Europei U18 F.: Azzurrine sconfitte dalla Bielorussia

Qualificazioni agli Europei Under 18: Italia sconfitta dalla Bielorussia. La Slovacchia centra la prima vittoria contro Israele

599
Festa della Bielorussia contro l'Italia

MILANO – Giornata ricca di emozioni al Centro Pavesi FIPAV di Milano, dove oltre 400 spettatori hanno assistito alla seconda giornata di gare del Girone B delle qualificazioni ai Campionati Europei Under 18 di pallavolo femminile, organizzato dalla CEV.

Nel secondo turno di gare l’Italia è uscita sconfitta dalla sfida con la Bielorussia, che ha così ipotecato la qualificazione alla fase finale in attesa dell’ultimo match, sulla carta agevole, contro Israele. Per passare il turno le azzurre dovranno dunque battere la Slovacchia nella partita di domenica 15 gennaio e sperare di essere tra le migliori 3 seconde classificate degli 8 gironi della seconda fase. Spera ancora nella qualificazione anche la Slovacchia, che oggi ha ottenuto la sua prima vittoria superando Israele con un netto 3-0.

I match decisivi si giocheranno nel pomeriggio di domani: alle 16 Israele-Bielorussia e alle 18.30 Slovacchia-Italia. Anche queste gare si disputeranno al Palazzetto dello Sport del Centro Pavesi FIPAV, in via De Lemene 3 a Milano, a ingresso libero per il pubblico.

La prima classificata del girone, insieme alle migliori seconde, si qualificherà alla fase finale dei Campionati Europei in programma ad Arnhem (Olanda) dal 1° al 9 aprile.

LE GARE – La Bielorussia bissa la vittoria ottenuta all’esordio superando l’Italia per 3-1 (25-22, 25-23, 14-25, 25-19) in una gara tesa e combattuta dal primo all’ultimo punto: le bielorusse fanno valere la loro supremazia fisica in battuta e a muro ma soprattutto difendono alla grande, trovando poi in Egorowa (22 punti) un terminale offensivo inarrestabile. All’Italia non bastano i 21 punti di Elena Pietrini, i 14 di Tanase e gli 11 di Marina Lubian, a segno 7 volte a muro.
Avvio da brividi per le azzurre, che in men che non si dica si ritrovano sotto 4-0 con due ace di Kniazeva; Cristofani è costretto a fermare il gioco. Pietrini e Battista costruiscono il sorpasso (6-7), ma nel serrato punto a punto la Bielorussia tiene sempre la testa avanti (13-11, 16-14), piazzando anche l’allungo del 21-17 con Kisliuk e Kholad. L’Italia riesce a rientrare dal 23-20 al 23-22, ma attacco e muro di Hryshkevich decidono il parziale. Anche il secondo set si apre con un break a favore della Bielorussia, stavolta addirittura di 6-0; entra Populini per Pietrini, ma è un triplice muro di Lubian a rimettere l’Italia in carreggiata (10-7). Il break azzurro prosegue fino al 10-9, ma la rimonta non si completa e la Bielorussia scappa ancora sul 13-9; per ricucire bisogna aspettare l’ace del 15-15 siglato da Morello. Il punto a punto finale premia però nuovamente Kniazeva e compagne, che si portano avanti 19-17 e 22-20; dopo un set point annullato da Pietrini, chiude Miniuk sul 25-23. Le azzurre partono con tutt’altro piglio nel terzo set, piazzando subito il break del 2-5 e allungando 5-10 con Pietrini; il turno di servizio di Morello porta il punteggio sul 6-14 e Tanase sigla l’8-18, prima dell’agevole chiusura sull’errore di Egorowa (14-25). Il quarto set inizia in equilibrio, con Pietrini che prova a regalare il break all’Italia sul 6-8; la Bielorussia però ribalta la situazione con Miniuk (9-8) e sul servizio di Kniazeva infila un micidiale filotto che dal 10-10 porta direttamente al 18-10, con i punti delle scatenate Hryshkevich ed Egorowa. Le azzurre ci provano fino in fondo e dal 21-12 risalgono fino al 22-19 con Lubian e Pietrini, ma la Bielorussia difende tutto e si procura il match point con il muro di Hryshkevich, chiudendo 25-19 grazie all’ace di Kholad.

