Quarto di finale
Polonia – Germania 3-0 (25-19, 25-21, 25-18) – il tabellino

APELDOORN – Di fronte ai quasi 4000 tifosi polacchi che hanno affollato il velodromo di Apeldoorn (riadattato con le tribune interno alla pista da ciclismo) i biancorossi campioni del mondo dopo un avvio a rilento di Leon e Kubiak (10-12 nel primo set) non lasciano scampo alla Germania di Giani che ci mette anche del suo (21 errori in battuta, 8 in attacco, 31 totali) per spianare la strada al più forte avversario.

Leon (18 punti, 81% in att., 1 muro, 20% di ric. prf.) e Grozer (18 punti, 62% in att., 1 muro e 1 ace) sono gli unici giocatori in doppia cifra del match.

La Polonia attende ora la vincente di Russia-Slovenia.

LA PARTITA
1° set: Germania che parte con timore reverenziale: Fromm viene murato da Bieniek (2-0), Schott (5-2) attacca out. Leon sbaglia in ricezione e poi appoggia l’attacco in rete (5-4). Altra ricezione sbilenca dell’ex-cubano che appoggia in attacco e contrattacco di Grozer: 5-5. Fromm concede però il 9-7. Avvio comunque sottotono della Polonia che regala ancora tra ricezione imprecisa di Leon e Drzyzga che non aggiusta il pallone per Muzaj: 10-10. Parte male anche Kubiak: prima difeso con contrattacco di Grozer (10-11) e poi direttamente out (10-12). Kubiak però si rifà subito con l’ace del 12-12 ed il mezzo punto completato dal terzo tocco out di Zenger: 13-12. Muzaj realizza il contrattacco del 15-13 e Fromm lascia il posto a Kaliberda. Bieniek aggiunge l’ace del 16-13 ed il set va in discesa per la Polonia che allunga con i contrattacchi di Muzaj (18-14), Leon (19-14) e ancora Muzaj (25-19). 5 punti a testa per Leon (comunque 67% in att. nonostante i problemi in ricezione), Muzaj e Grozer (63% in att.).

2° set: C’è Brehme al posto di Bohme mentre torna in sestetto Fromm. Schott firma il primo break point del set (4-5), ma Reichert (da poco entrato per Fromm) concede il 7-6. Leon sale di giri in contrattacco: suoi il 9-7 e 12-9. Attaccano out invece Reichert e Grozer: 14-9. La Polonia allenta la pressione nella fase di break point, ma non corre rischi contro una Germania che recupera solo un break point con Reichert: 17-14. Un muro su Krick ristabilisce il +5 (21-16) e l’errore di Muzaj (21-18) non cambia l’andamento del set che la Polonia fa suo al secondo set point con Kubiak: 25-21.

3° set: Subito 3-0 con 2 punti di Leon e nel mezzo un errore di Brehme. La Polonia sale a +4 col muro del 7-3. La Germania prova a tornare sotto con Schott (7-5) e l’ace di Grozer (12-11). Drzyzga fa l’ace del 15-12, ma poi invade su ricezione filo rete: 15-14. E’ l’ultimo sussulto tedesco, Leon riallunga con 2 contrattacchi consecutivi: 19-16, 20-16. Brehme attacca out il 23-18. Gli ultimi 2 punti sono di Kubiak: 25-18.