chiude il set sul 25-15.

5° set: Tornano Bruno e Leal, restano Diamantini e Codarin. La Lube non sfrutta un paio di occasioni di break-point (1-1 e 3-3) e così il primo è di Trento con Russell che punisce la ricezione lunga di Leal sul servizio di Kovacevic: 5-4. Juantorena però risolve una situazione difficile (5-5) e manda in battuta Bruno: attacco out di Russell (5-6 col videocheck che conferma la mancata deviazione del muro), muro di Simon su Russell (5-7) e attacco out di Vettori: 5-8. Si cambia campo e c’è Van Garderen per Russell. Bruno sbaglia il servizio (6-8), ma la Lube supera la P1 con un primo tempo di Simon (6-9) e scollina il turno di battuta di Vettori con un mani e out di Sokolov da posizione difficile (7-10). Simon si esalta in battuta: ace (7-11), contrattacco di Juantorena dopo difesa su Giannelli (7-12), muro su Vettori chiamato ad attaccare una palla difficilissima (7-13) e ancora ace (7-14). Simon sbaglia il servizio (8-14), Russell fa mezzo punto in battuta e chiude in pipe (9-14), Sokolov va out dopo scambio prolungato (10-14). De Giorgi è costretto al time-out. Alla ripresa ricezione negativa di Leal che però trova il mani e out contro il muro a 3: 10-15.

Sostieni Volleyball.it