Fipav & Leghe. Il nuovo protocollo anti-covid… Capienza al 35% con green pass

4368

ROMA – La Federazione Italiana Pallavolo, insieme alle leghe di pallavolo serie A Maschile e Femminile, ha stilato il nuovo protocollo per la ripartenza dell’attività 2021-2022 delle squadre di ALTO LIVELLO (serie A).
Nel contempo la Fipav sta continuando a lavorare alla predisposizione dei protocolli per garantire la ripartenza di tutte le attività federali.

INTRODUZIONE – Partendo dal grande risultato ottenuto grazie alla collaborazione dell’intero movimento della pallavolo – di vertice e di base – del beach volley e del Sitting Volley, che ha permesso di portare a termine una complessa stagione come quella 2020-2021, contenendo al massimo l’infezione da COVID 19 (SARS COV-2) e garantendo ambienti sicuri per tutti i partecipanti alle diverse competizioni, prima, durante e dopo ogni attività, la Federazione Italiana Pallavolo in previsione dell’avvio della nuova Stagione Sportiva, intende proseguire sulla stessa linea di condotta.
Da qui l’adozione di un nuovo protocollo, che regolamenti le fasi di ripresa delle diverse squadre, nel rispetto dell’attuale contesto normativo di riferimento, e strettamente legato all’attuale stato di emergenza epidemiologica ed al suo andamento.

Riferimenti normativi alla base del nuovo protocollo sono i Decreti Legge:
‒ N° 52 del 22 aprile 2021
‒ N° 65 del 18 maggio 2021
‒ N° 105 del 23 luglio 2021
‒ N° 111 del 6 agosto 2021

e i seguenti documenti:
‒ Circolare del Ministero della Salute DGPRE 0001269-P-13/01/2021 – Return to play;
‒ Linee guida per l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere – Dipartimento per lo Sport – 7 maggio 2021; www.volleyball.it
‒ Linee Guida per l’Organizzazione di Eventi e competizioni Sportive – Dipartimento per lo Sport – 1 giugno 2021;
‒ Avviso del Dipartimento dello Sport dell’8 agosto 2021;

Restano utili per la piena conoscenza dello scenario all’interno del quale si colloca il presente protocollo i vari provvedimenti e documenti disponibili sul sito federale nell’apposita sezione dedicata al COVID-19 (https://www.federvolley.it/aggiornamenti-su-covid-19).

PRINCIPI GENERALI
Il presente protocollo, che sintetizza tutte le disposizioni che regolano lo svolgimento delle attività di Pallavolo, Beach Volley e Sitting Volley, supera tutte le normative in vigore fino ad oggi, divenendo il documento di riferimento principale per la ripresa delle attività, così come per lo svolgimento di gare in presenza di spettatori, finalizzato al contenimento dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.

Le indicazioni hanno carattere temporaneo e sono strettamente legate all’attuale stato di emergenza epidemiologica ed al suo andamento. Laddove il quadro di riferimento dovesse subire variazioni sostanziali sia dal punto di vista normativo che strettamente sanitario, le indicazioni saranno aggiornate in base alle decisioni delle Autorità preposte.

Di seguito la suddivisione dei Gruppi, finalizzato alla comprensione delle diverse fasi di ciascun protocollo: www.volleyball.it

‒ GRUPPO SQUADRA o GRUPPO UNO: composta da tutti coloro che necessariamente operano a stretto contatto tra loro: atleti/e, tecnici, fisioterapisti, medici, dirigenti accompagnatori, altri componenti dello staff;
‒ GRUPPO DUE: comprende Ufficiali di Gara, Addetti di Staff, Segnapunti, Delegati;
‒ GRUPPO TRE: comprende tutti gli altri soggetti che partecipano all’organizzazione e gestione di allenamenti e gare, ciascuno per le proprie specifiche funzioni (Presidenti società, Dirigenti, Addetti alla Sicurezza, addetti al servizio medico, addetti alle pulizie, raccattapalle, addetti di campo, Media/Giornalisti/ Fotografi, Operatori e Tecnici TV).
‒ SPETTATORE: persona esterna all’organizzazione e non partecipante alla competizione, componente il pubblico.

A prescindere dalle specificità di screening richiesto per ciascuno dei gruppi sopra riportati, restano validi i cardini della prevenzione utilizzati fino ad oggi:
‒ Distanziamento interpersonale di almeno 1 metro all’aperto e 1,5 metri al chiuso;
‒ Utilizzo dei dispositivi di protezione individuale (mascherina) obbligatoriamente al chiuso (fatte salve le specificità per i protocolli di gioco) e in ambienti affollati;
‒ Igienizzazione delle mani e delle superfici interessate dalle attività.

