Doping amministrativo: Bonifici “fantasma”? Quando la Legadonne non controlla il CRO

Legnano dichiara di aver pagato un'atleta creditrice al Giudice di Lega ma il bonifico non è mai arrivato... Perché in Legadonne non si vuole tutelare davvero i tesserati? Perché Fabris, lo #sceriffodeldopingamministrativo, non vuole destinare la fidejussione anche alle atlete e ai tecnici se davvero, come pomposamente ingiustificatamente sostiene, il "doping amministrativo" è stato da lui sconfitto?

MODENA – Curiosità a posteriori sul caso Sab Legnano dopo le inefficaci sanzioni richieste dalla legadonne per i debiti maturati sin dall’avvio della stagione (si riferiscono infatti al 31/12) verso Andrea Pistola e Alice Degradi.

Stando al documento ufficiale del Tribunale Federale si è letto che il Giudice di Lega ha ricevuto da una atleta del club milanese comunicazione relativa al mancato pagamento di due mensilità scadute alla data del 31 dicembre 2017, pari all’importo totale di euro 5.000.00. Di contro il club avrebbe inviao al Giudice di Lega – in data 24/01/2018 – copia del bonifico effettuato in favore dell’atleta.

Pare però che ad oggi – dopo 3 settimane – di quei 5000 € sul conto dell’atleta non ci sia traccia… 

Che è successo quindi? Si tratta di un bonifico stile “rimborsopoli”? Fatto e annullato nelle 24 ore? E’ stato errato l’IBAN e ora a godersi quei 5000 € è tale “Alice nel Paese delle Meraviglie”?

Scherzi a parte, il Giudice di Lega ha il dovere morale di indagare. Ha ricevuto documenti falsi da un suo club? Le sanzioni di 1 sol punto e 2500 € di sanzione sono da aumentare? Perché non è stato chiesto all’atleta che ha segnalato il difetto del club se il suo credito era stato davvero estinto? Bastava poco per verificare… il CRO.

Perché la Legadonne continua a non tutelare veramente i tesserati? Perché Mauro Fabris, lo #sceriffodeldopingamministrativo, si bulla di aver sconfitto il malvezzo quando in realtà non accetta – come nel maschile – di inserire tra coloro che possono rifarsi sulla fidejussione dei club anche i tesserati? Una fidejussione che resta alla Legadonne – associazione dei club – è solo una partita di giro da un club ai club.

Poi dalla legadonne alti dirigenti mi accusano – via email – di pregiudizio nei loro confronti. Che coraggio.

Sostieni Volleyball.it