Fipav: Online la Guida Pratica 2019/20. Le principali modifiche

MODENA – E’ online la Guida Pratica 2019/20. Riportiamo le principali modifiche e le norme principali rispetto alla Guida Pratica della passata stagione.

SERVIZIO DI PRIMO SOCCORSO nelle gare dei Campionati Nazionali

  • L’addetto all’utilizzo del defibrillatore, purché maggiorenne, e il Medico di Servizio possono essere anche qualsiasi tesserato iscritto al CAMP3, e quindi anche il dirigente in panchina, l’addetto all’arbitro, il segnapunti, gli allenatori, l’arbitro associato, ecc., purché abilitati alla funzione. 

 

SERVIZIO DI PRIMO SOCCORSO NELLE GARE DEI Campionati Regionali e Territoriali

  •  In caso di utilizzo del defibrillatore e quindi in presenza di una situazione di emergenza che riguarda anche il pubblico e non solo gli iscritti al CAMP3, la gara verrà sospesa in via definitiva e il Giudice Sportivo ne disporrà il recupero senza attribuire alcuna sanzione.
  • Note Importanti L’addetto all’utilizzo del defibrillatore, purché maggiorenne, e il Medico di Servizio possono essere anche qualsiasi tesserato iscritto al CAMP3, e quindi anche il dirigente in panchina, l’addetto all’arbitro, il segnapunti, gli allenatori, l’arbitro associato, ecc., purché abilitati alla funzione. 

 

PARTECIPAZIONE AI DIVERSI CAMPIONATI 2019/2020

ATLETI MASCHI:  nati negli anni 1998 e successivi per le società di serie A maschile che possono essere utilizzati in un campionato superiore di serie A1 o A2 o A3 senza limitazioni di numero di presenze e contemporaneamente disputare gare di un campionato di serie A3 o B oppure possono essere utilizzati in un campionato superiore di serie A1 o A2 o A3 fino a 10 presenze e contemporaneamente disputare gare di un campionato di serie regionale o territoriale (dopo la 11^ presenza nel campionato superiore non potranno più partecipare a gare della serie regionale o territoriale); 

PALLONI DI GIOCO

  • E’ in atto la gara per Concessione Status di “Fornitore Ufficiale FIPAV di palloni” per un biennio comprendente due stagioni agonistiche (2019-2020 e 2020/2021). Appena definite verranno comunicate le marche e modelli dei palloni che si dovranno utilizzare in tutti gli incontri ufficiali dei campionati di serie B-B1-B2-C-D-1^-2^-3^ divisione comprese le gare di Coppa Italia di serie B-B1 e B2 e delle Coppe Regionali e nei campionati di categoria U13 6vs6, U14, U16 e U18, delle stagioni sportive 2019/2020 e 2020/2021.

SECONDO LIBERO 2019/2020

Dalla stagione 2019/2020 per adeguarsi a quanto previsto dalle Regole di Gioco, la Norma varierà come segue: nei Campionati di Serie A1-A2-A3-B-B1 e B2 e rispettive Coppe Italia ogni squadra potrà iscrivere a referto e dovranno essere presenti: max 12 atleti/e senza alcun Libero oppure max 14 atleti/e compresi due Libero oppure max 13 atleti/e compresi due Libero. In pratica se una squadra presenta un CAMP3 con un totale di atleti/e presenti maggiore di 12, sarà obbligatorio inserire nel CAMP3 ed essere presenti 2 Libero (per esempio: una squadra non si può presentare con 12 atleti/e + 1 Libero).

  • L’utilizzo del Libero è regolamentato dalla Regola 19 delle Regole di Gioco. In particolare si ricorda che nel caso di due Libero iscritti a referto, durante la gara potrà entrare in campo soltanto uno/a Libero secondo; la differenza sta nel fatto che il Libero che può entrare in campo può essere uno dei due iscritti a referto secondo le scelte tecniche dell’allenatore.

 

REINTEGRAZIONE QUADRI – SISTEMA DEI RIPESCAGGI

  • Serie B maschile 2019/2020 – eventuali squadre di A1 che richiedono la partecipazione al Campionato di Serie B in base agli obblighi previsti.

