REPUBBLICA CECA – BULGARIA 3-2 (14-25, 25-20, 29-31, 25-19, 15-11) Il tabellino

SCHWERIN – Finisce al primo turno l’avventura Europea della Bulgaria di Marcello Abbondanza, sconfitta al tie-break dalla Repubblica Ceca del conterraneo Carlo Parisi che stacca invece il biglietto per la fase successiva.

Eppure, la partita era iniziata nel migliore dei modi per Vasileva e compagne, che avevano gestito in tutta tranquillità il primo set grazie al muro (2-8, 8-16) e alla difesa (11-21, 14-25). Il secondo set vede la Repubblica Ceca prendere pian piano le misure dell’avversario, così la distanza fra le contendenti si fa più breve (8-7, 15-16) e solo sul finale, grazie a un passaggio a vuoto bulgaro, il team ceco può chiudere 25-20 con un parziale di 5-0. Ancora più equilibrata la terza frazione, caratterizzata da continui cambi di fronte (8-7, 15-16), tanto che sono necessari parecchi scambi dopo il 24 pari perché la Bulgaria faccia suo il set 29-31. La maratona del parziale precedente sembra aver fiaccato la squadra di Abbondanza, che scivola progressivamente (8-4, 16-9) grazie anche all’ottimo lavoro difensivo avversario (25-19). Il verdetto finale è demandato al tie-break: anche qui la Bulgaria parte bene (1-5), ma è vittima dell’ennesimo black-out (10-8), fatale per il definitivo 15-11.

Due soli punti valgono la vittoria: 108-106 è infatti il punteggio definitivo del derby delle panchine italiane fra Repubblica Ceca e Bulgaria. Equilibrato il tabellino, con la squadra di Parisi che piazza il colpo di reni decisivo a muro (18-14) e in attacco 44%-38%, facendo la differenza sopratutto nel secondo e quinto set. Impressionante Havlickova, 33 punti; dall’altra parte della rete fanno meglio Rabadzhieva e Vasileva, ma insieme (20 e 18 punti rispettivamente).

Pool D (Schwerin): Polonia, Bulgaria, Serbia e Rep.Ceca. – clicca qui per i risultati e classifica