Giooia-Serbia-sul-campo—-foto-Tarantini
Serbia-sale-sul-pdio—-foto-Tarantni
Serbia-d’oro—-foto-Tarantni
Serbia-sul-podio—-foto-Tarantni
Serbia-alza-la-coppa—-foto-Tarantni
MIHAJLOVIC-e-Boskovic-esultanza—foto-©-Tarantini
Stevanovic-festeggia-l’oro—foto-©-tarantini
Guidetti-di-bronzo—foto-Tarantni

Finale 1°-2° posto
Olanda – Serbia 1-3 (20-25, 22-25, 25-18, 18-25) – il tabellino

BAKU – A 6 anni di distanza dall’oro vinto in casa a Belgrado la Serbia torna sul tetto d’Europa battendo 3-1 l’Olanda trascinata dalle bordate di Boskovic. Per l’Olanda è la sesta medaglia europea, la quarta d’argento, seconda consecutiva dopo al sconfitta con la Russia nella finale del 2015.

I SESTETTI – Sono gli stessi della semifinale e dunque Olanda con Dijkema-Sloetjes; Buijs-Grothues; De Kruijf-Belien; Knip libero e Serbia con Zivkovic-Boskovic; Malesevic-Mihajlovic; Stevanovic-Veljkovic e Blagojevic libero.

PIU’ E MENO – Troppo spuntate Sloetjes (23% di vinc. e 6% di eff.) e Buijs (28% di vinc. e 10% di eff.) in attacco quest’oggi nell’Olanda per poter sperare in un risultato diverso. Funziona poco anche il doppio cambio Stoltenborg-Plak mentre forse sarebbe potuto essere più utile ridare una chance anche alla più fresca Daalderop. Buona partita per le centrali Belien e De Kruijf da una parte e più per Veljkovic che Stevanovic dall’altra, ma a fare la differenza sono i 29 punti della Boskovic (50% di vinc. e 31% di eff. in attacco) ben assistita da Mihajlovic (15 punti, 42% di vinc. in att. e 39% di eff.). Regge in ricezione Malesevic: 0 errori su 40 colpi secondo il tabellino.

LA PARTITA
1° set: Si arriva al primo time-out tecnico con l’Olanda avanti 8-6 con 2 break-point (su altrettanti errori di Boskovic per il 5-3 e 7-5) a 1 (contrattacco di Malesevic del 5-5) e la Serbia che ha già esaurito le 2 chiamate del videocheck sul 4-3. La formazione di Terzic comunque pareggia con Boskovic (10-10 grazie al mezzo punto in battuta di Mihajlovic) e poi allunga con gli errori gratutiti di Sloetjes (10-11) e Belien (13-15) e con una palla dubbia in cui viene fischiato doppio tocco a Dijkema (14-17). La Serbia mette un’ipoteca sul set con un contrattacco (15-19) ed un ace sporco (16-21) di Mihajlovic e tocca anche il +6 sull’errore di Buijs: 16-22. L’Olanda non molla e torna -3 sfruttando il muro di De Kruijf su Malesevic (18-22) ed il comodo attacco di Buijs sulla ricezione lunga di Blagojevic: 19-22. La pipe di Mihajlovic fa ripartire la Serbia (19-23) e Boskovic chiude con un ace: 20-25. Sloetjes (2 punti e 2 errori su 6 att.) e Buijs (2 punti, 1 murata e 1 err. su 9 attacchi) con le polveri bagnate; non Boskovic che pur con 3 errori fa 8 punti. 100% in att. (anche se su soli 3 palloni) per Mihajlovic molto redditizia anche al servizio.

2° set: Serbia subito avanti 0-2 con Boskovic che sfrutta il servizio di Zivkovic e poi 1-4 su un’improvvida chiamata del videochek di coach Morrison. Malesevic si fa trovare pronta anche in contrattacco ed è 1-5 anche se è poi la stessa Malesevic a concedere il 5-7. Stevanovic stampa su Grothues il muro del 5-9, ma l’Olanda torna sotto grazie al servizio: Dijkema fa ace (7-9), Grothues trova il mezzo punto su Malesevic chiuso da Buijs (9-10) e Stoltenborg (appena entrata con Plak per il doppio cambio) guadagna una free ball che poi offre con successo a De Kruijf: 12-12. Gli sforzi olandesi sono poi in parte vanificati da un clamoroso fallo in palleggio di Stoltenborg che restituisce il +2 alla Serbia: 14-16. Alla ripresa un gran muro di Belien su Boskovic (16-16) ed un ace di Plak (17-16) ribaltano la situazione. Terzic spende un time-out, ma Plak (pur rinunciando al servizio in salto) trova un altro ace (18-16) mentre Belien capitalizza una difesa su Stevanovic (19-16). Il set cambia però nuovamente indirizzo con 2 contrattacchi di Boskovic (19-18 e 20-20) ed uno di Veljkovic (20-21) favorito dal buon servizio di Zivkovic. L’Olanda resta in corsa sino al 22-22, poi concede un’invasione su Boskovic (22-23) e alla fine perde 2 scambi prolungati: il primo lo chiude Stevanovic a muro su Plak; il secondo un contrattacco della solita Boskovic.

3° set: Tornano Dijkema e Sloetjes nell’Olanda che dal 5-5 allunga sino al 8-5 grazie al contrattacco di Sloetjes (7-5) e al muro di Grothues su Stevanovic (8-5). Il momento positivo dell’Olanda prosegue con l’errore di Veljkovic (10-6) e l’ace di Sloetjes (13-8) che però spreca una buona opportunità in contrattacco (13-9) imitata poco dopo anche dalla pari ruolo Boskovic: 15-10. La ricezione serba è un po’ in affanno e l’Olanda ne approfitta per allungare con Grothues (17-11) e Buijs (19-12). Il tentativo di rimonta serbo non va oltre il -4 (20-16) poi l’Olanda torna ad allungare e chiude 25-18 sull’errore in battuta di Boskovic. 10 gli errori nel set della Serbia contro i 5 olandesi.

4° set: Si viaggia punto a punto sino al 5-5, poi la Serbia dopo l’errore di Sloetjes (5-6) allunga con un contrattacco di Stevanovic (5-7) ed uno di Boskovic (5-8). Grothues accorcia le distanze (7-8), ma Boskovic le ristabilisce (7-10). Stevanovic allunga ancora punendo una ricezione lunga (8-12). L’errore di Mihajlovic (11-13) ridà qualche speranza all’Olanda che nel frattempo ha fatto entrare prima Plak e poi Stoltenborg. Mossa non troppo fortunata perché la Serbia allunga in maniera pesante: Veljkovic mura De Kruijf (11-14), Boskovic mura Buijs (11-15), punto fortunoso (11-16) e muro di Veljkovic su Plak (11-17). Torna Dijkema e l’Olanda accorcia le distanze con un muro su Boskovic (13-17), ma la partita ormai è nelle mani della Serbia che allunga in maniera definitiva con un ace corto di Boskovic (13-19), un muro di Stevanovic su Buijs (14-21) ed un altro contrattacco di Boskovic (14-22). La stessa Boskovic realizza anche l’ultimo punto: 18-25.