In considerazione dei nuovi obblighi previsti dalla Riforma dei Campionati di Serie A Maschile sulla partecipazione delle società ad un altro campionato di Serie Nazionale o Regionale, di seguito si precisa che: 

  • le società partecipanti al Campionato di Serie A1 SuperLega Maschile dovranno richiedere, se non già in organico, entro il termine di scadenza dell’iscrizione al Campionato di Serie A1/M (vedi condizioni di ammissione) l’inserimento nel 21 Campionato di Serie B oppure in quello di Serie C tramite l’apposito modulo predisposto dalla Lega;
  • le società partecipanti ai Campionati di Serie A2 e A3 Maschile dovranno richiedere, se non già in organico, entro il termine di scadenza dell’iscrizione al Campionato di Serie A2/M e A3/M (vedi condizioni di ammissione) l’inserimento nel Campionato di Serie C oppure di Serie D tramite l’apposito modulo predisposto dalla Lega.

Ovviamente queste società nella lista delle società ripescabili saranno inserite nella prima posizione e nel caso di più società richiedenti, saranno ordinate in base alla classifica dei Campionati di Serie A1 e A2 2018/2019.

Se i parametri e le condizioni dei ripescaggi saranno confermati nella Guida Pratica 2019/2020 sarà inserito il sistema di ripescaggio nei Campionati Nazionali 2020/2021, cambiando le stagioni e gli anni di nascita.

 

ARTICOLO 8 DEL REGOLAMENTO GARE

In riferimento alla Riforma dei Campionati Nazionali di Serie Maschile, in deroga ai comma 5 e 6 dell’art. 8 del Regolamento Gare, si comunica le società partecipanti al Campionato di A3 Maschile possono partecipare con un’altra squadra anche al Campionato di Serie B Maschile, purché disputino il campionato con atleti Under 20 nati negli anni 2000 e successivi (max 2 fuori quota U23).

LINEA DELL’ALLENATORE

Da questa stagione la LINEA DELL’ALLENATORE (Regola di Gioco 1.3.5) viene abolita in tutte le gare dei Campionati di Serie B e rispettive manifestazioni di Coppa Italia. Premesso quanto sopra, si ricorda quanto previsto dalla Regola 5.2.3.4 (l’allenatore può dare istruzioni ai giocatori in gioco anche stando in piedi o muovendosi nella zona libera davanti alla propria panchina, dal prolungamento della linea d’attacco all’area di riscaldamento senza disturbare o ritardare il gioco) e dalla Casistica 2 della Regola 17 (nel caso in cui un occupante della panchina entri durante un’azione di gioco all’interno del terreno di gioco viene sanzionato un fallo alla squadra per la presenza di 7 giocatori in campo o di persona oltre i 6 giocatori)

 

RINUNCE A GARE DI CAMPIONATO

Art. 13 del Regolamento Gare: Nel caso di rinunce a gare di campionato oltre alla perdita della partita ed all’incameramento parziale della cauzione, come previsto dai regolamenti, vengono sanzionate le seguenti multe:

 

RIFORMA CAMPIONATI SERIE B1 e B2 FEMMINILE

NORME SPECIFICHE PER I CAMPIONATI DI SERIE A1 SUPERLEGA – A2 e A3 MASCHILE 2019/2020 SERIE A1 e A2 FEMMINILE 2019/2020

OBBLIGO DI PARTECIPAZIONE DI ATLETI/E ITALIANI/E NEI CAMPIONATI DI Serie A1 SuperLega e A2 Maschile e Serie A1 e A2 Femminile (Coppa Italia compresa)

(*) – qualora il libero non sia presente a referto, l’obbligo degli atleti/e sempre in campo diventa di 2 italiani su 6 per la Serie A1/M, 5 italiani su 6 per la Serie A2/M e A3/M, 2 italiane su 6 per la Serie A1/F e 5 italiane su 6 per la Serie A2/F;

 

VIDEO CHECK SYSTEM Campionati SuperLega – Serie A1/F – Serie A2/M – Serie A3/M e Coppa Italia SuperLega – Serie A1/F – A2/M e A3/M

Per la stagione agonistica 2019/2020, il sistema Video Check System sarà utilizzato per ogni gara della Regular Season, dei Play-off e della Coppa Italia dei Campionati di SuperLega – Serie A1/F – A2/M e A3/M. Da ciò ne discende l’assenza dei Giudici di Linea nelle suddette gare. La Regolamentazione del Video Check System prevederà tutte le possibili chiamate disponibili: in-out, fallo al servizio, invasioni, tocchi a muro. Eventuali integrazioni o modifiche regolamentari saranno concordate tra l’Ufficio Campionati della FIPAV, il Settore Nazionale Ufficiali di Gara e le Leghe Nazionali Pallavolo. Inoltre sul campo opererà un Addetto al Video Check le cui designazioni saranno a cura del Settore Nazionale Ufficiali di Gara.

