Firenze: Stella d’Oro del CONI a Wanny Di Filippo

FIRENZE – La Stella d’Oro al merito sportivo è una Onorificenza che il Coni concede davvero a pochi eletti. In particolare, viene conferita a personalità sportive che con opere di segnalato impegno ed in positività d’intenti abbiano lungamente servito lo sport.

Nel corso dell’ultimo Consiglio Nazionale del CONI, l’onore è toccato al patron de Il Bisonte Firenze, Wanny Di Filippo: il presidente del Coni Giovanni Malagò, nella prestigiosa cornice del Salone d’Onore del Foro Italico, lo ha premiato per avere donato alla città di Firenze un impianto moderno e polifunzionale, il Palazzo Wanny, la cui prima pietra è stata posata un paio di mesi fa. Un ennesimo riconoscimento dunque per il patron toscano, che con la sua passione e i suoi sforzi economici ha portato in pochi anni Il Bisonte Firenze dalla B1 ai play off scudetto, ma soprattutto ha dato il la alla costruzione di un impianto che sarà la casa della sua squadra ma anche di tutto lo sport fiorentino.

“È stato molto emozionante ricevere la Stella d’Oro, nell’ambito sportivo penso sia uno dei riconoscimenti più prestigiosi e quindi non posso che essere soddisfatto – ammette Wanny Di Filippo. Voglio ringraziare il presidente della Fipav Cattaneo che ha pensato a me, e il presidente del Coni Malagò che ha dato il suo ok. Spero solo di poter essere di esempio a tanti imprenditori, perché lo sport ha bisogno di iniziative come questa per aiutare i giovani. Ho fatto un atto di generosità nei confronti di Firenze donando il Palazzo Wanny, eppure non è stato semplice far partire i lavori: ho capito che non bisogna mollare mai e che ci vuole tenacia e costanza, perché la burocrazia ti ammazza. Oggi avremmo dovuto già avere l’impianto pronto, invece siamo partiti con due anno e mezzo di ritardo, ma speriamo di finire prima possibile: il palazzetto per gli allenamenti sarà pronto in 6/7 mesi e forse Il Bisonte potrà iniziare a lavorarci a marzo, per l’impianto multifunzionale ci vorranno 13/14 mesi e quindi speriamo di giocarci dall’inizio della prossima stagione”.

Sostieni Volleyball.it