Emilio Spirito, CEO di Data Project premia Solberg top scorer maschile
Emilio Spirtio premia Jualiana, top scorer femminile
L’AIA – Dopo i successi nella pallavolo indoor (l’ultimo, in ordine di tempo, è il sistema per chiamare timeout, sostituzioni e video challenge con i tablet integrato con e-scoresheet, che sarà usato ufficialmente dalla FIVB nelle finali di World League a Rio de Janeiro), Data Project ha fatto il suo esordio mondiale anche nel Beach Volley, portando quegli elementi distintivi che da sempre fanno parte del DNA dell’azienda: innovazione e tecnologia.

Dall’inizio della stagione di beach Data Project, in collaborazione con i responsabili beach della FIVB, ha messo a punto e-Scoresheet Beach, il referto elettronico, che è stato usato su tutti i campi del campionato mondiale di Beach Volley appena concluso in Olanda e presto diventerà lo strumento di refertazione ufficiale della federazione internazionale e di quella europea.

e-Scoresheet Beach forma un sistema integrato, semplice e moderno in sinergia con il LiteScore, il tabellone segnapunti a LED luminosi che permette ad arbitri e pubblico di essere sempre aggiornati su tutte le informazioni principali della partita (punteggio, Timeout, giocatore in battuta, set vinti), ed ha contribuito al grande successo della manifestazione.

Il particolare che completa e rifinisce il successo di questa azienda italiana ai vertici mondiali è dato dal fatto che tutte le partite sono state rilevate con Click&Scout in modalità Beach, che ha permesso di avere anche le classifiche di rendimento per cui, al termine della manifestazione, per la prima volta si sono premiati anche il miglior attaccante, il miglior muro e il miglior battitore.

Infine, con grande soddisfazione, la Federazione internazionale ha chiesto a Emilio Spirito, CEO di Data Project, di premiare il best scorer di entrambe le competizioni (maschile e femminile), individuato proprio sulla base dei dati rilevati con Click&Scout Beach.

Un evento storico per il beach volley al suo potenziale anno 0 come il 1989 lo fu per la pallavolo indoor quando si diede il via alla scoutizzazione di tutte partite di Serie A1.