Elezioni Fipav: Alessandro Clò nuovo presidente del CT Modena

121
Passaggio della campanella... tra Gollini (dx) e il nuovo presidente Clò

MODENA – Si sono svolte sabato mattina al PalaPaganelli di Sassuolo le elezioni per il nuovo Consiglio Territoriale Fipav Modena e per il Presidente provinciale per ciò che concerne il quadriennio 2021-2025 e in successione di Eugenio Gollini, che dopo il suo mandato di quattro anni tenterà l’avventura nel Consiglio Nazionale della Fipav a Roma. Il nuovo Presidente è Alessandro Clò e attorno a lui il nuovo Consiglio è composto da volti nuovi e conferme, ovvero Elisa Pedroni, Maurizio Marinelli, Simone Tassoni, Manuel Armaroli, Andrea Bergamini e Alberto Guidetti, mentre Stefania Luppi sarà revisore dei conti.

“Credo di essere particolarmente fortunato – le prime parole del neo-presidente Clòperché ho trovato un Comitato ottimamente gestito. Vorrei fare qui un ringraziamento particolare ad Eugenio Gollini, che mi ha preceduto, per l’impegno, la passione e i risultati che ha raggiunto. Un Comitato vivace e con persone con grande voglia di fare. Credo ci siano tutte le premesse per svolgere al meglio il compito cui siamo chiamati, per le società che, non dimentichiamolo, costituiscono uno dei più importati movimenti  nel panorama del volley in Italia”.
Il nuovo Presidente non ha perso tempo e si è già dato obiettivi e priorità per i prossimi mesi: “La priorità in questo momento è quella di poter ricominciare, aiutando tutte le società e tutti gli atleti ad essere di nuovo protagonisti. Proprio per questo, prima di qualsiasi altro ragionamento sul futuro, ci siamo dati uno slogan che è anche un programma e una sfida, ed è ‘TUTTIINCAMPO!’. Ci auguriamo anche di poter presto ritornare ad una situazione di ‘normalità’ che ci consenta di tradurre in azioni quella progettualità che abbiamo condiviso con gli altri componenti del Comitato, fatta di ascolto delle società, di servizi alle stesse, di formazione. Con uno sguardo di particolare attenzione ai più piccoli e l’obiettivo di coinvolgerli fin da bambini nel nostro sport: come momento di divertimento, ma anche di crescita”.
Dal canto suo Eugenio Gollini ha lasciato con grande orgoglio per i risultati conseguiti in quattro anni di mandato intensi e imprevedibili, con una crescita costante e iniziative sempre nuove e all’avanguardia fino alla mazzata di un anno fa, quando la pandemia da coronavirus ha fermato tutto: “Lascio un comitato territoriale in salute, conti in ordine, una squadra meravigliosa di persone competenti e disponibili – racconta Gollini, ora candidato al consiglio nazionale di Roma –. Non posso non citare, in questo contesto, Elisa Pedroni e Maurizio Marinelli, vere e proprie anime del comitato e i nostri partner, un aiuto fondamentale, Avis Modena in particolare. Sono orgoglioso di molte cose: la sede nuova (per cui ringraziamo sentitamente il CONI); la Festa Nazionale Volley S3 con 3mila persone al PalaPanini nell’autunno 2017 e poi tutto il percorso S3 nel quadriennio; il ritorno col nostro stand alla Fiera di Modena; l’organizzazione con Modena Volley della VNL al palasport; il Gioco Sport col Comune di Modena al Parco Ferrari; le memorabili premiazioni in Piazza XX Settembre grazie alla collaborazione con Modenamoremio e il Comune; poi c’è la nostra formazione continuativa e intensa su defibrillatori e Blsd; la formazione con Julio Velasco al palasport con oltre 2mila persone; la serata al Baluardo di presentazione del libro “Modena Capitale della pallavolo”; la serata con Lorenzo Bernardo per presentare il suo libro al Forum Monzani con Velasco, Proli e Domenicali. Vado anche molto fiero dell’attività che abbiamo creato in quest’ultimo anno, raddoppiando gli sforzi: parlo dei Volley Home Game, i Volley Home Game Championship e la Volley Home Game University e il continuo rapporto con le società per tentare di supportarle in questo periodo di sopravvivenza. Credo e spero che la stagione 2021/22 sia quella del ritorno alla normalità”.

 

Sostieni Volleyball.it