Europei M.: Risultati, commenti e tabellini. Che rimonta per la Bulgaria! La Grecia quasi porta la Polonia al quinto

4320

MODENA – Anche nella giornata odierna si sono disputate 8 partite degli Europei maschili.
Nella Pool A è finita al tie-break tra Portogallo e Ucraina con i lusitani che hanno sfiorato la rimonta dallo 0-2 nonostante la giornata no di Alexandre Ferreira. Nel 5° set però l’Ucraina si è ritrovata in attacco e a muro ed ha chiuso la contesa. Si è rischiato di arrivare al 5° set anche nel match serale. La Polonia, inizialmente in campo con le “seconde linee”, ha dominato il primo parziale contro la Grecia, ma poi ha faticato per vincere in rimonta il secondo ed ha ceduto nettamente il terzo con gli ellenici che hanno fatto registrare il 64% in attacco. Quarto set con in campo Drzyzga, Kurek e Leon, ma la formazione di Heynen l’ha spuntata solo ai vantaggi grazie ad una chiamata di videocheck inopportuna di coach Andreopoulos (gioco interrotto a caccia di un’invasione che non c’era e punto perso con contrattacco in mano) e al successivo contrattacco propiziato dal mezzo punto in battuta di Bieniek.
Nella Pool B la Rep. Ceca, dopo aver perso malamente a 10 il primo set, ha sfiorato un’altra vittoria a sorpresa contro la Bulgaria, ma avanti 2-1 e 23-19 nel quarto si è fatta raggiungere da 3 ace consecutivi di Skrimov (23-23) e sorpassare da 3 punti consecutivi di Atanasov (attacco e doppio contrattacco da 24-23 a 24-26). Il tie-break è poi andato alla formazione di Prandi. Top scorer Atanasov con 31 punti, il 64% in att., 5 muri e 3 ace.
Nella Pool C la Turchia di Lagumdzija si è confermata in testa a punteggio pieno travolgendo la Macedonia del Nord mentre la Russia ha sofferto (nel primo set perso e nel terzo vinto in volata) per piegare 3-1 la Finlandia (assente Makinen sostituito in sestetto da Suihkonen, novità in regia col ritorno di Esko). Buono comunque il 59% in att. di squadra del team di Sammelvuo.
Tutto come da copione nella Pool D: la Germania di Giani ha travolto l’Estonia (8 ace e 54% in att. di squadra per l’esperto team teutonico) mentre la Francia campione olimpica ha superato 3-0 la Slovacchia di Zanini (turno di riposo per Zhukouski e Sedlacek) rischiando qualcosa nel terzo parziale (chiuso ai vantaggi da un ace di Brizard) in cui ha fatto turnover.

Pool A (a Cracovia)
Portogallo – Ucraina 2-3 (18-25, 23-25, 25-21, 26-24, 11-15) – il tabellino
Grecia – Polonia 1-3 (15-25, 22-25, 25-20, 24-26) – il tabellino

Classifica: Polonia 3v-0p 8p, Serbia 2v-1p 7p, Ucraina 2v-1p 4p, Belgio 1v-2p 4p, Portogallo 1v-2p 3p, Grecia 0v-3p 1p.

Pool B (ad Ostrava)
Rep. Ceca – Bulgaria 2-3 (10-25, 25-23, 25-18, 24-26, 11-15) – il tabellino
Italia – Montenegro 3-0 (25-17, 25-20, 26-24) – il tabellino

Classifica: Italia 2v-0p 6p, Bulgaria 2v-0p 5p, Rep. Ceca 1v-2p 4p, Slovenia 1v-1p 3p, Bielorussia 1v-1p 3p, Montenegro 0v-3p 0p.

Pool C (a Tampere)
Macedonia del Nord – Turchia 0-3 (22-25, 12-25, 15-25) – il tabellino
Russia – Finlandia 3-1 (22-25, 25-15, 25-23, 25-17) – il tabellino

Classifica: Turchia 3v-0p 9p, Olanda 2v-1p 7p, Finlandia 2v-1p 6p, Russia 2v-1p 5p, Spagna 0v-3p 0p, Macedonia del Nord 0v-3p 0p.

Pool D (a Tallinn)
Estonia – Germania 0-3 (19-25, 16-25, 21-25) – il tabellino
Francia – Croazia 3-0 (25-15, 25-16, 26-24) – il tabellino

Classifica: Germania 2v-0p 6p, Francia 2v-0p 6p, Lettonia 1v-1p 4p, Estonia 1v-2p 2p, Croazia 1v-2p 2p, Slovacchia 0v-2p 1p.

Sostieni Volleyball.it