Apertura porta Centro Pavesi

MILANO – Avvicinare simbolicamente e concretamente il mondo della pallavolo e quello della scuola, portando oltre 200 giovani studenti al Centro Pavesi FIPAV: questo il significato dell’iniziativa svoltasi oggi in via De Lemene 3 a Milano, dove in mattinata è stata aperta per la prima volta la porta interna che collega il centro sportivo gestito dalla Federazione Italiana Pallavolo all’adiacente Istituto Comprensivo Statale Via Pareto, che ha sede in via Gallarate.

L’inaugurazione del passaggio tra la scuola e il centro sportivo, sottolineata dall’accompagnamento della banda musicale dell’istituto, è avvenuta alla presenza del presidente della FIPAV Bruno Cattaneo, del presidente del Comitato Regionale della Lombardia Adriano Pucci Mossotti e di quello del Comitato Territoriale di Milano Monza Lecco Massimo Sala, insieme al Dirigente Scolastico dell’ICS Pareto Angelo Lucio Rossi. Tra le autorità locali sono intervenuti l’Assessore a Turismo, Sport e Qualità della Vita del Comune di Milano, Roberta Guainieri, il dirigente del MIUR-Ufficio Scolastico Regionale Marco Bussetti, i rappresentanti del Municipio Zona 8 di Milano e al responsabile sponsorizzazioni di Ferrero Italia, Massimo Castiglia. Presenti anche il commissario tecnico della Nazionale Seniores femminile, Davide Mazzanti, con Raphaela Folie e Sara Loda, due delle giocatrici che proprio in questi giorni stanno prendendo parte al collegiale delle azzurre al Centro Pavesi. 

Dopo il taglio del nastro, il presidente della Federazione Italiana Pallavolo Bruno Cattaneo ha presentato l’iniziativa con queste parole: “L’apertura di questa porta e la possibilità di accedere a questo Centro, di cui la Federazione ha fortemente voluto la ristrutturazione, sono il segno tangibile della sensibilità che da sempre la pallavolo ha dimostrato nei confronti del mondo della scuola, nostro luogo di elezione, dove abbiamo sviluppato la nostra attività e da dove sono usciti tanti grandi campioni. La Federazione punta a intensificare ulteriormente questo rapporto, con l’intento di favorire la pratica sportiva da parte dei più giovani, anche per chi magari non diventerà un fenomeno ma avrà la possibilità di fare esperienze positive in un ambiente che trasmette valori importanti: fare sport farà di ciascuno di questi ragazzi un cittadino migliore“.

A seguire, gli studenti presenti hanno partecipato a una visita delle strutture del Centro Pavesi; a tutti è stato offerto un rinfresco con prodotti Kinder.