Turchia di bronzo - foto © Tarantini

Ultimo-punto-Turchia—foto-Tarantini
Gioia-Guidetti-Turchia—bronzo-foto-Tarantini
Attacco-Turchia—Azerbaijan—foto-©-Tarantini
Abbracco-e-Gioia-Turchia
Festa-Turchia—foto-Tarantini
Finale 3°-4° posto
Azerbaijan – Turchia 1-3 (25-22, 21-25, 14-25, 8-25) – il tabellino

BAKU – Non arriva la prima medaglia europea per l’Azerbaijan che chiude al 4° posto pareggiando il suo miglior risultato ottenuto nel 2005. Il bronzo va al team di Guidetti e per la Turchia è la terza medaglia europea dopo l’argento del 2003 ed il bronzo del 2011.
La nazionale di casa è apparsa affaticata dalla battaglia contro l’Olanda e dopo aver vinto il primo set e combattuto nel 2° ha spento completamente la luce contro una buona Turchia che con il servizio ha messo sotto torchio la ricezione azera.

I SESTETTI – L’Azerbaijan ripropone Samadova nonostante il buon finale di semifinale di Bayramova e dunque si schiera con Yagubova-Rahimova; Samadova-N. Mammadova; Hasanova-Poznyak; V. Mammadova. Guidetti offre un’altra chance ad Ozsoy, in diagonale con Kirdar, e completa il sestetto con Aydemir-Boz; Erdem-Akman ed Orge libero.

PIU’ E MENO – Ozsoy riscatta un europeo per lo più opaco con una bella partita da 23 punti col 51% in att., 3 muri e 1 ace grazie anche alla mossa di Guidetti che la toglie dalla ricezione dopo 2 set. Gran partita anche per Kirdar Bracceschi che affonda l’Azerbaijan con 22 punti, il 68% in att., 2 muri e 1 ace. Il team di Garayev oltre ai cronici problemi in ricezione in regia, nonostante abbia saltato gli ottavi grazie al primo posto nel girone, è apparso invece in debito d’ossigeno e dopo 2 set è letteralmente sparito dal campo con le stelle Rahimova e Mammadova che non sono state in grado di recuperare le fatiche di ieri contro l’Olanda. L’oposta dopo gli 11 punti del primo set ne ha messi assieme appena 8 negli altri 3 chiudendo col 29% di vinc. ed il 17% di efficienza. Anche peggio è andata Mammadova che ha chiuso con appena 6 punti e lo 0% di eff. in att. oltre a 3 err. in ric., 0 ace e 1 err. in battuta.

LA PARTITA
1° set: La Turchia prova spesso a prendere 2 punti di vantaggio nella prima parte del set (0-2, 8-10, 11-13), ma viene sempre riagganciata e l’Azerbaijan passa avanti con un ace di Rahimova (14-13) ed allunga con un contrattacco di Rahimova (17-15) ed un errore di Ozsoy (18-15). Azerbaijan ancora a +3 sul bel diagonale stretto di Rahimova (20-17), ma la Turchia torna sotto con un muro su Samadova: 20-19. L’Azerbaijan riparte murando il contrattacco di Boz (21-19), Rahimova arpiona il maldestro tentativo di pallonetto di Ozsoy (22-19), Samadova realizza il 23-19 e l’Azerbaijan chiude sul 25-22 al 3° set point con Rahimova, autrice di 11 punti nel set.

2° set: La Turchia prova ad allungare in avvio del 2° set con un muro su Samadova (2-4) ed un ace di Erdem (2-5). Entra Bayramova per Samadova, ma la Turchia allunga ancora con un contrattacco di Akman (2-6). Il vantaggio però dura poco perché l’Azerbaijan pareggia con un ace di Hasanova (4-6) e due di Rahimova (7-7). Poznyak firma il sorpasso (9-8), ma la Turchia torna avanti con Ozsoy (9-10) e poi allunga con un muro di Akman (13-15). Un muro su Mammadova vale il 16-19 ed Onal (entrata durante il set al posto di Boz) aggiunge l’ace del 16-20 sempre su Mammadova. L’Azerbaijan non riesce a rientrare e sull’errore in battuta di Rahimova finisce 21-25. Sorprendente 56% in att. della Turchia contro il 41% azero.

3° set: Onal resta in campo da opposta ricevitrice anche in avvio di 3° set così come resta Bayramova per Samadova nell’Azerbaijan. Come nel 2° set l’attacco azero pare un po’ spuntato e finisce troppo spesso preda del muro turco (1-2, 2-4). Sale di tono anche Ozsoy che realizza il contrattacco del 4-7 ed i muro del 5-9 e 6-12 mentre Rahimova attacca lungo: 6-13. Sul 8-14 esce Mammadova ed entra Samadova, ma Kirdar è in gran spolvero e con 3 punti fa allungare le sue sino al 8-18 che convince Garayev a mettere a riposo anche Rahimova (solo 2 punti e 0% eff. in att. nel set). Finisce 14-25 con l’attacco azero al 22% ed Ozsoy top scorer del set con 8 punti.

4° set: La Turchia parte a mille anche nel 4° set: muro su Rahimova (0-2), contrattacco di Aydemir (0-3), contrattacco di Ozsoy (0-4) e contrattacco di Erdem (0-5) con l’Azerbaijan che fatica in ricezione e Rahimova che sembra aver speso troppo nei giorni precedenti. Al time-out tecnico è 2-8 firmato Ozsoy. Garayev si gioca anche il cambio di alzatrice, ma arrivano un muro su Bayramova (4-11) ed altri due contrattacco di Kirdar: 4-13. L’Azerbaijan non c’è più con Habibova che gioca male in regia e la Turchia che vola addirittura sul 4-18. Finisce con un umiliante 8-25.