FRANCIA-ITALIA 3-2 (21-25, 18-25, 25-23, 25-23, 15-13)
FRANCIA: Chaboissant 2, Henno 29, Magnin 14, Leon 5, Lefaivre 18, Michel; Martino-Gauchi (L), Canovas 1, Schlienger 11, Seddick 4, Nomai (L), Feral. Ne: Bouchez, Varier. All. Trillon.
ITALIA: Orioli 8, Ambrose 3, Boninfante 7, Porro 20, Volpe 10, Bovolenta 23; Laurenzano (L), Eccher 1, Penna 1, Fanizza, Iervolino, Roberti. Ne: Balestra, Staforini (L). All. Battocchio.
ARBITRI: Parvanova (BUL), Kyriopoulou (GRE)
DURATA SET: 26’, 24’, 29’, 27’, 20’
FRANCIA: 10 a, 18 bs, 12 mv, 36 et.
ITALIA: 3 a, 11 bs, 12 mv, 20 et.

MONTESILVANO – Nella seconda giornata dei Campionati Europei Under 20 maschile l’Italia esce sconfitta 2-3 (25-21, 25-18, 23-25, 23-25, 13-15) dalla Francia.
Match decisamente intenso quello che si è svolto questa sera al Palazzetto Roma di Montesilvano. Approcciata la partita con il piglio giusto gli azzurrini hanno vinto agevolmente i primi due set, per poi subire la rimonta avversaria a metà del terzo parziale. Da lì in avanti la partita è diventata molto equilibrata e la Francia, una volta rientrata, ha saputo sfruttare al meglio le occasioni e a capovolgere il risultato.

Tre gli azzurrini che hanno chiuso il match in doppia cifra: l’opposto Alessandro Bovolenta (23 punti, 2 muri, 55% in attacco), lo schiacciatore Luca Porro (20 punti, 3 muri, 1 ace, 48% in attacco) e il centrale Nicolò Volpe (10 punti, 4 muri, 60% in attacco).Domani gli azzurrini torneranno in campo al Palazzetto Roma di Montesilvano alle 20 per affrontare la Slovacchia nella terza giornata dei Campionati Europei di categoria.

SESTETTI – Per questo secondo impegno della Pool I il tecnico Matteo Battocchio si affida alla diagonale Boninfante-Bovolenta, agli schiacciatori Orioli e Porro, ai centrali Ambrose e Volpe e al Libero Laurenzano.
Jocelyn Trillon Chaboissant-Leon in diagonale, Henno e Lefaivre schiacciatori, Magnin e Michel al centro e il libero Martino-Gauchi.

LA GARA – La Francia approccia il match con piglio deciso (3-0), ma è pronta la reazione degli azzurrini che pareggiano i conti (4-4) e tengono il passo degli avversari (7-7). L’Italia risponde con prontezza al nuovo allungo dei transalpini che si spingono sul +4 (14-10) e ristabilisce la parità (14-14). Le due formazioni procedono sostanzialmente appaiate (20-20). Nel finale Volpe, Boninfante (ace e un ottimo turno al servizio) e Bovolenta a segno e l’Italia conquista il set point. Un errore dei francesi consegna la vittoria del primo set agli azzurrini (21-25).
E’ l’equilibrio a caratterizzare l’avvio del secondo parziale (5-5). Sono gli azzurrini a trovare lo spunto giusto e a girare l’inerzia del set a proprio favore: un mani out di Bovolenta vale il +5 (5-10). Boninfante e compagni continuano a macinare buon gioco e punti e mantengono gli avversari a distanza (7-11). La Francia si disunisce e non riesce a reagire e gli azzurrini capitalizzano (9-17). Il buon gioco espresso dai ragazzi di Battocchio permette all’Italia di allungare ulteriormente (14-22) e conquistare anche il secondo set (18-25).

Al rientro in campo sono ancora gli azzurrini a dettare il ritmo della gara (2-5) e a mantenere un buon passo (5-8). La Francia non riesce a contenere e l’Italia incrementa il proprio vantaggio (6-11). Un time out chiamato dal tecnico Trillon rimette in corsa i francesi che sfruttando un buon turno in battuta di Henno (per lui due ace nella serie) accorciano (12-15) e si riportano a -1 (15-16). Cambio in regia per l’Italia: fuori Boninfante dentro Fanizza. La gara si fa serratissima con gli azzurrini avanti e i francesi che inseguono di un punto (17-18), riescono a completare la rimonta (21-21) e a sorpassare (23-21). Nel finale i transalpini riescono a mantenere il vantaggio e a conquistare il set (25-23).
Serratissimo il ritmo che caratterizza l’avvio del quarto set con le due formazioni che si affrontano a viso aperto e procedono per un lungo tratto punto a punto (12-12). Un muro piazzato dagli azzurrini rompe l’equilibrio e permette all’Italia di portasi a +2 (13-15). Boninfante e compagni difendono il vantaggio (16-18), la Francia tiene il passo e ricuce (18-18). Capovolgimento di fronte con i transalpini che provano a scappare (22-20), l’Italia che rientra (23-23) ma è la Francia a vincere il set (25-23) e a portare la partita al tie break.
La Francia rientra in campo con passo deciso (4-1), Bovolenta finalizza per l’Italia che si riporta a -1 (5-4). I transalpini trovano una nuova accelerazione (7-4) e coach Battocchio decide che è il momento di fermare il gioco. E’ la Francia ad arrivare avanti al cambio campo (8-5), gli azzurrini piazzano il break che vale il -1 (8-7) ma non riescono a pareggiare i conti e sono gli avversari a ripartire (12-9) e a chiudere set e partita (15-13).

HANNO DETTO
MATTEO BATTOCCHIO: “Abbiamo avuto la possibilità di chiudere la partita al terzo set e non l’abbiamo sfruttata e invece quando l’hanno avuta loro l’hanno sfruttata. La Francia è cresciuta, noi siamo un po’ calati, loro hanno iniziato a giocare meglio di noi e due set e mezzo non sono sufficienti per vincere una partita. Abbiamo sofferto la battuta di un giocatore e un po’ abbiamo gestito male le palle che avevamo a disposizione. Ci siamo forse un po’ dimenticati di quello che siamo noi, abbiamo pensato troppo agli altri ed è andata così. Noi non dobbiamo arrivare da nessuna parte, la cosa importante è che questi ragazzi capiscano che quello che devono fare è divertir si. Niente e compromesso, non lo era prima e lo sarebbe stato nemmeno avessimo vinto 3-0, anche se sicuramente saremmo stati più felici. L’Europeo è lungo e dobbiamo capire quali sono stati gli errori e fare meglio. Domani con la Slovacchia sarà un’altra gara difficile. Ora dobbiamo riuscire a rilassarci, dormire e pensare domani alla nuova partita”.
MATTIA BONINFANTE: “E’ un peccato aver perso perché nei primi due set e nella prima parte del terzo abbiamo giocato veramente bene. Poi in un break ci siamo un po’ incastrati e questo ci ha fatto perdere un po’ di emotività, quella che ci era servita per vincere i primi due parziali. Non ci siamo rilassati, ci siamo semplicemente incastrati e la Francia è cresciuta. L’Europeo è lungo, è solo la seconda partita, ne abbiamo ancora tre da giocare e provare a vincere e poter accedere alle semifinali”.