Francia, storico oro – foto © Tarantini
Premi individuali per Grebennikov e Ngapeth – foto © Tarantini
Rouzier MVP – foto © Tarantini
Finale 1°-2° posto
Francia – Slovenia 3-0
(25-19, 29-27, 29-27) – il tabellino

SOFIA – Dopo quattro finali perse (1948, 1987, 2003 e 2009) la Francia conquista il suo primo titolo europeo superando 3-0 la Slovenia di Giani che comunque centra uno storico argento.

Gasparini e compagni hanno il torto di sciupare il vantaggio di 21-24 nel secondo set e poi capitolano alla quinta palla match firmata Ngapeth nel terzo set.

PIU’ E MENO – Come nel match di ieri il migliore dei transalpini è Rouzier: per lui 21 punti col 66% in att., 1 solo errore, 1 sola murata, 2 ace e 5 errori in battuta. Accanto all’opposto la Francia oggi ha poi ritrovato Ngapeth che ha chiuso con 15 punti ed il 54% in att. oltre al colpo spettacolare che ha chiuso il terzo set. La Slovenia si è ben difesa soprattutto con Gasparini e Urnaut (rispettivamente 57% in att. e 52%), ma non ha servito bene come in semifinale con un solo ace diretto a fronte di 15 errori.

FORMAZIONI – Nessuna variazione nei sestetti rispetto alle semifinali: Toniutti-Rouzier; Ngapeth-Tillie; Le Goff-Le Roux; Grebennikov (L) per la Francia; Vincic-Gasparini; Urnaut-Cebulj; Pajenk-Kozamernik; Kovacic (L) per la Slovenia.

1° set: Francia che allunga subito con Le Goff (2-0) e 2 punti consecutivi di Ngapeth (5-2). Urnaut accorcia le distanze (5-4), ma Le Roux mura Kozamernik (8-5) e Toniutti fa ace su Cebulj (9-5). L’attacco in rete di Gasparini costringe Giani al time-out sul 11-6. L’ace di Le Roux vale il massimo vantaggio francese (13-7), poi la Slovenia trova 2 contrattacchi che accorciano le distanze: 13-9 e 15-12. Troppo poco però per riaprire il set perché Le Roux (20-15) e Rouzier (22-16) vanno di nuovo a segno dai 9 metri e lo stesso Rouzier si incarica di chiudere il set sul 25-19.

2° set: Partenza forte della Slovenia nel secondo set: Pajenk (1-3), errore di Ngapeth (2-5) e doppio muro su Ngapeth (3-8). La Fracia si riavvicina con Rouzier: 5-8 e 7-9. Cebulj sbaglia in ricezione sul servizio float di Tillie ed è 11-12. Un contrattacco a testa per Urnaut (11-14) e Ngapeth (14-15) poi Kozamernik manda tutti al secondo time-out tecnico: 14-16. Kozamernik nega il pari a Rouzier (15-17), ma la Francia pareggia comunque con Ngapeth (17-17) e sorpassa poco dopo sul primo tempo out di Pajenk: 19-18. Gasparini non ci sta: servizio pesante e doppio contrattacco per il 19-21. Urnaut conquista il 21-23 e poi anche il 21-24 in contrattacco. Dopo l’errore al servizio di Pokersnik il trentino però non mette a terra né il 22-25 né il 23-25 e Ngapeth annulla il secondo e il terzo set-point: 24-24. La Francia annulla altri 2 set-point e poi va in vantaggio su una doppia clamorosa di Vincic: 27-26. Il secondo set-point è quello buono perché Kovacic valuta erroneamente out il servizio jump float di Rouzier: 29-27.

3° set: Persa l’occasione d’oro del secondo set, la Slovenia va presto in svantaggio nel terzo: contrattacco di Ngapeth (5-3) e palla out di Pajenk (6-3). Sbaglia anche Sket, appena entrato al posto di Cebulj: 7-3. Ngapeth punisce la ricezione lunga di Sket ed è 10-5, ma quando sembrano già scorrere i titoli di coda la Slovenia piazza un parziale di 4-0: Urnaut, fallo di Toniutti su ricezione filo rete, contrattacco di Urnaut e muro di Urnaut su Ngapeth (10-9). Il time-out di Tillie rimette ordine ed un’invasione costa alla Slovenia il 13-10. Il team di Giani però non molla e ribalta la situazione: ace di Gasparini (14-13), contrattacco di Urnaut dopo scambio prolungato (17-17) e contrattacco di Kozamernik: 17-18. Francia che si affida a Rouzier: 5 su 5 in attacco con una rigiocata e punteggio ribaltato sul 21-20 che poi diventa 22-21. Gli errori al servizio di Pajenk (24-23) e Vincic (25-24) regalano alla Francia altrettanti match point. Rouzier ha la palla per chiudere, ma stavolta stringe troppo il diagonale: 25-25. La Francia sciupa altri 2 match-point con altrettanti errori al servizio, ma sul quinto il contrattacco spalle alla rete di Ngapeth è vincente: 29-27.