CAMPIONATI NAZIONALI SERIE A
SCREENING INIZIALE GRUPPO SQUADRA
Le procedure mediche di screening iniziale di seguito riportate saranno applicate a tutti i soggetti facenti parte del GRUPPO SQUADRA: tutti coloro che operano a stretto contatto: atleti/e tecnici, fisioterapisti, dirigenti accompagnatori, Medico Sociale, altri componenti dello Staff; www.volleyball.it
Si ricorda che tutti gli Atleti/e devono essere in possesso della certificazione di idoneità agonistica (D.M. 18/02/82) in corso di validità.
Nel giorno fissato da ciascuna società per la ripresa degli allenamenti si ritroverà il GRUPPO SQUADRA, che dovrà essere identificato preventivamente alla LEGA attraverso apposita comunicazione a firma del Legale Rappresentante, con elenco non superiore alle 35 unità e che dovrà aver effettuato nelle 48/72 ore precedenti, i seguenti accertamenti:

1. ANAMNESI ACCURATA:
spostamenti, sintomi specifici e aspecifici. Particolare attenzione dovrà essere posta alla località di provenienza dalle vacanze. L’anamnesi servirà a suddividere i componenti in tre gruppi:
a. Soggetti vaccinati: completamente con uno dei vaccini (mono o bi-dose) e vaccinati da almeno 15 giorni con la prima dose (Green Pass). Rispetto a quest’ultima categoria si auspica il completamento del percorso vaccinale il prima possibile, alla luce delle evidenze scientifiche che dimostrano come tali soggetti siano meno protetti rispetto alla variante Delta del COVID-19. In base al principio della “massima precauzione”, si ritiene che questi soggetti possano rientrare, fino al completamento del ciclo vaccinale, nella categoria dei “suscettibili” che sarà descritta al seguente punto C. www.volleyball.it
b. Soggetti COVID+: persone guarite da non più di 6 mesi dall’infezione da Sars-2 e in possesso del regolare certificazione medico sportiva (idoneità agonistica o return to play) che attesti l’idoneità a riprendere l’attività senza limitazioni dopo la guarigione dalla malattia. Per questi soggetti, si ricorda la possibilità e la raccomandazione degli esperti a rinforzare la protezione anticorpale con unica dose di vaccino dopo almeno tre mesi dalla guarigione.
c. Soggetti suscettibili al contagio da COVID19 (non vaccinati e non guariti e con test sierologici specifici negativi secondo i range di riferimento definiti da ogni laboratorio sulla base delle evidenze scientifiche internazionali); a questi si possono aggiungere i vaccinati con una delle due dosi previste dal ciclo già menzionati al precedente punto “a”.)

2. VISITA CLINICA, TEMPERATURA CORPOREA.
3. TAMPONE MOLECOLARE (RT-PCR) O ANTIGENICO “RAPIDO” AD ELEVATA SENSIBILITÀ E SPECIFICITÀ, da ripetersi obbligatoriamente a distanza di 5/6 giorni dal primo test per i “suscettibili”.
4. TEST SIEROLOGICO QUANTITATIVO (IgG, IgM) CON PRELIEVO VENOSO.
Nel caso di positività al tampone molecolare o antigenico rapido in fase di screening iniziale di uno dei componenti del GRUPPO SQUADRA, questo dovrà essere immediatamente allontanato dal Gruppo e seguirà le procedure previste dalle Autorità competenti, che valuteranno di concerto con il Medico di Squadra, le modalità di gestione degli altri componenti, anche in relazione della conformazione del Gruppo stesso quanto a vaccinati, soggetti COVID+, e soggetti suscettibili. www.volleyball.it

SCREENING INIZIALE GRUPPO DUE
Le stesse indicazioni e procedure di screening inziale previste per il GRUPPO SQUADRA (GRUPPO UNO) riguarderanno i raduni dei componenti del GRUPPO DUE (Ufficiali di Gara, Addetti Videocheck, Segnapunti, Delegati).
Per i componenti di questo gruppo che non siano Soggetti Vaccinati o COVID+, e quindi rientrino nella categoria dei suscettibili, resta obbligatorio entro le 48 ore antecedenti la gara designata l’effettuazione di un tampone molecolare o antigenico rapido finalizzato ad avere un GREEN PASS in corso di validità, i cui costi saranno a carico del singolo Ufficiali di Gara. www.volleyball.it

CONTROLLI SUCCESSIVI GRUPPO UNO E DUE
Successivamente all’inizio dell’attività e fino alla partenza delle competizioni ufficiali, sarà necessario prevedere:
‒ Test Molecolari o Antigenici obbligatori con frequenza ogni 48 ore – finalizzati ad avere un GREEN PASS valido – e Test Sierologico obbligatorio con cadenza mensile per i componenti del Gruppo Squadra “suscettibili” (ivi compresi i soggetti con ciclo vaccinale non ancora completato. www.volleyball.it
‒ Test Molecolari o Antigenici facoltativi con frequenza 7 ± 1 giorni (vale a dire che si possono fare nei giorni 6,7 e 8) Test Sierologico facoltativo con cadenza mensile per i soggetti vaccinati e COVID+.

Sarà cura del Medico Sociale adottare la strategia più consona alle caratteristiche del Gruppo Squadre e alla condizione dei singoli componenti.

