MODENA – Disputati in serata altri 4 ottavi di finale, domani si chiude con Italia-Turchia.

Ottavi di finale
(ad Apeldoorn) Polonia – Spagna 3-0 (25-18, 25-13, 25-16) – il tabellino
Come da copione la Polonia campione del mondo travolge la Spagna con qualche piccolissimo problema solo nel primo set in cui subisce 5 muri (2 Leon che chiude il primo set col 20% in att.). Dal secondo set la Polonia sale ulteriormente di livello trascinata dalle battute di Leon (7 ace e 5 errori su 23 colpi) che è anche il top scorer del match con 19 punti totali, il 69% in att. e 3 muri vincenti. Per gli iberici è inevitabilmente notte fonda.

(a Nantes) Francia – Finlandia 3-0 (25-16, 25-23, 25-21) – il tabellino
Ad attendere la vincente di Italia-Turchia è dunque come atteso la Francia. Gli uomini di Tillie (che questa ha sera ha proposto dall’inizio e schierato per tutto il match Ngapeth al posto di Lyneel) hanno dominato il primo set dall’inizio alla fine, vinto in rimonta il secondo dal 13-17 e poi allungato dopo il secondo time-out tecnico nel terzo. Per i transalpini in evidenza in fase realizzativa Boyer (19 punti e 63% di vinc. e 44% di eff. in att.) e Ngapeth (16 punti, 61% di vinc. e 39% di eff. in att.).

(a Lubiana) Slovenia – Bulgaria 3-1 (25-27, 25-17, 25-16, 25-17) – il tabellino
La Slovenia di Giuliani elimina la Bulgaria di Prandi ed è festa grande per i quasi 9000 spettatori presenti.
Dopo un avvio combattuto la Slovenia si porta in vantaggio. Sul 15-13 Penchev sostituisce definitivamente Skrimov (fiaccato probabilmente da un virus), non in condizione di proseguire. Grazie ad un bel lavoro a muro (21-17) la squadra di casa sembra poter far suo il primo set (24-21), invece Urnaut fallisce 2 set point consecutivi sulla fase di “cambiopalla” e si torna in parità (24-24). Atanasov trova l’ace del sorpasso (25-26) e la Bulgaria chiude grazie a un’invasione del muro di casa (25-27).
La Slovenia pare accusare il contraccolpo in avvio di 2° set (1-5 e time-out Giuliani), ma un super turno di battuta di Cebulj vale un break di 8 punti consecutivi (da 2-6 a 10-6) ed è la svolta del match. Da lì in poi il servizio della Slovenia (che dalla parte finale del set cambia opposto con Stern al posto di Gasparini) non allenta mai la pressione e ne beneficia il muro che mette fuori partita il temuto Sokolov (l’ex-opposto della Lube in serata no chiuderà il match col 35% di vinc. e lo 0% di eff. in attacco, 0 ace e 4 err. in batt.). Terzo e quarto set vanno dunque sul velluto per la squadra di casa complici i 12 errori punto della Bulgaria nel terzo set ed i 5 ace della Slovenia (4 Cebulj) nel quarto.

(ad Anversa) Belgio – Ucraina 2-3 (22-25, 25-21, 25-14, 18-25, 10-15) – il tabellino
Tornata ad un Europeo dopo 14 anni di assenza l’Ucraina fa il colpaccio di giornata ed approda ai quarti di finale eliminando il favorito Belgio nonostante la serata da dimenticare di Plotnytskyi (appena 8 punti, -9% di eff. in att., 0 ace e 5 err. in battuta). Il Belgio paga l’assenza per infortunio dell’opposto Tuerlinckx (39% di vinc. e 22% di eff. in att. per Van den Dries) e le prove opache di D’Hulst (sostituito definitivamente sul 7-10 del 2° set) e Deroo (31% di vinc. e 12% di eff.), lasciato addirittura in panchina per tutto il tie-break. Per gli ospiti i migliori sono Iereshchenko (in difficoltà in ricezione, ma autore di 20 punti col 54% in att., 3 muri e 4 ace), Viietskyi (top scorer con 23 punti, 48% di vinc. e 33% di eff. in att.) e Semeniuk (5 muri). Dopo aver perso completamente la bussola nella fase centrale del match (parziale di 51-28 dall’11-18 del 2° set al 12-11 del 4°) l’Ucraina è brava a rientrare in partita con un break di 5 punti nel momento topico del 4° set dal 16-16 al 16-21 e poi domina la seconda parte del 5° set (il 7-8 è una brutta doppia in palleggio di Valkiers), parziale in cui chiude con l’80% in att., 2 muri e 1 ace.

Il programma
Quarti di finale

(24 sett., ore 20.45) a Nantes: Francia vs. vincente ITA/TUR
(24 sett., ore 20.30) ad Anversa: Serbia – Ucraina
(23 sett., ore 20.00) ad Apeldoorn: Polonia – Germania
(23 sett., ore 20.30) a Lubiana: Slovenia – Russia

Semifinali
(27 sett., ore 20.45) a Parigi: vincente quarto di finale di Nantes vs. vincente quarto di finale di Anversa
(26 sett., ore 20.30) a Lubiana: vincente quarto di finale di Lubiana vs. vincente quarto di finale di Apeldoorn

Finali 
(28 sett., ore 18.00) a Parigi: 3°-4° posto
(29 sett., ore 17.30) a Parigi: 1°-2° posto