Fipav e DHL Express Italy insieme anche nel 2021

279

ROMA – Prosegue il legame tra la Federazione Italiana Pallavolo e DHL Express Italy, Main Sponsor delle Nazionali di Pallavolo e Official Partner dei Grandi Eventi dal 2018. La partnership vedrà l’azienda, leader mondiale nel trasporto espresso internazionale, scendere in campo al fianco della Fipav sino alle prossime Olimpiadi di Tokyo 2021.   

Questo il commento del presidente Pietro Bruno Cattaneo: “Siamo molto felici e orgogliosi di rinnovare per un altro anno il contratto che ci lega a DHL, nostro main sponsor da ormai tre stagioni. Nel corso degli anni con l’azienda si è creato un legame che va ben oltre la sponsorizzazione, c’è una visione comune di come intendere la pallavolo e in più in generale lo sport. Quando dico questo non mi riferisco solo agli aspetti sportivi, ma anche a tutti i valori che la nostra disciplina è capace di trasmettere”.

“Mi viene in mente la recente raccolta fondi, promossa da DHL, a favore dell’ospedale Giovanni XXIII di Bergamo, alla quale hanno partecipato con gioia molti atleti della nazionale maschile e di quella femminile”.

“Il rinnovo con DHL arriva in un anno particolare per tutto lo sport mondiale, la recente pandemia legata al Covid-19 ha fermato l’attività delle nostre nazionali seniores e posticipato i Giochi Olimpici di Tokyo al 2021. Dovremo aspettare altri dodici mesi, ma non saranno questi mesi a spegnere quell’entusiasmo che quasi un anno fa le nostre squadre azzurre ci regalarono nelle qualificazioni olimpiche di Catania e Bari”.

“Lo stesso discorso vale per la nazionale femminile di sitting volley, una squadra nata pochi anni fa, ma capace di sorprendere tutti con la medaglia d’argento ai Campionati Europei e la prima storica qualificazione alle Paralimpiadi”. 

Dopo quelle esaltanti esperienze non potevamo presentarci alla manifestazione a cinque cerchi con un altro sponsor al nostro fianco”.       
“Nell’attesa quest’anno avremo la possibilità di vedere all’opera le nazionali giovanili azzurre, capaci nel 2019 di primeggiare in tutti i Campionati del Mondo di categoria e per questo motivo di grande orgoglio per l’intero movimento pallavolistico tricolore”.   

“Il fatto che un’azienda di livello mondiale come DHL abbia deciso di legarsi ancora al nostro sport è un segnale molto forte per tutto il mondo della pallavolo, c’è grande voglia di ripartire e tornare a vedere il volley giocato”.

“Il mio augurio che il legame tra FIPAV e DHL, che ormai consideriamo parte della nostra famiglia, possa regalare a entrambe nuove gioie e soddisfazioni”.  

Il presidente Fipav Pietro Bruno Cattaneo e Nazzarena Franco CEO, DHL Express Italia
Il presidente Fipav Pietro Bruno Cattaneo e Nazzarena Franco CEO, DHL Express Italia

“Tra DHL e FIPAV – afferma Nazzarena Franco, CEO DHL Express Italy – non è nata solo una sponsorship, ma un percorso costruito insieme, tenendosi per mano. In questi due anni abbiamo vissuto delle emozioni fantastiche, grazie alle Nazionali maschili e femminili, sia juniores che seniores. La scorsa estate le nostre Nazionali Seniores si sono qualificate alle Olimpiadi e questa qualificazione per tutti noi è stata motivo di grande orgoglio”.         

“La nostra scelta di proseguire la partnership fino al 2021 e accompagnare le Nazionali alle Olimpiadi, nasce oltre che dal piacere di proseguire il cammino insieme alla Fipav, dal fatto che DHL supporta da sempre il sistema Italia ed esporta il Made in Italy in tutto il mondo e lo sport ne è parte integrante e il volley ne è una eccellenza”.    

“Lo abbiamo fatto anche in un momento difficile come i mesi del lock down, quando tutto era fermo, tutti erano a casa e noi, coi nostri mezzi abbiamo cercato di mantenere in contatto le persone, grazie ai nostri ragazzi che non si sono mai fermati, così come abbiamo sostenuto le aziende che hanno continuato a lavorare e quelle che hanno tradotto la propria attività in e-commerce, che negli ultimi mesi ha avuto una crescita esponenziale, cui siamo felici di aver contribuito attraverso i nostri servizi di qualità. Sembra quasi assurdo da dire, ma c’è stato un momento che in cielo volavano solo i nostri aerei gialli”.   

“Le persone per noi sono importanti e lo sono a 360°; le emozioni che le connettono lo sono altrettanto e noi abbiamo cercato di dare il nostro contributo per colmare le distanze, avvicinando con le nostre consegne chi era lontano dai propri cari oppure supportando le aziende nelle loro esigenze: ci siamo sentiti davvero un “connettore emozionale”, in una Italia immobile a causa della pandemia, dove anche un piccolo gesto ha assunto un significato importante: non sentirsi soli”.

“Abbiamo sempre lavorato e continuiamo a farlo, ponendo sempre la massima attenzione alla sicurezza dei nostri collaboratori, clienti e di tutti coloro che interagiscono con il nostro network: “Safety first”, la sicurezza al primo posto è, e sempre sarà, la nostra priorità, perché le persone hanno la precedenza su tutto”.        

“Abbiamo sostenuto il Cesvi nella raccolta fondi a favore dell’ospedale Giovanni XXIII di Bergamo, una città colpita nel profondo del cuore dal Covid19 e la Federazione insieme ai ragazzi e alle ragazze della Nazionale hanno partecipato con gioia a sostenere l’iniziativa.
Lo sport in generale e la pallavolo nello specifico fanno parte del sistema Italia nell’accezione più positiva del termine e noi ci siamo rimessi in gioco per aiutare la ripartenza dell’Italia e per continuare a sostenere le Nazionali, perché crediamo fortemente in questo”.  

“Siamo pronti a volare a Tokyo anche se con un anno di ritardo, ma l’attesa più lunga accrescerà il desiderio di rivedere le nostre Nazionali in campo ai Giochi Olimpici con noi sugli spalti e davanti alla tv a tifare per loro. Indossare la Maglia Azzurra è partecipazione: la consapevolezza di rappresentare l’Italia non si esaurisce solo quando si gioca, ma si è sempre Azzurri, si è sempre Italia, così come per DHL essere sponsor di maglia non significa solo visibilità, ma identificazione nei valori che la Maglia Azzurra ha per chi la indossa, per chi la tifa e soprattutto per chi la vive come stile di vita”. 

Sostieni Volleyball.it