Alla partenza delle competizioni ufficiali, sarà necessario prevedere:
‒ Test Molecolari o Antigenici obbligatori 48 ore prima della gara – finalizzati ad avere un GREEN PASS valido – per i componenti del Gruppo Squadra “suscettibili” (ivi compresi i soggetti con ciclo vaccinale non ancora completato). SI RICORDA CHE PER I SOGGETTI SUSCETTIBILI RESTA COMUNQUE CONFERMATO L’OBBLIGO DI SVOLGIMENTO DEL TAMPONE MOLECOLARE O ANTIGENICO RAPIDO FINALIZZATO AD AVERE UN GREEN PASS VALIDO, NEI GIORNI PRECEDENTI E SUCCESSIVI ALLA GARA, PER LO SVOLGIMENTO DELLE REGOLARI ATTIVITÀ DI ALLENAMENTO.

‒ Test Molecolari o Antigenici facoltativi 48 ore prima della gara (vale a dire che si possono fare nei giorni 6,7 e 8) per i soggetti vaccinati e COVID+. 6
Nel caso di partite amichevoli è necessario prevedere un tampone molecolare o antigenico rapido eseguito nelle 48 ore precedenti – finalizzato ad avere un GREEN PASS valido – per gli eventuali partecipanti “rientranti nella categoria “suscettibili” dei due Gruppi Squadra e del Gruppo due.
Si potrà successivamente integrare il Gruppo Squadra con tesserati che dovranno seguire le medesime procedure.

Si precisa che l’approvvigionamento dei tamponi molecolari e antigenici rapidi – e nel futuro tutti gli altri test che verranno eventualmente validati e resi operativi nel presente protocollo – per i Gruppi Squadra interessati dal presente protocollo specifico “non deve minimamente impattare sulla disponibilità del reagentario da dedicarsi in maniera assoluta ai bisogni sanitari del Paese”, e si intende esclusivamente a carico delle singole Società”.

Al Responsabile Sanitario/Medico Sociale/Medico di Squadra è affidato il compito di monitorare il GRUPPO, sottoponendolo ad una costante valutazione clinica e, se necessario, a test di laboratorio. www.volleyball.it

Dovrà dare indicazioni a tutti i componenti del GRUPPO SQUADRA sui comportamenti da adottare nelle diverse situazioni, sulla base delle linee guida generali che sono state oggetto di aggiornamento nel presente documento, e degli adattamenti che si dovessero rendere di volta in volta possibili in relazione alle specifiche condizioni del Gruppo Squadra. Particolare attenzione, infine, dovrà continuare ad essere riservata, da parte degli staff medici delle Società ad alcuni aspetti di fondamentale importanza:
‒ Gestione dei casi di accertata positività; www.volleyball.it
‒ Isolamento e quarantena;
‒ Ripresa dell’attività per soggetti COVID+

Per tali aspetti, si rimanda a quanto contenuto nelle Circolari del Ministero della Salute (in particolare la Circolare del 12 ottobre 2020) e disciplinato dalle vigenti normative, richiamate nei riferimenti in premessa.

GESTIONE ATLETI STRANIERI
Tutti gli atleti provenienti dall’estero dovranno effettuare:
‒ un tampone molecolare o antigenico rapido, con risultato negativo, nelle 72 ore antecedenti all’ingresso in Italia;
‒ Entro le 24 ore dall’arrivo in Italia tampone molecolare o antigenico rapido, con risultato negativo;
‒ Solo dopo l’esito negativo dei 2 tamponi molecolari o antigenici rapidi, l’atleta potrà unirsi al gruppo squadra e seguire lo screening previsto per lo stesso dai precedenti punti del presente protocollo.

SCOPERTA DI UN POSITIVO
Se un componente del Gruppo Squadra dovesse risultare positivo sarà allontanato dalla squadra, verrà isolato e seguirà il percorso previsto dalle autorità competenti del SSN; tutti gli altri componenti del Gruppo Squadra, previo isolamento fiduciario, saranno sottoposti immediatamente a tampone molecolare o antigenico rapido, ripetendo un ulteriore tampone molecolare o antigenico rapido entro le 48 ore successive;

I. se negativi al primo tampone molecolare o antigenico rapido potranno riprendere la propria attività sportiva in programma;
II. se positivi verranno isolati e seguiranno il percorso previsto dalle autorità competenti del SSN; www.volleyball.it

CONDIZIONI PER LA SOSPENSIONE/RIPRESA DELL’ATTIVITÀ AGONISTICA
Fino ad un massimo di n. 3 atleti positivi ad esame molecolare o antigenico rapido effettuato al Gruppo Squadra, già precedentemente isolato, la gara in programma da calendario verrà regolarmente disputata.