Time out dell'Italia di Cristofani
Time out dell’Italia di Cristofani

“Conoscevo bene il gruppo della Bielorussia per aver affrontato gran parte di loro con la Nazionale Under 20 – dice il coach azzurro Luca Cristofanie sapevo che non sarebbe stato facile batterle con un gruppo nuovo, su cui stiamo lavorando da pochissimi giorni; per ottenere risultati a questo livello è necessario programmare a lungo termine. Nonostante questo non è stata una brutta partita da parte nostra, anzi la squadra mi è piaciuta: abbiamo lottato fino in fondo e tirato più forte che potevamo, ma loro hanno difeso e contrattaccato ogni pallone, meritando questa vittoria. Adesso per noi si fa dura in chiave qualificazione, ma domani mi aspetto un’altra bella prestazione contro la Slovacchia”.

Nel primo match della giornata la Slovacchia ha la meglio agevolmente su Israele con un secco 3-0 (25-15, 25-18, 25-12), appoggiandosi ancora una volta al servizio con ben 16 ace tra cui 8 del capitano Karolina Fricova. La superiorità delle slovacche è evidente fin dall’avvio del primo set (4-0); Fricova sigla il 10-4 ed Erteltova allunga sul 16-8. Il servizio di Hrusecka e una serie di errori israeliani portano alla chiusura sul 25-15. Ben diverso l’andamento del secondo set, in cui Israele tiene testa alle avversarie con il muro di Cohen (5-6) e sul servizio di Hazan piazza un break importante per il 10-13. La Slovacchia sembra in difficoltà, ma è il capitano Fricova a piazzare due attacchi consecutivi per il pareggio (15-15) e poi a propiziare, con la battuta, la fuga del 20-16. Il servizio di Jelinkova chiude poi ogni discorso per il 25-18. Scampato il pericolo, la Slovacchia torna a correre: nel terzo set è subito 6-1 con la neoentrata Kvasnova, poi 14-5 con l’ace di Benekova e 21-8 sul servizio della solita Fricova, fino al doppio ace di Herdova per il definitivo 25-12.

I TABELLINI

Slovacchia-Israele 3-0 (25-15, 25-18, 25-12)
Slovacchia: Fricova 20, Kacerjakova (L), Herdova 2, Erteltova 1, Benekova 6, Jelinkova 9, Kvasnova 3, Bondarova 2, Bojnanska (L), Kubova, Hrusecka 5, Kupciova 1. All. Matušov.
Israele: Dudockin 7, Hakas 1, Abutbul, Rome 3, Matviyenko 6, Henkin, Chen (L), Hundiashvili (L), Pushjarov ne, Hazan 3, Cohen 2, Binat. All. Shamay.
Arbitri: Tomec (Slovenia) e Paievskyi (Ucraina).
Note: Slovacchia: battute vincenti 16, battute sbagliate 6, attacco 42%, ricezione 43%-20%, muri 4, errori 22. Israele: battute vincenti 2, battute sbagliate 11, attacco 28%, ricezione 22%-10%, muri 6, errori 26.

Bielorussia-Italia 3-1 (25-22, 25-23, 14-25, 25-19)
Bielorussia: Manchak, Bialiauskaya (L), Trusevich ne, Kisliuk 13, Maisiyuk ne, Beksha ne, Miniuk 6, Kniazeva 5, Shupliak (L) ne, Kholad 11, Egorowa 22, Hryshkevich 13. All. Melianiuk.
Italia: Battista 10, Carletti 1, Lubian 11, Fahr 1, Kone 4, Pietrini 21, Populini, Scognamillo (L), Scola, Tanase 14, Morello 4, Tonello (L). All. Cristofani.
Arbitri: Suhhova (Estonia) e Grellier (Svizzera).
Note: Bielorussia: battute vincenti 8, battute sbagliate 10, attacco 38%, ricezione 56%-40%, muri 14, errori 23. Italia: battute vincenti 7, battute sbagliate 8, attacco 44%, ricezione 47%-23%, muri 11, errori 19.

IL PROGRAMMA

Prima giornata
Bielorussia-Slovacchia 3-2 (20-25, 21-25, 25-16, 25-9, 15-8)
Italia-Israele 3-0 (25-10, 25-11, 25-12)

Seconda giornata
Slovacchia-Israele 3-0 (25-15, 25-18, 25-12)
Bielorussia-Italia 3-1 (25-22, 25-23, 14-25, 25-19).

Terza giornata (domenica 15/1)
Israele-Bielorussia ore 16
Slovacchia-Italia ore 18.30.

Sostieni Volleyball.it