Europei: La Russia asfalta il Belgio 3-0

1311

Semifinale (2 settembre)
Russia – Belgio 3-0 (25-14, 25-17, 25-17) – il tabellino

CRACOVIA – Con il quinto successo per 3-0 in altrettante partite giocate la Russia approda in finale dove da favorita affronterà la Germania di Giani. Il match è stato completamente a senso unico con il Belgio avanti solo sullo 0-1 del 2° set ed in parità sul 1-1 del 2° e del 3° set.

PIU’ E MENO – Tutti segni più in casa Russia con il giovane schiacciatore Volkov grande protagonista: 18 punti col 63% in att., 4 muri e 2 ace. La Russia eccelle poi di squadra in tutti i fondamentali (9 ace con soli 10 errori in battuta), 7 muri a 4 e 56% in att. complessivo contro il 39% del Belgio. Contenuto anche il numero degli errori (14) mentre a voler cercare il pelo nell’uovo si possono menzionare come segno meno le difficoltà in ricezione di Kliuka (3 errori e 14% di pos. su 7 colpi), chiamato in causa a metà match al posto di Berezhko che è sembrato aver accusato un dolorino ad un ginocchio. Inutile stare ad enumerare i segni meno del Belgio che è stato letteralmente surclassato. Da salvare nella formazione di Heynen ci sono solo i 10 punti di Rousseaux (48% in att.) ed i 4 muri di Van de Voorde.

Volkov
Volkov – foto © Tarantini

COSA VI SIETE PERSI – L’ottima qualità di gioco della Russia in cui spiccano l’esuberanza di Volkov e la concretezza di Mikhailov.

I SESTETTI – Squadre in campo con le formazioni attese e dunque Grankin-Mikhailov; Berezhko-Volkov; Vlasov (oggi preferito a Kurkaev)-Volvich, Martyniuk da una parte e Valkiers-Van den Dries; Deroo-Rousseaux; Verhees-Van De Voorde; Stuer/Ribbens dall’altra.

LA PARTITA 
1° set: La Russia va subito in fuga sul turno di battuta di Berezhko: contrattacco di Grankin, muro di Volkov su Van den Dries, ace di Berezhko, muro su Deroo: 4-0. Vlasov sfrutta una free ball per il 7-2 ed Heynen inserisce Lecat per Deroo, ma Mikhailov con un ace (8-2) e Berezhko in contrattacco ampliano ancora il gap: 9-2. Set praticamente già in cassaforte per i russi che comunque non perdono il ritmo in battuta: altri 2 ace per Mikhailov (18-9), uno per Volkov (22-12) ed uno anche per lo specialista Zhigalov (24-13). Finisce 25-14 sull’errore in battuta di Rousseaux, unico per altro a fare qualcosa di positivo per i suoi (5 punti sui 6 di squadra). Addirittura 6 gli ace della Russia nel set.

attacco-Rosseauc-vs-Russia---foto-©-tarantini2° set: Il Belgio apre il 2° set con un break point grazie al contrattacco di Van den Dries (0-1), ma la situazione viene subito ribaltata dal muro di Volkov su Deroo (2-1) e dal contrattacco di Mikhailov (3-1). Il Belgio resta in scia sino al time-out tecnico (8-6), poi la Russia allunga col muro di Volkov su Van de Voorde e l’ace di Berezhko: 10-6. Sul 11-8 entra Van Walle per Van den Dries mentre sul 13-10 è il turno di Kliuka per Berezhko (dolorino al ginocchio). Il turno di battuta di Volkov frutta ancora punti per la Russia: van Walle out (14-10), Rousseaux in rete (15-10), Kliuka (16-10) ed ace (17-10). Entra Klinkenberg per Deroo ed il Belgio abbozza una reazione con Valkiers (17-12) e Van de Voorde (17-13), ma è davvero troppo poco per impensierire la Russia che chiude 25-17 con 3 punti consecutivi.

3° set: E’ subito 4-1 con 2 errori di Van den Dries, poi 5-1 e 7-2 con Volkov ancora a segno prima in contrattacco e poi in battuta. Mikhailov firma l’8-2 del primo time-out tecnico. Heynen riprova la girandola dei cambi dei set precedenti, ma il distacco minimo si registra sul 10-6, poi la Russia riallunga agevolmente fino al +11 firmato da Volkov: 22-11. Van Walle (2 ace) e Van de Voorde (1 ace) limano leggermente il passivo dai 9 metri e poi Kliuka chiude 25-17.

Sostieni Volleyball.it