Alla scoperta di un quarto atleta positivo la gara sarà rinviata. Dal giorno successivo alla data di refertazione che attesta la positività del quarto atleta scatterà il conteggio di dodici giorni entro i quali l’attività agonistica resterà sospesa. Nel caso in cui nel corso dei dodici giorni il numero dei positivi scenda al di sotto di quattro, l’attività agonistica della Squadra potrà riprendere anticipatamente, a partire dalla prima giornata utile di calendario. Per le partite rinviate le società dovranno accordarsi per la data del recupero. In caso di mancato accordo, le Leghe, per tramite dei loro Uffici Campionati, decideranno sui tempi e sulle modalità di recupero delle partite fino a dichiarare la gara non disputabile. In tale evenienza, entro 48 ore dalla dichiarazione di non disputabilità della gara, l’ufficio campionato delle leghe redigerà’ una relazione per il giudice sportivo che assumerà le decisioni del caso.
Per tutta la casistica non regolamentata, le Leghe e la FIPAV, sentite il parere delle Commissione Mediche d’intesa con il Medico Federale, assumeranno tutte le conseguenti decisioni.

SCREENING GRUPPO TRE
Per quanto concerne il GRUPPO TRE, ossia tutti i soggetti che partecipano alle diverse fasi organizzative di allenamento e/o gara, fintanto che non hanno strette relazioni con i componenti dei GRUPPI UNO e DUE, dovranno presentare apposita “autocertificazione” (ALLEGATO 1) che attesti, di possedere GREEN PASS in corso di validità, di non aver avuto sintomi COVID-19 negli ultimi 14 giorni e di non essere entrati in contatto diretto, negli ultimi 14 giorni, con persona che abbia manifestato sintomi COVID19.

Nel caso in cui, nello svolgimento della propria attività finalizzata alle fasi organizzative di allenamento e/o gara, sia prevista per i componenti del GRUPPO TRE una interazione con il GRUPPO UNO e DUE, anche questi dovranno attenersi a quanto previsto per lo screening di questi ultimi.

GESTIONE DEI PROCESSI ORGANIZZATIVI
Ciascuna Società dovrà prevedere la figura del COVID MANAGER, il cui compito è quello di coordinare e verificare il rispetto delle disposizioni riportate nel presente protocollo finalizzate a prevenire la diffusione del contagio da COVID-19; la sua identificazione avviene sulla base di una delega fiduciaria del Presidente della società che rimane, il responsabile in qualità di legale rappresentante ed, in occasione delle gare ufficiali, inserito nel Modulo CAMPRISOC.

Potrà essere identificato tra gli operatori sportivi (dirigenti, tecnici, ecc.) della società e non è da escludere che nella stessa società possano esserci più persone indicate dal Presidente per questo incarico (ad esempio il tecnico del singolo gruppo squadra).

Il Covid Manager può ma non deve essere necessariamente tesserato; in occasione delle gare, essendo inserito nel CAMPRISOC dovrà presentarsi agli ufficiali di gara per il proprio riconoscimento con il documento di identità. www.volleyball.it

Di seguito si riportano una serie di attività di sua competenza:
1. verifica diretta dei GREEN PASS (in allenamento e in gara) attraverso apposita APP; questa attività può essere svolta anche da più persone nella stessa società, in questo caso coordinate dal COVID MANAGER. Nel rispetto della normativa sulla protezione dei dati personali, ogni soggetto autorizzato dalla società a visionare e validare i Green Pass dovrà sottoscrivere un documento di istruzioni. FIPAV propone (allegato 2) un modello che potrà essere utilizzato come template dalle società. Tali documenti, una volta sottoscritti, devono essere archiviati dalla Società e non trasmessi alla FIPAV.
2. verifica della misurazione della temperatura all’ingresso;
3. verifica del corretto utilizzo dei DPI;
4. verifica delle procedure di accesso all’impianto;
5. verifica dell’organizzazione degli spogliatoi, nel pieno rispetto delle indicazioni normative di riferimento; www.volleyball.it
6. raccolta delle eventuali documentazioni previste;
7. coordinare la attività di tracciamento negli ultimi 14 giorni, da sottoporre in caso di richiesta delle autorità competenti.
8. verifica della corretta esecuzione dell’attività di pulizia, disinfezione e sanificazione;
9. verifica del corretto svolgimento dell’attività di allenamento e delle gare.
10.verifica della predisposizione del materiale informativo e relativi aggiornamenti; 11.attuazione delle procedure relative alla gestione dell’atleta sintomatico;

ACCESSO ALL’IMPIANTO CON FINALITÀ ORGANIZZATIVE
Il numero massimo di persone ammesse nel palazzetto per ragioni/finalità organizzative (esclusi dal computo degli spettatori consentiti) è di MAX 150 PERSONE.
Il numero delle persone autorizzate, come già più volte rimarcato, deve essere contenuto nelle figure strettamente necessarie per rispettare i parametri di sicurezza e garantire i servizi connessi all’organizzazione.
L’eventuale presenza di sponsor/partner, ad esempio, dovrà essere considerata nel computo dei numeri degli spettatori autorizzati, sulla base della capienza stabilita dalla normativa vigente.

