Europei: La Francia ci sgambetta. 3-1 per Ngapeth e c.

POOL A  – 7. GIORNATA
FRANCIA – ITALIA 3-1 (25-22 22-25 25-22 25-22) – LA CLASSIFICA
Francia: Grebennikov (L), Patry 3, Toniutti, K. Tillie 7, Lyneel 5, Ngapeth 15, Le Roux (L) ne, Brizard 1, Boyer 13, Le Goff 14, Bultor ne, Clevenot 6, T. Rossard, Chinenyeze 13. All. L. Tillie.
Italia: Candellaro 8, Sbertoli, Juantorena 16, Giannelli, Zaytsev 21, Lanza 4, Balaso (L), Colaci (L), Piano 6, Russo ne, Antonov 8, Anzani 2, Lavia, Nelli. All. Blengini.
Arbitri: Cambré (Belgio) e Grieder (Svizzera).
Note: Spettatori 7114. Francia: battute vincenti 5, battute sbagliate 14, attacco 46%, ricezione 42%-30%, muri 15, errori 25. Italia: battute vincenti 4, battute sbagliate 12, attacco 47%, ricezione 56%-34%, muri 10, errori 20.

MONTPELLIER – La Nazionale azzurra maschile subisce la sua prima sconfitta in questi Campionati Europei. Oggi i ragazzi di Blengini hanno ceduto con l’onore delle armi ai padroni di casa della Francia con il punteggio di 1-3.

Come noto le squadre erano già sicure dei primi due posti del raggruppamento quindi in ballo c’era solo la leadership della pool. In virtù della seconda piazza conquistata con 12 punti, l’Italia proseguirà il suo cammino a Nantes dove negli ottavi di finale affronterà domenica 22 settembre alle ore 17 la Turchia giunta terza nella pool C disputatasi a Lubiana.

Questa sera le due squadre hanno comunque dato vita a un match vibrante durante il quale non si sono di certo risparmiate regalando spettacolo ai più di 7mila spettatori presenti sugli spalti. Il livello tecnico è stato buono così come numerosi sono stati i capovolgimenti di fronte, frutto molto spesso di errori. L’Italia dal canto suo si è espressa a sprazzi non riuscendo a trovare la continuità di gioco necessaria contro un’avversaria come la Francia. Dopo aver rimontato l’iniziale svantaggio gli azzurri sembravano aver rimesso la situazione nella carreggiata desiderata, ma un successivo black out nel terzo set pagato poi con la sconfitta nel parziale è sembrato essere il momento in cui l’inerzia della gara è definitivamente cambiata.

SESTETTI – Per quanto riguarda le formazioni di partenza Blengini ha effettuato un solo cambio rispetto a ieri schierando al centro Davide Candellaro al posto di Simone Anzani confermando il resto della formazione che come di consueto ha previsto la diagonale Giannelli-Zaytsev, Antonov e Juantorena gli schiacciatori, Piano altro centrale, Colaci libero.
Diversi i cambi invece per i padroni di casa con Tillie che ha scelto Toniutti palleggiatore, Boyer opposto, Ngapeth (per la prima volta titolare dall’inizio della manifestazione dopo i noti problemi fisici) e Clevenot schiacciatori, Le Goff e Chinenyeze i centrali con Grebennikov libero.

CRONACA – Nel primo set le due squadre non si sono di certo risparmiate dando vita a un match molto bello e dai toni agonistici elevati. Italia e Francia si sono affrontate a viso aperto sin dalle primissime battute rimanendo a stretto contatto fino al 20-19 per i transalpini. Un turno al servizio di Ngapeth e un’ottima fase a muro dei padroni di casa ha però minato le certezze degli azzurri che hanno finito per cedere 25-22 dopo aver annullato anche una palla set.

Nel secondo Tillie ha continuato a far girare i suoi uomini cambiando il palleggiatore (Brizard dentro) e inserendo Tilile e Rossard come martelli. Solita squadra invece per l’Italia che nel frattempo ha continuato ad esprimere il suo gioco accumulando un vantaggio di 4 lunghezze (19-15); margine che comunque i ragazzi di Blengini sono stati bravi ad amministrare fino sul 25-22 che ha decretato la parità nel match.

Terzo parziale caratterizzato ancora da grande equilibrio con le squadre sempre a contatto e decise a non cedere il passo l’un l’altra. Il risultato è una gara davvero bella che ha regalato spettacolo al numeroso pubblico presente. Sul 17-15 in loro favore però gli azzurri subiscono un parziale di 5-0 che ribalta completamente la situazione galvanizzando i transalpini che a quel punto non hanno lasciato scampo agli azzurri che hanno finito per cedere 25-22 trovandosi nuovamente in svantaggio nel computo generale del match.

Nel quarto Blengini ha riproposto Lanza dall’inizio nella formazione iniziale dopo che già nel parziale precedente il martello aveva trovato spazio. Purtroppo però gli azzurri non sono riusciti più a cambiare l’inerzia del match cedendo 25-22 dopo aver annullato un match ball.

Sostieni Volleyball.it