Due chiacchiere con Martina Ventura

53
È la donna della Winter Cup, conosciamo meglio Martina Ventura. Di cosa ti occupi nella vita? Sono allenatrice di pallavolo nel settore giovanile principalmente nelle categorie di Under 11, 12, 14 e studio presso la magistrale di scienze motorie. Che ruolo/i ricopri all’interno della Scuola di Pallavolo? Mi occupo dell’organizzazione della Moma Winter Cup, in particolare delle iscrizioni al torneo, alleno come prima allenatrice una Under 11 Femminile e una Under 12 Femminile, mentre come seconda allenatrice l’Under 14. Da quanto tempo fai parte di questa grande società? La stagione 2020-2021 è la quarta stagione che vivo all’interno di Scuola di Pallavolo. Come sei entrato a farne parte? Sono entrata a far parte di questa famiglia grazie a Susanna Benedetti, conosciuta durante la triennale di Scienze Motorie. Cosa ami di questo mondo? Adoro condividere la mia più grande passione con le mie atlete e essere sempre a contatto con le persone. Qual è il ricordo più bello che hai degli anni vissuti in Scuola di Pallavolo? Il ricordo più bello è stata l’emozione delle finali della Winter Cup dello scorso anno. Dopo mesi di duro lavoro di organizzazione vivere la giornata al Palapanini è stato bellissimo. Come allenatrice poi è davvero soddisfacente apprezzare i miglioramenti delle mie piccole squadre, ogni obiettivo raggiunto è emozione! Cosa ti porti dietro della pallavolo nella tua vita quotidiana? La pallavolo mi ha insegnato che per ottenere qualcosa bisogna impegnarsi e che nulla arriva senza sacrificio. Ogni sconfitta è un punto di partenza e di crescita e anche nei momenti di duri bisogna essere in grado di sorridere e andare avanti. Sicuramente mi ha insegnato ad affrontare la vita con grinta e determinazione . Cosa ti sta insegnando la condizione attuale? La situazione in cui ci troviamo mi ha insegnato che nulla è fermo ma tutto si trasforma, ciò che conoscevamo in termini allenamenti in palestra possono essere rivisitati per continuare la nostra attività e mantenere attivi gli atleti  in termini di attività fisica e passione.

Sostieni Volleyball.it