Il numero massimo di persone ammesse potrà subire variazioni solamente per specifiche indicazioni provenienti dalle Autorità di Sicurezza per le specifiche competenze (es. Forze dell’Ordine; presidi Medico-Sanitari; Vigili del Fuoco; steward).
Si specifica che tutti gli aventi diritto di accesso all’impianto il giorno della partita, ad esclusione degli/delle atleti/e in campo e dello staff tecnico in panchina, devono in ogni caso rispettare le regole di distanziamento sociale in vigore nonché le disposizioni sull’uso dei DPI.

Si riportano di seguito le categorie di personale ammesso per ragioni/finalità organizzative, il cui numero come detto dovrà essere corrispondente al limite totale di 150 PERSONE:

‒ GRUPPO SQUADRA o GRUPPO UNO;
‒ GRUPPO DUE www.volleyball.it
‒ DELEGAZIONI SQUADRE PARTECIPANTI (Presidenti, Dirigenti, ecc.)
‒ PERSONALE IMPEGNATO NELL’ATTIVITÀ DI GARA (raccattapalle, asciugatori, custode, Speaker, DJ, addetto al tabellone elettronico, rappresentanti Lega Pallavolo, rappresentanti FIPAV).
‒ PERSONALE DI SICUREZZA ADDETTO AL CONTROLLO DEGLI ACCESSI;
‒ PERSONALE ADDETTO AL SERVIZIO MEDICO;
‒ PRESIDIO IGIENICO E PERSONALE ADDETTO ALLE PULIZIE;
‒ MEDIA/GIORNALISTI/FOTOGRAFI;
‒ OPERATORI E TECNICI TV.

L’ALLENAMENTO e LE FASI PRE GARA
Nell’organizzazione dell’attività è necessario attenersi ai seguenti principi generali:
‒ Verifica delle misure igieniche e di sanificazione dei locali interessati alle attività di allenamento e gara;
‒ Verifica della misurazione della temperatura all’ingresso
‒ Identificazione delle persone ammesse, ricordando il principio che nelle trasferte, il numero dei partecipanti deve essere contingentato al massimo, mantenendosi all’interno di quanto strettamente necessario all’organizzazione delle gare/attività.
‒ Uso obbligatorio di DPI nelle aree comuni e al chiuso.
‒ Organizzazione degli spogliatoi in modo da garantire il costante distanziamento.
‒ Organizzazione delle Sale Mediche, Massaggi, Fisioterapia in modo da garantire il costante distanziamento.
‒ Svolgimento delle attività al chiuso (riunioni tecniche, sala ristorante, conferenze stampa) nel rispetto delle misure di prevenzione e contrasto alla diffusione del virus, assicurando il rispetto della capienza consentita, distanziamento, ricircolo dell’aria, ventilazione dei locali, permanenza limitata.
‒ In base alle caratteristiche di composizione del Gruppo Squadra ed alle procedure mediche di screening a cui lo stesso è sottoposto, possibile utilizzo 10 di camere doppie, mantenendo un adeguato sistema di tracciamento; principio valido anche per i componenti del Gruppo Due.
‒ Gestione dei materiali sportivi da parte dei relativi addetti avendo cura di differenziare i materiali sporchi da quelli puliti, osservando le misure di prevenzione e indossando appositi DPI.
‒ Regolamentazione dell’accesso di personale esterno ai Gruppi Uno e Due al fine di garantire la salvaguardia da eventuali contatti esterni.

Nell’organizzazione dei viaggi e delle trasferte osservare i seguenti principi generali:
PULLMAN: in base alle caratteristiche di composizione del Gruppo Squadra ed alle procedure mediche di screening a cui è sottoposto, lo stesso può viaggiare su un unico pullman, mantenendo un adeguato sistema di tracciamento. Il personale conducente dovrà seguire lo screening previsto dal Gruppo Squadra. Sono consentite soste finalizzate al ricambio di aria sul pullman, da gestire con la massima attenzione rispetto al contatto con altri gruppi di persone. www.volleyball.it
TRENO: è opportuno optare per soluzioni di occupazione di una intera carrozza ad uso esclusivo, igienizzata prima dell’arrivo del Gruppo Squadra; sarà cura della Società Sportiva avvisare le autorità competenti (POLFER) per valutare la possibilità di percorsi separati per l’accesso ai binari.
AEREO: è opportuno avvisare per tempo le autorità aeroportuali e condividere eventuali procedure di imbarco che consentano di evitare la massimo contatti.

Nell’organizzazione della presenza in HOTEL osservare i seguenti principi generali:
‒ Prevedere un accesso dedicato ed esclusivo della struttura e individuazione di percorsi separati (presidio dei corridoi).
‒ Uso preferenziale delle scale; ascensore con DPI una persona alla volta.
‒ Utilizzo di una sala mensa ad uso esclusivo, garantendo adeguato distanziamento.

