MODENA – Panoramica sulle altre 3 partite serali della penultima giornata della fase a gironi degli Europei.

Pool B (ad Anversa)
Belgio – Serbia 0-3
(19-25, 21-25, 19-25)
Top Scorer: Deroo 13, Van den Dries 9, Grobelny 7; Atanasijevic 18, U. Kovacevic 13, Podrascanin 7, Lisinac 7, Petric 6.
Con un netto 3-0 ai danni dei padroni di casa del Belgio la Serbia si assicura il primo posto nella pool con un turno di anticipo. I Red Dragons piazzano 11 muri contro 7, ma pagano dazio in attacco (44% a 56%) e in battuta (0 ace a 3). Fra i singoli spiccano i 18 punti col 61% in att. di Atanasijevic ed i 13 col 52% in att. di Kovacevic.
In classifica oltre al primo posto della Serbia sono matematici anche il secondo posto del Belgio ed il terzo della Germania.

Classifica Pool B: Serbia 4v-0p 12p, Belgio 4v-1p 11p, Germania 2v-2p 7p, Slovacchia 2v-3p 5p, Spagna 1v-3p 3p, Austria 0v-4p 1p.

Pool D (ad Amsterdam)
Olanda – Rep. Ceca 2-3
(18-25, 25-18, 20-25, 25-22, 14-16)
Top Scorer: Abdel-Aziz 29, Van Garderen 12, Ter Horst 8, Parkinson 8, Plak 6; Hadrava 26, Dzavoronok 24, Zajicek 11.
Non bastano i 29 punti con 7 ace (l’ultimo valso il 12-21 nel tie-break) di Abdel-Aziz all’Olanda di Piazza per evitare una sorprendente sconfitta contro la Rep. Ceca (punto finale di Hadrava con un ace). Il punto guadagnato con il successo nel quarto set dovrebbe però bastare per il secondo posto in classifica. Difficile pensare che l’Ucraina domani possa battere la Polonia campione del mondo anche se la squadra di Heynen ha già matematicamente il primo posto in tasca.
Per la Rep. Ceca sono 2 punti che consentono di guardare al match col Montenegro con più serenità: Olanda ed Ucraina restano irraggiungibili in classifica, ma per conservare il quarto posto basteranno 2 set contro la formazione di coach Veljko Basic.

Classifica Pool D: Polonia 4v-0p 12p, Olanda 3v-2p 10p, Ucraina 3v-1p 9p, Rep. Ceca 2v-2p 5p, Montenegro 1v-3p 3p, Estonia 0v-5p 0p.

Pool C (a Lubiana)
Finlandia – Turchia 3-2
(25-20, 15-25, 18-25, 25-23, 15-12)
Top Scorer: Siirila 17, Siltala 16, Sivula 14, Kaurto 10; Lagumdzija 40, Ulu 14, Gulmezoglu 14, Savas 9.
Non bastano i 40 punti del giovane Lagumdzija (66% in att.) a far vincere la Turchia. Dopo aver perso il primo set la formazione di coach Ozbey domina secondo e terzo e mette al sicuro il terzo posto in classifica. A quel punto le maggiori motivazioni della Finlandia e qualche errore in ricezione di troppo fanno la differenza. La vittoria vale infatti il passaggio del turno per i nordici mentre elimina la Macedonia del Nord, il cui coach (presente in tribuna) è stato continuamente cercato dalle telecamere durante il corso del match.

Classifica Pool C: Russia 5v-0p 15p, Slovenia 3v-2p 9p, Turchia 2v-3p 7p, Finlandia 2v-3p 6p, Mcaedonia del Nord 2v-3p 6p, Bielorussia 1v-4p 2p.