Sorokaite, lituana e italiana… oggi davanti alla TV – foto © Tarantini, rip. vietata
di Indre Sorokaite

Eurobasket, quarti di finale, Italia vs Lituania… non vedo l’ora.

Non poteva capitare una partita più bella e più sentita in questo Europeo  di basket per me.

La Lituania ha sin qui fatto bene, tranne che nella prima partita contro i serbi. L’Italia invece sta dimostrando di essere una squadra sicuramente non inferiore ad una qualsiasi altra nazionale, pur avendo una squadra praticamente nuova. Non posso prendere un esempio migliore della partita contro una Spagna, avversario sempre di primissimo livello, con giocatori di qualità… l’Italia però ha giocato con tanta voglia e cuore… ed ecco la somiglianza con la Lituania 🙂

Per chi tifo?  Farò grande tifo… la difesa della Lituania contro le triple di Belinelli e Gentile. Due allenatori Kazlauskas e Pianigiani che hanno fatto la storia nel basket. Ma anche se ci provassi, davvero, è impossibile sbilanciarsi. Quindi dico vinca il migliore 🙂

Penso a mio padre che in Lituania seguirà la partita. Manco da chiedere, scherzate??? Tutto il paese si fermerà per questa partita. E dopo domani tutti ne parleranno! Sarebbe un disonore non guardarla 🙂 e ovviamente per i lituani non esiste che io sostenga l’Italia…

Per l’ennesima volta il mio sangue scorrerà per la Lituania ed il cuore batterà per l’Italia!!! 

Nel basket tifo sempre Zalgiris, sono sempre di Kaunas, quindi non potrei sostenere una squadra diversa… :). E’ uno sport che mi piace ed è vero che mi piace fare due tiri quando ho del tempo libero. Anche con mio fratello che si diverte sfidandomi nell’1vs1, mi frega sempre!!!

Ma a beachvolley siamo una coppia inseparabile (ed invincibile) 🙂

Ovviamente non dimentico il volley. Per quanto riguarda questa stagione della nazionale è stata indimenticabile. Ci siamo conquistate la Final Six del Grand Prix. Giocare e confrontarci contro le nazionali e le giocatrici più forti al mondo è stato un onore! 

Poi l’Europeo! Il mio sogno! Certo, come ogni atleta sono molto ambiziosa e quindi non mi accontento mai! Certo avrei voluto andare fino in fondo ma in queste competizioni vince il lavoro di una squadra. Il migliore lavoro di una squadra, e noi dobbiamo migliorare tanto.

Ed ecco perché sono molto contenta della mia scelta direi azzeccata di andare a giocare in Giappone, nel loro campionato. Quando tornerò allora né Brasile né Serbia avranno più scampo 🙂

Direi…. never give up… e ora tutti a sostenere il miglior basket!