LA GARA
Di seguito le procedure da seguire in occasione della gara:
Spogliatoi Gruppi Squadra: è necessario differenziare il più possibile l’uso temporale dei locali spogliatoi, già precedentemente sanificati, da parte di ciascuna Squadra, per evitare un assembramento eccessivo. Nelle aree comuni (spogliatoio, doccia) deve comunque essere garantito il necessario distanziamento; è raccomandato l’uso di docce singole. Spogliatoi Ufficiali di Gara: gli Ufficiali di Gara avranno a loro disposizione lo spogliatoio precedentemente sanificato. L’ingresso ai suddetti locali dovrà essere ristretto agli Ufficiali di Gara ed eventualmente al Delegato Arbitrale e/o al componente del Settore Ufficiali di Gara ed al Dirigente Addetto all’Arbitro per il tempo strettamente necessario per l’espletamento delle loro funzioni; tutte le persone autorizzate dovranno comunque indossare la mascherina.
La documentazione delle squadre e gli eventuali kit per la microfonatura appositamente igienizzati, dovranno essere posizionati su un tavolino all’esterno dello spogliatoio.
Aree mediche: Lo staff medico della Società deve lavorare con mascherina, disinfettante per le mani ed è responsabile dell’igiene nei locali medici. I lettini per i massaggi e i trattamenti a fini terapeutici degli atleti adeguatamente distanziati. Se possibile, vanno utilizzate stanze separate. Va fatto un uso contenuto di attrezzature mediche come ultrasuoni, terapia ad onde d’urto, ecc. che, in ogni caso, devono essere utilizzate solo disinfettandole prima e dopo l’uso. Arrivo delle Squadre e degli Ufficiali di Gara: laddove è possibile, le squadre devono raggiungere l’impianto di gara con mezzo dedicato (pullman) in modo scaglionato, favorendo l’acceso agli spogliatoi con un intervallo tra ciascun Gruppo di almeno 10 minuti.

Dovrà essere individuata, un’area di parcheggio dedicata all’interno dell’impianto di gara per ciascuna Gruppo Squadra con un percorso diretto e indipendente per l’accesso agli spogliatoi. www.volleyball.it
Per gli Ufficiali di Gara è consigliato lo spostamento con mezzi privati o prorpi; è comunque consentito il viaggio di due o più componenti del Gruppo Due per la gara non rientranti nella categoria dei “suscettibili” con la stessa auto, mantenendo idoneo tracciamento. Anche in questo caso l’arrivo all’impianto sportivo deve avvenire in modo scaglionato rispetto alle squadre di almeno 10 minuti. Dovrà essere individuata, un’area di parcheggio dedicata all’interno dell’impianto di gara con un percorso diretto e indipendente per l’accesso agli spogliatoi.
Ingresso in campo delle Squadre e degli Ufficiali di Gara: dovrà essere prevista una apposita modalità di schieramento delle Squadre, che consenta il distanziamento;
‒ non è previsto alcun tipo di accompagnamento da parte di bambini e mascotte;
‒ le foto di squadra, potranno essere effettuate da parte del fotografo ufficiale del Club (che dovrà essere identificato con apposita pettorina colorata;
‒ cerimonie pre e post partita, potranno avere luogo nel rispetto del distanziamento e delle misure di mitigazione; Va comunque evitata ogni forma di interazione con le squadre e gli Ufficiali di gara.
‒ Resta fortemente consigliato evitare strette di mano e abbracci durante lo svolgimento della gara.
Le Panchine: panchine devono rimanere ad uso esclusivo di ciascuna Squadra con eccezione dei delegati Antidoping per la comunicazione dei nomi dei tesserati sorteggiati per l’eventuale controllo.
Il personale medico e paramedico in servizio di assistenza alla partita dovrà posizionarsi sul lato corto opposto alle panchine. www.volleyball.it
Le panchine andranno rimodulate, prevedendo il rispetto del distanziamento tra gli atleti e i componenti dello Staff. Resta possibile solo a titolo esemplificativo la distribuzione dei posti su due file o l’espansione della panchina in tribuna (se c’è accesso diretto al campo) o sedie/panchine aggiuntive per espandere le panchine normali.
Al cambio di campo alla fine di ogni set sarà necessario separare lo spostamento delle squadre da un campo all’altro e dovrà essere garantita idonea pulizia e disinfezione di ciascuna panchina a cura della Società ospitante.
Al termine della partita e per l’uscita dal campo di gioco sarà parimenti necessario separare l’accesso delle Squadre/Ufficiali di Gara al rientro negli spogliatoi. Eventuali alimenti devono essere preparati e confezionati a cura della società ospitante e consegnati nell’impianto nel rispetto delle misure igieniche previste.
Tavolo Ufficiali di Gara: tutte le persone presenti al tavolo dovranno indossare la mascherina ed osservare il distanziamento di almeno un metro.
Dovranno essere disponibili prodotti igienizzanti per l’utilizzo in sicurezza dei dispositivi elettronici connessi allo svolgimento della partita.
Nel corso della partita: per dialogare con gli ufficiali di gara, gli/le atleti/e e l’allenatore dovranno rigorosamente rispettare la distanza sociale prevista (1,5 m).
Uso dei DPI durante la gara: gli Ufficiali di Gara dovranno indossare sempre le mascherine tranne il 1° e il 2° arbitro che dopo il sorteggio e fino alla fine dell’incontro, potranno rimuoverle, salvo rindossarle nel caso di conversazione con gli atleti o con le panchine. www.volleyball.it
Il Primo Allenatore, sarà esonerato dall’indossare la mascherina protettiva. Tutte le altre figure (Secondo e Terzo Allenatore, dirigente, eventuale sponsor, medico e fisioterapista) dovranno indossare la mascherina protettiva per tutta la durata della gara. Per gli Atleti non impegnati in campo (siano seduti in panchina o in zona di riscaldamento) è fortemente consigliato l’uso di DPI.
Asciugatura campo e igienizzazione palloni: le modalità di asciugatura del campo saranno effettuate con appositi strumenti usa e getta ed il personale preposto provvederà ad igienizzarsi le mani ogni qualvolta chiamato ad intervenire. Il servizio di raccattapalle e asciugatura dovrà essere svolto nel limite del possibile da ragazzi maggiorenni che dovranno indossare le mascherine e attenersi alle procedure previste per il Gruppo Tre del presente protocollo.
La disinfezione dei palloni dovrà essere garantita con pezzette imbevute di soluzione idonea o attraverso l’uso di macchine appositamente predisposte.

