Eurobeachvolley: A Jurmala azzurri a caccia dell’Europa

209

JURMALA – Da domani, martedì 15 settembre a Jurmala (Lettonia), prenderanno il via i Campionati Europei di beach volley, che termineranno domenica 20 con le gare che assegneranno le medaglie. L’evento clou continentale di beach volley tornerà sulla spiaggia di Majori dopo che la località balneare più famosa della Lettonia aveva già ospitato i Campionati Europei nel 2017, anno in cui a trionfare furono gli azzurri Daniele Lupo e Paolo Nicolai.
Novità dell’ultima ora è il cambio coppia effettuato nel tabellone maschile con Jakob Windisch che affiancherà Adrian Carambula. Il giovane azzurro sostituirà Enrico Rossi che ha dovuto dare forfeit a causa di un problema alla spalla. Con loro confermati gli atleti dell’Aeronautica Militare, vice campioni olimpici e tre volte campioni continentali (2014, 2016, e nel 2017 proprio a Jurmala) Daniele Lupo e Paolo Nicolai e nel tabellone femminile Marta Menegatti e Viktoria Orsi Toth.

Le azzurre allenate da Terenzio Feroleto sono inserite nella pool F insieme a Hermannova-Slukova (Repubblica Ceca), Jupiter-Chamereau (Francia) e alle padroni di casa Namike-Brailko (Lettonia).
Nel tabellone maschile Lupo-Nicolai sono stati inseriti, come teste di serie, nella pool E dove se la dovranno vedere con Heidrich-Gerson (Svizzera), Walkenhorst-Winter (Germania), Dziadkou-Piatrushka (Bielorussia).
Infine, Jakob Windisch e Adrian Carambula, sono stati sorteggiati nella pool H con Herrera-Gavira (Spagna), Seidl Rob-Waller (Austria), Krattiger-Breer (Svizzera).

 Queste le parole del tecnico di Menegatti-Orsi Toth, Terenzio Feroleto: “Ci siamo preparati un mese e mezzo per arrivare pronti a questa manifestazione. Sarà un torneo molto complicato perché ci sono tante squadre forti ai nastri di partenza e soprattutto giocheremo dopo tanto tempo che siamo stati fermi. Abbiamo cercato di organizzare il tutto, anche sacrificando un po’ la prima parte di competizioni, per arrivare pronti alla rassegna continentale. Io penso che la difficoltà maggiore deriva dal livello estremamente alto dell’evento. Non è un torneo normale, perché tutti ambiscono a salire sul gradino più alto del podio. Un altro fattore importante è che questo è l’unico torneo valevole sinora per le Olimpiadi, per questo motivo tutti quanti saranno alla ricerca di più punti possibili. A Jurmala fa freddo e c’e molto vento, quindi condizioni climatiche differenti dall’Olanda dove abbiamo fatto un buon torneo, ma questo è il beach volley”. “Sono tutte e tre coppie molto fortiFeroleto analizza la pool – La Lettonia non la conosco bene, però, sicuramente giocando in casa sarà molto agguerrita. La coppia della Rep. Ceca molto forte, così come la Francia che cerca di guadagnare posizioni nella classifica che conta, ci sarà da battagliare. In tutte le partite dovremo dare il massimo, non ci si può rilassare, c’è solo da fare il nostro meglio e poi vedremo cosa esce fuori. Il risultato sarà una conseguenza di quello che riusciremo a dimostrare in campo”. “Sinceramente spero per tutto lo sport in generale e non solo per il beach volley, che questo non sia l’ultimo torneo di questa stagione – conclude TerenzioVorremmo continuare a giocare, a divertirci, ad allenarsi e a rivedere di nuovo tante facce amiche. Fermarsi di nuovo sarebbe ancora più complicato per l’eventuale ripresa. Spero che questo Europeo ci offra una possibilità per ritornare alla tranquillità”.

Matteo Varnier, tecnico di Lupo-Nicolai, presenta così il torneo continentale: “È stata un’annata un po’ strana perché avevamo impostato la programmazione con una previsione di zero tornei e in realtà poi è stata inserito l’Europeo di Jurmala un po’ in ritardo rispetto a quelli che sono i tempi standard per preparare una manifestazione simile, perciò abbiamo fatto tutto un po’ di corsa. Non abbiamo sulle spalle il numero di allenamenti che degli altri anni, però anche gli altri sono nella stessa situazione, quindi si partirà tutti quanti alla pari. Paolo e Daniele sono una coppia esperta, abituata a giocare manifestazioni che assegnano titoli o comunque grandi eventi, quindi faccio anche affidamento al nostro bagaglio di gioco. Le difficoltà sono sempre le stesse l, nel senso che non ti puoi permettere passi falsi. Forse te ne puoi permettere uno nel girone, ma dopodiché non ti viene più perdonato niente, tutti si presenteranno in campo con il coltello tra i denti.La squadra coppia tedesca la conosciamo poco, perché in realtà l’anno scorso non hanno giocato moltissimo, e quest’anno so che si sono comportati bene nel lampionato nazionale. La Bielorussia se devo essere onesto è una squadra alla nostra portata, mentre la coppia elvetica, pur non essendo tra le primissime della classifica mondiale, è una formazione con la quale abbiamo perso parecchie volte, e comunque quando ci abbiamo vinto, lo abbiamo fatto sempre soffrendo, sicuramente sarà una partita ostica”. “Quest’Europeo spero possa rappresentare un momento di ritorno graduale alla normalità – chiude Varnier – Nonostante le tante notizie di tutti i giorni, legate al Covid-19, io cerco di trovare sempre degli aspetti positivi, mantenendo la speranza che il torneo di Jurmala possa regalarci un po’ di serenità.”

Le pool delle coppie italiane

Pool E maschile
Lupo-Nicolai (Italia)
Heidrich-Gerson (Svizzera)
Walkenhorst-Winter (Germania)
Dziadkou-Piatrushka (Bielorussia)

Pool H maschile
Windisch-Carambula (Italia)
Herrera-Gavira (Spagna)
Seidl Rob-Waller (Austria)
Krattiger-Breer (Svizzera)

Pool F femminile
Hermannova-Slukova (Repubblica Ceca)
Menegatti-Orsi Toth (Italia)
Jupiter-Chamereau (Francia) 
Namike-Brailko (Lettonia)

Il Calendario (disponibili al momento solo i primi match)
15 settembre
Pool F femminile
ore 13 Menegatti/Orsi Toth – Jupiter-Chamereau (Francia)

16 settembre
Pool E maschile
ore 12 Nicolai/Lupo – Dziadkou/Piatrushka (Bielorussia)
Pool H maschile
ore 10 Windisch/Carambula – Krattiger/Breer (Svizzera)

 

Sostieni Volleyball.it