MODENA – Nella puntata di riapertura della stagione 2020/21 della trasmissione Barba&Capelli Paolo Reggianini ha intervistato – tra i diversi ospiti – Massimo Righi.

Tra i temi, la presenza del pubblico nei palasport e, ultimo, ma non ultimo, la finale di Del Monte Supercoppa all’Arena di Verona dopo il flop della Supercoppa femminile che ha dovuto abortire la Final4 in Piazza dei Signori sin dalla seconda semifinale per non aver previsto e saputo fronteggiare l’umidità sul campo.

Righi sulle riaperture al pubblico: “Primo passo che ci auspicavamo. Dobbiamo dire grazie al Governatore Bonaccini che ha firmato l’ordinanza. Le deroghe sono ad hoc, in alcune regioni come il Lazio è stata bocciata, per l’Umbria stiamo aspettando la firma della deroga a ore. Puntiamo alla riapertura anche per il campionato. Anche se le sensazioni non sono positive perché tutti si stanno trincerando dietro alla riapertura delle scuole. Lo sport non può dipendere dalla questione scuole quando teatri e altri scenari sono stati riaperti. Credo che per il Governo lo sport sia calcio e la prudenza utilizzata per quella disciplina va a penalizzare sport come il nostro”.

“All’estero riaprono, qui in Italia c’è la percezione che lo sport sia figlio di un dio minore. Per il momento prendiamo atto della situazione, credo che le prime due/tre giornate di campionato saranno ancora a porte chiuse, poi dopo auspico una riapertura”.

Su Verona, stuzzicato dopo il flop di Vicenza e la Supercoppa femminile, Righi spiega… “Il problema dell’umidità è sotto controllo, un problema isolato già da alcune settimane. Due le strade che ci hanno da tempo ipotizzato, dai soffioni d’aria calda verso il campo e l’altro è quello delle serpentine. Stiamo lavorando sulla seconda soluzione perché è quella più equilibrata. Gli unici problemi che non possiamo combattere sono vento e pioggia, nel caso si giocherà nel PalaOlimpia di Verona…”

Ingressi… “Ad oggi sappiamo che saranno 3800 posti, ma la situazione è in evoluzione, la curva contagi del Veneto potrebbe farci calare il numero di posti. Ad oggi daremo circa 500 biglietti a ciascuna finalista e 2000 biglietti saranno in vendita con una prevendita last minute”.