Europei 2011: Milano e Belgrado cuori del torneo femminile. Largo anche ai giovani

35

ROMA – Come annunciato nei mesi scorsi, Italia e Serbia stanno lavorando per presentare una candidatura congiunta per organizzare i Campionati Europei femminili del 2011.

Questa mattina, nella sede federale a Roma, si sono incontrati i vertici delle due federazioni. Per la Serbia erano presenti il presidente Alexander Boricic, il segretario generale Slobodan Milosevic e la responsabile per i rapporti internazionali Snezana Misic, per l’Italia il presidente Carlo Magri, il consigliere federale e vicepresidente Cev Renato Arena ed il segretario generale Alberto Rabiti.

Si è parlato dei dettagli dell’organizzazione che dovrebbe ricalcare quella della rassegna continentale maschile del 2005, con la differenza che allora le finali si giocarono nel nostro paese, mentre il nuovo progetto prevede che la prima parte del torneo si giochi a Milano e Belgrado e quella finale nella capitale serba.

Nel corso della riunione è emersa la possibilità di proporre congiuntamente un progetto che si rivolga ai giovani e giovanissimi delle scuole, con il coinvolgimento dei rispettivi ministeri competenti. Una iniziativa che prevederebbe dei tornei scolastici con la possibilità di sfide tra squadre italiane e serbe, con finali nell’ambito dell’organizzazione dei Campionati Europei in questione.