Del Monte Supercoppa: Dichiarazioni post gara. Medei, Stankovic, Cantagalli, Urnaut, Lorenzetti, Grebennkov, Bernardi e Colaci

PERUGIA – Le dichiarazioni post gara delle semifinali di Del Monte Supercoppa.

Cucine Lube Civitanova – Azimut Leo Shoes Modena 2-3 

GIAMPAOLO MEDEI (allenatore Cucine Lube Civitanova): “C’è rammarico, soprattutto per il primo set perso a causa di qualche malinteso. Ci può stare in questo momento della stagione, ma giocatori così esperti possono evitarlo. Abbiamo giocato due partite perché fino all’inizio del quarto set siamo andati bene, poi c’è stata una flessione e non ci siamo più ripresi, nonostante il 13-15 finale del tie break”.
 
DRAGAN STANKOVIC (Cucine Lube Civitanova):“Mi complimento con Modena perché ha giocato bene e ha fatto il suo lavoro: in questo periodo della stagione, quando le squadre non hanno ancora trovato gli equilibri, è importante non sbagliare troppo. Noi abbiamo commesso tanti errori sia in battuta che in attacco sprecando troppe occasioni.”
 
LUCA CANTAGALLI (assistente allenatore Azimut Leo Shoes Modena): “La Lube ha giocato bene, ma noi abbiamo ribattuto colpo su colpo anche con qualche difficoltà in ricezione sulla jump float. In questo periodo non è possibile parlare di tecnica e di tattica, abbiamo giocato col cuore. Lasciamo al prosieguo della stagione gli altri giudizi. Ci godiamo queste poche ore di successo e pensiamo alla finale di domani”.
 
TINE URNAUT (Azimut Leo Shoes Modena): “Sono molto felice perché abbiamo dimostrato di non mollare anche quando eravamo sotto per 2-1. Sono contento per aver portato a casa una vittoria contro una squadra avversaria che era data per favorita: ora pensiamo alla finale di domani”.

Sir Safety Conad Perugia – Itas Trentino 0-3

Lorenzo Bernardi (allenatore Sir Safety Conad Perugia): “Non mi piace mai perdere, ma va dato merito ad alcune individualità di Trento che sono riuscite a fare la differenza come mi aspettavo. Per noi è un brutto risveglio che ci farà prendere coscienza di cosa dobbiamo fare per migliorare e di quello su cui lavorare con la squadra”.
 
Massimo Colaci (Sir Safety Conad Perugia): “Abbiamo sofferto un po’ troppo sul cambio palla, sia per qualche ricezione sbagliata che per alcune scelte non felici in attacco. Trento è stata più brava nelle situazioni difficili e ha attaccato meglio le palle scontate imponendosi”.
 
 
Angelo Lorenzetti (Itas Trentino): “Da parte mia c’è la felicità che accompagna ogni successo, ma dobbiamo lavorare perché siamo all’inizio di un percorso e gli acuti dei sigoli hanno fatto la differenza. Si possono dire tante cose, ma c’è un solo dato di fatto ed è la vittoria”.
 
Jenia Grebennikov (Itas Trentino): “Sono contento per questa affermazione e per l’entusiasmo generato. Leon è fortissimo in battuta, ma oggi abbiamo fatto del nostro meglio e siamo in Finale. Quello trentino è un buonissimo gruppo. Lavoreremo sodo per migliorare ancora”.