TIME OUT TECNICI e RICHIESTA DI FORMAZIONE

In via sperimentale è confermato che nelle gare di Supercoppa Maschile e Femminile, Coppa Italia di Superlega, A1F, A2M – A3/M e A2F potrà essere richiesto da parte di ogni squadra un solo tempo di riposo per ogni set.

REGOLAMENTO INTERRUZIONE PROLUNGATA (INTERVALLO) TRA SECONDO E TERZO SET nelle gare del Campionato di SuperLega.

ABOLITA

REQUISITI e MODALITA’ PER L’OMOLOGA DEI CAMPI DI GIOCO

  • Per il Campionato di Serie A2/M e A3/M tutte le capienze innanzi indicate devono essere calcolate sulla base delle prescrizioni giuridico amministrative esistenti in materia e certificate obbligatoriamente mediante produzione del Certificato di Prevenzione Incendi rilasciato dai Vigili del Fuoco o dal certificato rilasciato dalla competente Commissione di Vigilanza sui Pubblici Spettacoli (avente data successiva al 18.3.1996) ovvero, in subordine, mediante dichiarazione di agibilità redatta dal Sindaco competente per territorio sulla base delle indicazioni fornite dalla competente Commissione di Vigilanza sui Pubblici Spettacoli.
  • Le omologhe dei campi per i campionati di A1 e A2 sono di competenza delle Leghe, e per quanto non contemplato, si rimanda ai regolamenti emanati dalle rispettive Leghe A/M e A/F e ratificati dal Consiglio Federale. Pertanto la responsabilità dell’omologazione campo nei campionati di Serie A maschile e femminile è a totale carico delle rispettive Leghe Nazionali.

COMMUTAZIONE SQUALIFICA DI CAMPO E SQUALIFICA ATLETA e ALLENATORE IN SANZIONE PECUNIARIA Articolo 115 del Regolamento Giurisdizionale

Per i soli campionati di Serie A1 – A2 – A3 e Coppa Italia è possibile commutare la sanzione di “1 giornata di squalifica del campo”, di “1 giornata di squalifica per un atleta o per un allenatore” in una sanzione pecuniaria secondo la seguente tabella:

OBBLIGO DI DISPUTARE LE GARE nei Campionati di Serie A

Come previsto dall’art. 28 del Regolamento Gare, si ribadisce che tutte le squadre hanno il preciso obbligo di iniziare e di condurre a termine la gara qualunque ne sia la condizione. Pertanto si ricordano alcune norme relativo a tale obbligo:

Organizzazione delle Trasferte e campo impraticabile
Tutte le squadre hanno il preciso obbligo di raggiungere la sede della gara, qualsiasi siano le condizioni atmosferiche e di traffico.

A tal proposito resta confermata l’obbligatorietà dell’uso del mezzo pubblico per l’effettuazione delle trasferte. Per tutte le trasferte l’arrivo delle squadre deve essere programmato per il giorno prima della data di svolgimento della gara.

Si ricorda che nel caso di ritardato arrivo sul campo di gara con conseguente slittamento dell’orario di inizio della partita autorizzato dagli Arbitri e/o dall’Ufficio Campionati, la società ritardataria dovrà inviare, entro le 24 ore successive alla gara, una memoria difensiva al Giudice Sportivo Nazionale per giustificare i motivi che hanno causato il ritardo, per permettere una migliore valutazione del relativo provvedimento da comminare.

Nel caso di situazioni di particolare gravità, manifestazioni meteorologiche di particolare violenza, ecc. che rendano il campo impraticabile, sarà cura degli Uffici Campionati della Lega e della FIPAV provvedere alla sospensione delle gare che potranno essere anche rinviate in altro orario della stessa giornata o rinviate al giorno successivo, fermo restando l’accordo delle due società. In caso di mancato accordo l’Ufficio Campionati della Lega fisserà di ufficio la gara, compatibilmente con le esigenze che hanno causato il rinvio, nella prima data utile possibile.

