Elezioni Fipav: Due candidati per la presidenza del CR Sicilia, Di Giacomo vs Gambero

295

MODENA – Dalla Sicilia vengono ufficializzate oggi le ufficializzazioni delle candidature per la Presidenze Regionale FIPAV.

I DUE COMUNICATI

NINO DI GIACOMO FOR PRESIDENT
La Società Seap Dalli Cardillo Pallavolo Aragona annuncia con grande soddisfazione la candidatura del presidente Nino Di Giacomo alla carica di Presidente del Comitato Regionale Fipav Sicilia. La candidatura di Nino Di Giacomo è stata fortemente voluta dai territori. 
Le elezioni si terranno nel mese di febbraio 2021. Nino Di Giacomo, dunque, è l’uomo scelto per cambiare il passo della Fipav Sicilia. Questo è il commento dei comitati provinciali Fipav della Sicilia che hanno puntato sulla candidatura di Nino Di Giacomo: “Uomo di sport con infinita esperienza Nino Di Giacomo, una vita spesa al servizio della pallavolo come arbitro, allenatore, dirigente e presidente di squadre di serie A. Nella sua lunga carriera Nino Di Giacomo è stato anche Team Manager della Nazionale Bulgara, nonché procuratore di grandi campioni fra i quali Ivan Zaytsev, Alessandro Fei, Rafael Pascual, Lyubo Ganev, quest’ultimo attuale presidente della federazione Bulgara e componente del board di direzione della Cev. La scelta rappresenta sicuramente un punto di rottura con il passato non avendo, il neo candidato alla presidenza di Fipav Sicilia, mai ricoperto incarichi all’interno della Federazione Italiana Pallavolo pur avendo vissuto, sempre da protagonista, il movimento pallavolistico isolano. La fiducia riposta in Nino Di Giacomo, un tecnico al servizio della pallavolo siciliana, va a premiare un vissuto sportivo fra i più importanti della Regione; alla grande passione e dedizione di Nino Di Giacomo per la pallavolo si vanno ad aggiungere le sue spiccate doti manageriali e politiche che negli anni hanno modellato quel personaggio carismatico che oggi ha deciso, sostenuto da tantissime realtà, di spendersi in prima persona per la Fipav Sicilia”.

 

GIUSEPPE GAMBERO FOR PRESIDENT
“La priorità sarà la valorizzazione dei territori, come sancito nell’ultima Consulta dei Presidenti”. Ormai è ufficiale la discesa in campo del presidente del Comitato Territoriale della Fipav Catania, Giuseppe Gambero, che concorrerà alle prossime elezioni per carica di presidente regionale della Federvolley. Una scelta programmatica quella del massimo dirigente catanese, 47 anni, da oltre un ventennio impegnato al servizio della pallavolo siciliana.
Una carriera di dirigente sportivo ricca di esperienze, quella di Gambero, che ha avuto un percorso di crescita e di conoscenza nella Winner e nel Volley Club Catania, ma che ha avuto il suo definitivo trampolino federale in campo provinciale sotto la presidenza Scuderi e in campo regionale con il colonnello Di Pietra, dove ha ricoperto il ruolo di vice presidente, vivendo stagioni significative con risultati prestigiosi come lo scudetto femminile nel Trofeo delle Regioni.
“Ho conosciuto – ci spiega – la macchina organizzativa dalla base. Ricordi quei primi giorni in Federazione, dove cominciai chiaramente ad apprezzare il lavoro di segreteria. Da lì è stata una crescita costante sul piano personale ricca di momenti che mi hanno regalato emozioni indescrivibili”.
Nel 2008 la scelta di scendere alla guida di Catania, succedendo ad Enzo Falzone, diventato nel frattempo massimo dirigente federale regionale. In quella sessione elettorale Gambero iniziò un percorso nuovo, ricco di spunti e di risultati importanti, ottenuti anche in campo giovanile e nel settore scuola con il Pallavolando. Nei suoi tre mandati spiccano diversi grandi eventi come il Gran Prix femminile e il girone di qualificazione alle Olimpiadi, che ha portato la nazionale donne a Tokyo 2020. Un investimento quest’ultimo notevole in termini di risorse e di programmazione che ha prodotto un evento che si è rivelato un successo, condiviso in campo regionale anche con i comitati territoriali che hanno partecipato alla macchina organizzativa. Poi, purtroppo, il covid e lo stop dei campionati hanno frenato tutto.
“Il difficile momento che stiamo vivendo – rivela Gambero – rappresenta l’occasione per riflettere sullo stato attuale del nostro movimento e provare le contromisure necessarie sul piano programmatico”.
La forza delle idee deve quindi fare la differenza. “Il programma sarà costruito con le professionalità territoriali e le società che, per colpa del coronavirus, stanno soffrendo lo stop delle attività. È mia intenzione anche sui social dare spazio alla promozione delle idee, per chi ha una proposta e un progetto da portare avanti, garantendo nuova linfa a tutta l’attività”.
Un punto fermo della campagna elettorale per l’elezione alla presidenza della Fipav Sicilia è il solido rapporto con Roberto Mormino, presidente del Comitato Territoriale della Fipav Palermo. “In questi anni si è creato un rapporto di costante collaborazione con Roberto (Mormino ndr). Farà parte della squadra dei consiglieri regionali, un riferimento importante perché porterà con sé 15 anni di esperienza collaudata alla guida del Ct di Palermo”.

Sostieni Volleyball.it