Del Monte Coppa Italia: Perugia seconda finalista. Comodo 3-0 a Trento

1109

Del Monte Coppa Italia: Seconda semifinale
Diatec Trentino – Sir Safety Conad Perugia 0-3 (17-25, 17-25, 17-25) – il tabellino

Tabellini in pdf 1° set – 2° set – 3° set – Totale

BARI – Non c’è storia nella seconda semifinale della Del Monte Coppa Italia. La Sir Safety Conad Perugia conferma i favori del pronostico e strapazza con un sonoro 3-0 una Diatec Trentino assolutamente mai in partita e mai vista in anni recenti così in disarmo ad una F4. I timidi segnali di miglioramento mostrati nel corso dell’anno dalla truppa di Lorenzetti oggi proprio non si sono visti anche perché la Sir dall’altra parte della rete è apparsa letteralmente uno schiacciasassi.

PIU’ E MENO – Tutto bene in casa umbra a cominciare da un Atanasijevic a tratti indemoniato (16 punti, 57% di vinc. e 43% di eff. in att. ) e da uno Zaytsev più pimpante (64%, 0 murate, 1 errori) e più coinvolto del solito in attacco. Non da meno la prestazione degli altri perugini. Da segnalare i 4 muri di Anzani. Per Trento spiccano in negativo il -40% di eff. in att. di Eder, seguito dal -17% di Hoag e dal +17% di Vettori che ha alzato le sue percentuali nel 3° set. Male anche Lanza che realizza solo 3 punti (27% in att.).
Abissali le differenze di squadra: 54% a 38% in att., 9 a 3 a muro, 6 ace e 9 errori gli umbri, 3 ace e addiritttura 18 errori i trentini.

COSA VI SIETE PERSI – In generale la prestazione di alto livello di Perugia, ma il colpo d’antalogia che ha mandato in visibilio il numeroso pubblico del Palaflorio con applausi unanimi è stata la diagonale stretta di Atanasijevic valsa il 13-20 nel terzo set.

SQUADRE IN CAMPO – Nessuna sorpresa nei sestetti. La Sir è in formazione tipo e dunque schiera De Cecco-Atanasijevic; Russell-Zaytsev; Podrascanin-Anzani; Colaci (L). Trento non recupera De Pandis e dunque in campo ci sono Giannelli-Vettori; Kovacevic-Lanza; Eder-Kozamernik e Chiappa (L).

LA PARTITA  – Il primo vantaggio consistente della Sir arriva sul 5-8 quando il pallone appoggiato in palleggio da Atanasijevic cade nel tempo trentino convincendo Lorenzetti a spendere un time-out. Kozamernik e Kovacevic (bell’ace su Colaci) colmano il gap (8-8). Trento regge sino al 11-11 poi un muro su Vettori dopo scambio prolungato (11-13) dà il là alla fuga umbra: immediato 11-14 con ace di Podrascanin, poi 14-18 col muro ancora del serbo su Vettori e 15-20 col contrattacco di Atanasijevic. Nel finale entra Hoag per Lanza, ma è suo l’errore del 17-23. Perugia chiude con Russell (17-24) ed un altro muro su Vettori: 17-25. 22% in att. per Trento (0/7 per Lanza, 0% di eff. per Vettori per via dei 3 muri subiti) che sbaglia anche 7 battute.

Eder apre il parziale con 2 ace (2-0), ma arriva subito il gran muro a uno di Russell su Vettori (2-2). Atanasijevic regala un break a Trento (4-2), ma Kozamernik restituisce il favore (5-5) e Perugia mette la freccia con un ace di Russell (5-6) ed un contrattacco di Atanasijevic sull’ennesimo pallone difeso a Lanza: 6-8. Sul 7-9 entra Hoag da opposto al posto di Vettori e va subito a segno: 8-9. E’ comunque Perugia a trovare altri break con difesa e contrattacco: prima il solito Atanasijevic (8-11), poi una bella pipe di Zaytsev (8-12). Il serbo fa malissimo ai trentini anche dai 9 metri: ace del 10-15 e del 10-17 e nel mezzo anche il contrattacco del 10-16. Torna Vettori per Hoag, ma non serve così come è inutile l’ingresso nel finale di Zingel (per Eder). Perugia è lanciatissima e vola sul 15-24 (out di Vettori). Lanza finalmente fa vedere 2 bei colpi in attacco (17-24), ma Podrascanin è imperioso al centro: 17-25.

Trento con Hoag al posto di Lanza, ma dopo l’iniziale 5-5 Perugia allunga murando proprio Hoag (5-6) e poi Vettori (5-7) con il canadese che concede anche il 5-8. L’appoggio sbagliato di Chiappa (8-12) suona come una resa anticipata. Infatti la Sir non concede nulla mentre Hoag sbaglia ancora (12-17) e la fine arriva presto: ancora 17-25 su attacco in rete di Kovacevic.

Sostieni Volleyball.it