 

ASSORBIMENTO – FUSIONE – CESSIONE DIRITTO SPORTIVO
Stesse normative della stagione 2018/2019, a parte le diverse scadenze:

(*) – Le Consulte Regionali hanno la facoltà di anticipare tale termine. Inoltre, potranno stabilire eventuali norme per limitare e regolamentare le cessioni dei diritti sportivi nei campionati di serie Regionale e Territoriale.

2. CAMPIONATI DI SERIE Per la stagione 2019/2020 è inoltre possibile cedere i seguenti diritti sportivi:

2.1.Campionato di SuperLega Maschile
La cessione deve essere effettuata entro le ore 12,00 del 10 giugno 2019. 

2.2.Campionato di Serie A2 M
La cessione deve essere effettuata entro le ore 18,00 del 24 giugno 2019.

2.2.Campionato di Serie A3 M
E’ possibile la cessione del solo diritto al campionato nell’ambito nazionale, secondo i criteri proposti dalla Lega serie A maschile e approvati dal Consiglio Federale. La cessione deve essere effettuata entro le ore 18,00 del 24 giugno 2019. La società che acquisisce il diritto sportivo di serie A2 deve allegare la ricevuta di versamento di € 7.000,00 da versare alla FIPAV utilizzando CCP 598011 – causale 36. Tali società possono procedere al pagamento di quanto dovuto anche on-line attraverso la carta di credito.

2.3. Campionato di serie A1 e A2 e F.
La cessione deve essere effettuata entro le ore 12,00 del 28 giugno 2019

2.4 CESSIONE/ACQUISIZIONE TITOLO SPORTIVO SERIE B/M – B1/F e B2/F

(*) NOTA IMPORTANTE DALLA STAGIONE 2019/2020 LE SOCIETA’ IN ORGANICO NEL CAMPIONATO DI SERIE B2/F DELLE REGIONI CALABRIA e SICILIA NON POTRANNO CEDERE IL LORO TITOLO SPORTIVO DI B2/F FUORI DALL’AMBITO DELLE REGIONI CALABRIA E SICILIA.

La cessione/acquisizione di un titolo di serie B/M – B1/F o B2/F si effettua inderogabilmente nel periodo dal 1° luglio alle ore 24,00 del 5 luglio 2019 accedendo al Tesseramento on line con il dispositivo di firma digitale.

 

LIMITI DI ETÀ – ALTEZZA RETE E UTILIZZO DEL LIBERO DEI CAMPIONATI DI CATEGORIA 2019/2020

 

OBBLIGO DI PARTECIPAZIONE AI CAMPIONATI DI CATEGORIA

SERIE A1 – A2 – A3 MASCHILE
Le società partecipanti ai campionati di Serie A1 – A2 e A3 maschile devono prendere parte ai seguenti campionati di categoria indetti dalla FIPAV nella corrispondente sezione maschile: UNDER 18 – UNDER 16 – UNDER 14 e UNDER 13; l’Under 18 e Under 16 deve essere disputato con il proprio codice mentre l’Under 14 e Under 13 può essere disputato in convenzione con altre società.
Lo svolgimento e la partecipazione alla Junior League è subordinata alla decisione della Lega Pallavolo Serie A.

  • Sanzioni Il mancato assolvimento degli obblighi suddetti comporteranno le seguenti sanzioni: 
    la mancata partecipazione anche ad un solo dei campionati di categoria previsti comporta una multa di € 10.000,00 (per la serie A3), di € 15.000,00 (per la serie A2) e € 20.000,00 (per la serie A1) e 3 punti di penalizzazione nella classifica del Campionato di serie A; 
  • la prima rinuncia ad una gara di un Campionato di categoria: multa di € 1.000,00; 
  • seconda rinuncia ad una gara del medesimo Campionato: multa di € 1.000,00 ed esclusione dal Campionato con conseguente ulteriore multa di € 10.000,00 (per la serie A3), di € 15.000,00 (per la serie A2) e € 20.000,00 (per la serie A1) e 3 punti di penalizzazione nella classifica del Campionato di serie A.

    In caso di rinunce commesse da una società che partecipa in funzione della convenzione con una società di Serie A, sarà quest’ultima a subire le sanzioni suddette, tranne i 3 punti di penalizzazione nella classifica del Campionato di serie A.