Europei F.: Bertini “Abbiamo giocato più con il cuore che con la testa”

Sona le parole di Sabrina Bertini che paria anche di un arbitraggio "dubbio"

24

ROMA – Le dichiarazioni post gara, dopo Italia-Croazia 2-3, semifinale dell’Europeo. Sabrina Bertini: “Credo che il momento decisivo della partita sia stato il quarto set. La partita noi dovevamo chiuderla lì quando ne abbiamo avuto la possibilità. Abbiamo giocato più con il cuore che con la testa. Nel finale del parziale c’è stata anche qualche decisione arbitrale dubbia, forse giocando in casa speravamo di poter avere qualche vantaggio in questo campo, ma cosi non è stato anzi. Oggi stiamo soffrendo molto è giusto cosi. Ma contro la Germania dobbiamo fare risultato a tutti i costi”.

Elisa Togut: “Non abbiamo perso la finale, ma l’Europeo”. 

Simona Gioli: “Nel quarto set abbiamo perso la testa e ci è mancata la lucidità. Siamo disperate per questa sconfitta. Abbiamo lavorato tanto questa estate e adesso ci ritroviamo fuori da una finale che credo fosse alla nostra portata. Abbiamo avuto la possibilità di chiudere. Forse eravamo troppo convinte di farcela e non abbiamo più ragionato. Loro avevano solo due giocatrici da controllare potevamo fare di più”.

Angiolino Frigoni, Ct azzurro, che ha tenuto a precisare di non aver mai detto che la Croazia era più debole dell’Italia, ha dichiarato: “Abbiamo perso un’occasione al 4° e al 5° set. La tensione è stata grande perché si chiede di vincere a una squadra che non ha mai vinto niente. Dobbiamo imparare a giocare con la tensione. Ora diventa tutto più difficile verso Sydney e quella di oggi è la prima grande delusione per la squadra. E poi abbiamo perso l’occasione per la Coppa del Mondo, importante per la crescita della squadra. Abbiamo fallito questa partita, non l’Europeo”.

Maurizia Cacciatori, capitana della nazionale italiana: “E’ stata una partita durissima, combattuta dall’inizio alla fine. Siamo veramente distrutte, ci abbiamo creduto fino all’ultima palla , ma non è andata. Peccato”.

Barbara Jelic, capitana della nazionale croata, che ha messo a segno 53 punti su 90: “Abbiamo vissuto molte emozioni, la gara è stata difficile per entrambe le squadra, ma noi abbiamo lottato di più alla fine”.

Sostieni Volleyball.it