IL POST GARA
Interviste: potranno essere effettuate (anche nel pre-gara) sul terreno di gioco con rispetto del distanziamento tra giornalista e tesserato di almeno 1,5 metri e utilizzando un microfono cd “boom”. Potranno essere effettuate a tesserati in area flash dedicata e opportunamente sanificata dalla società ospitante con rispetto del distanziamento tra troupe e tesserato di almeno 2 metri e utilizzando un microfono cd “boom”. È prevista la possibilità di allestire MIXED ZONE e Working Area per la stampa, nel rispetto delle misure della sanificazione, igienizzazione, capienza, e distanziamento, con un necessario coordinamento dei Media che eviti assembramenti.
Conferenze Stampa: è prevista la possibilità di organizzare conferenze stampa in presenza, nel rispetto delle misure di sanificazione, igienizzazione, capienza e distanziamento. www.volleyball.it
Antidoping: nel caso di controllo antidoping, dovranno essere previste misure di separazione tra gli/le atleti/e sorteggiati, con percorsi di accesso separati. È necessario prevedere una stanza di isolamento. Adesione alle procedure FMSI, già trasmesse all’Organizzazione Nazionale AntiDoping (NADOItalia) e alla Sezione Vigilanza e controllo doping e tutela salute nelle attività sportive del Ministero della Salute (SVD), per quanto attiene l’espletamento in conformità alle Linee Guida Covid-19 della Autorità Mondiale Anti-Doping (WADA) dell’attività antidoping effettuata dai propri funzionari responsabili dei controlli antidoping (DCO) e funzionari addetti ai prelievi ematici (BCO).
Durante tutto lo svolgimento delle procedure di controllo, i soggetti interessati dovranno indossare DPI (mascherine FFP2/FFP3 senza valvola).

GARE IN PRESENZA DI SPETTATORI
In base alla normativa in vigore in zona bianca e gialla, in occasione delle manifestazioni ufficiali al coperto è consentito l’accesso di un numero di spettatori non superiore al 35% della capienza massima autorizzata e comunque in possesso di “Green Pass” in corso di validità (ciclo vaccinale completo, guarigione da Covid19 negli ultimi 6 mesi, prima dose vaccinale da 15 giorni, tampone molecolare o antigenico rapido nelle 48 ore antecedenti). In zona gialla il limite massimo consentito sarà del 25% della capienza autorizzata, e comunque non superiore al numero di 1000 persone. La presenza del pubblico è condizionata al rispetto dei seguenti adempimenti:
‒ Prenotazione e assegnazione preventiva del posto a sedere, attraverso idoneo sistema di ticketing, preferibilmente in modalità digitale;
‒ Rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro, sia frontalmente che lateralmente, tra le sedute dell’impianto.
‒ Adozione di un sistema di tracciabilità delle presenze e verifica della validità dei Green Pass.
‒ Obbligo di misurazione della temperatura all’accesso, con divieto di acceso in caso di temperatura superiore ai 37,5°.
‒ Obbligo dell’utilizzo dei DPI (preferibilmente mascherina chirurgica o FFP2).
‒ Disponibilità di un numero idoneo di dispenser per gel igienizzanti nelle aree di accesso e transito degli spettatori.
‒ Predisposizione di un programma di igienizzazione non solo del piano di gioco, ma di tutte le superfici e strutture particolarmente utilizzate (tornelli, ringhiere, ascensori, cancelli, etc.) www.volleyball.it
‒ Predisposizione di un adeguato numero di servizi igienici per garantire il distanziamento e evitare gli assembramenti, debitamente igienizzati e sanificati.
‒ Organizzazione di servizi di accoglienza e instradamento del pubblico per evitare code e assembramenti, con numero adeguato di steward appositamente formati e specializzati.
‒ Predisposizione di cartellonistica e segnaletica informativa sulle misure di sicurezza, prevenzione e instradamento.
‒ Eventuali servizi di bar e ristoro, se autorizzati dalle autorità competenti, dovranno svolgersi nel rispetto delle normative vigenti in materia e comunque dei principi del distanziamento per evitare assembramenti e garantendo i necessari servizi igienico-sanitari.

