Finale 3°-4° posto
Francia – Polonia 0-3 (24-26, 22-25, 21-25) – il tabellino

PARIGI – Finisce nel peggiore dei modi e senza una medaglia l’Europeo della Francia padrona di casa. Il bronzo è della Polonia campione del mondo che bissa il 3-0 ottenuto sui transalpini nel girone di qualificazione olimpica.

PIU’ E MENO – Ngapeth, come ieri, è il migliore dei suoi con 18 punti e il 59% in attacco e Clevenot (in campo a causa dei problemi fisici di Tillie e Lyneel, quest’ultimo a referto da libero) non demerita, ma a steccare completamente è Boyer: solo 5 su 19 in att. con 4 errori e 4 murate. Nella Polonia i migliori sono Leon (18 punti, 57% in att. e 1 muro) e Kubiak (14 punti, 61% in att., 2 muri e 1 ace), decisivo nel finale del secondo set.

I SESTETTI – Polonia con il solito sestetto Drzyzga-Muzaj; Leon-Kubiak; Nowakowski-Bieniek più Zatorski e Wojtaszek liberi; la Francia schiera come detto Clevenot in diagonale a Ngapeth e per il resto i soliti Toniutti, Boyer, Le Roux, Le Goff, Grebbenikov.

LA PARTITA
1° set: Ngapeth e Clevenot confeziano l’iniziale 3-0. Nowakowski regala il 7-3 e Ngapeth firma il massimo vantaggio sul 9-4. La Francia però inizia a sbagliare e la Polonia arriva al -1 già sull’11-10. Ngapeth riporta a +3 i suoi (15-12), ma la Polonia torna subito sotto (15-14) ed alla fine trova il pari con Leon: 19-19. Il sorpasso è immediato con il muro di Nowakowski su Clevenot (19-20) e Kubiak fa il break sfruttando il servizio di Leon (20-22). Ngapeht non si arrende (22-22) e annulla anche il primo set point (24-24). Al secondo chiude però la Polonia con Leon: 24-26.

2° set: Gli unici 2 palloni negativi in attacco di Leon valgono il 2-0 transalpino. La Francia allunga con Ngapeth (5-2), ma Boyer viene murato 2 volte: 5-4 e 10-10. Clevenot riporta i suoi a +2, ma Boyer sbaglia ancora: 14-14. Kubiak (ace del 14-15) e Leon (15-17) portano avanti la Polonia che viene ripresa da un muro su Kubiak (19-19) e scavalcata da una gran giocata di Ngapeth: 20-19. Dal 21-21 decide Kubiak con 3 break point: contrattacco dopo difesa su Boyer (21-22), contrattacco dopo difesa su Ngapeth (21-23), muro su Boyer (21-24). Al secondo set point chiude Bieniek: 22-25.

3° set: Boyer resta in panchina sostituito da Patry. Stavolta la Polonia allunga subito con Leon: 1-3. Si procede punto sino ad altri 2 break polacchi: contrattacchi di Leon (11-14) e Bieniek (11-15). Ngapeth con un ace (13-15) e Clevenot in attacco (14-15) accorciano le distanze, ma Leon mura Patry: 14-17. Il distacco resta inalterato sino al 21-24 e la Polonia chiude alla prima palla match con l’ace di Muzaj su Grebennikov: 21-25.