Laddove non si potessero rispettare i requisiti sopra riportati, le gare dovranno svolgersi senza la presenza del pubblico, consentendo l’accesso all’impianto alle sole persone autorizzate per ragioni/finalità organizzative, secondo quanto previsto nel paragrafo del presente protocollo dal titolo “ACCESSO ALL’IMPIANTO CON FINALITÀ ORGANIZZATIVE”.

REQUISITI PER PRODUZIONE TELEVISIVA
Gli aspetti che riguardano la produzione e le riprese audiovisive rivestono una particolare rilevanza nella pianificazione, organizzazione e gestione delle attività, anche considerando le necessità logistiche di movimentazione del personale e delle strutture.
L’impiego degli operatori delle produzioni dovrà seguire le indicazioni necessarie a tutelare la salute del personale coinvolto e a non creare rischi di interferenze con eventuali altri soggetti sottoposti ad un livello di testing differente.
Ad ogni modo, la responsabilità dell’accertamento preventivo dei requisiti del personale sopra indicato ammesso nella struttura ricade in capo all’azienda di riferimento del lavoratore. www.volleyball.it
Fatto salvo il numero totale massimo di persone autorizzate all’accesso al palazzetto il numero effettivo di addetti ai lavori della categoria in questione dovrà essere valutato a cura della Società ospitante. È ad ogni modo raccomandato l’impiego del personale minimo strettamente necessario e la delocalizzazione di attività gestibili da remoto.
È raccomandato altresì l’impiego di fornitori e service provenienti dalla Regione in cui si svolge la gara, al fine di limitare il più possibile gli spostamenti. L’obiettivo primario è quello di proteggere ogni singolo operatore e di ottenere la più completa separazione possibile della produzione televisiva dalla parte sportiva.
La massima protezione può essere ottenuta solo attraverso un’igiene coerente, un senso di responsabilità e una riduzione al minimo delle sovrapposizioni temporali o della vicinanza spaziale. Le misure di igiene individuale sono le attività più importanti per la protezione.
Tutte le persone che lavorano in loco devono accettare e rispettare le norme igieniche e sottoporsi ai controlli sanitari necessari, nonché avere piena consapevolezza delle regole di condotta in materia di igiene secondo le raccomandazioni dell’ISS e del Ministero della Salute. Tutto il personale necessario per le operazioni di gara nel palazzetto dovrà essere informato circa il rispetto delle misure igieniche di base (disinfezione delle mani, igiene per tosse e starnuti, distanziamento, ecc.) secondo le specifiche del COVID MANAGER in coordinamento col Coordinatore della Produzione.

Di seguito i principali requisiti organizzativi per la TV:
‒ Tutto il personale è tenuto a rimanere nelle zone del palasport dedicate allo svolgimento delle proprie attività, sulla base dell’accredito ricevuto, nonché a rispettare le indicazioni degli steward addetti al controllo.
‒ Le zone del Palasport dedicate alle attività legate alla produzione televisiva dell’evento, devono essere dotate di servizi igienici indipendenti e dedicati. Eventuali servizi di catering e ristoro dovranno essere valutati in base alla normativi vigente, prediligendo il più possibile la modalità “al sacco”.
‒ Il personale deve ricevere apposito kit contenente il materiale necessario allo svolgimento delle attività, in particolare la pettorina monouso per garantire il riconoscimento. www.volleyball.it
‒ Le attrezzature di lavoro (telecamere, microfoni, cuffie) devono essere costantemente pulite e disinfettate, nonché presidiate e utilizzate esclusivamente dal personale incaricato.
‒ I luoghi di lavoro, tra cui la Regia, le postazioni di montaggio, ecc., devono rispettare le misure igienico-sanitarie necessarie al contenimento dell’emergenza, anche utilizzando apposite soluzioni temporanee, come la ventilazione 3-4 volte al giorno per 10 minuti ogni volta, fino a rimanere a porte completamente aperte.
‒ Tutti gli interessati dovranno svolgere la loro attività indossando sempre obbligatoriamente il DPI (mascherina chirurgica o FFP2), sia all’interno del Palasport, sia all’interno degli altri luoghi di lavoro.

In caso di particolari situazioni di emergenza legate al covid-19 la FIPAV e le LEGHE potranno assumere congiuntamente le decisioni del caso.

Per tutto quanto non compreso all’interno di questo protocollo specifico, si rimanda ai vari provvedimenti e documenti disponibili sul sito federale nell’apposita sezione dedicata al covid-19 (https://www.federvolley.it/aggiornamenti-su-covid-19).

Allegato 1

Allegato 2

Sostieni Volleyball.it