Golden European League F.: Bulgaria campione. Netto 3-0 all’Ungheria

262

BUDAPEST – Nonostante l’assenza delle più titolate Vasileva, Rabadzhieva e Nikolova-Dimitrova la Bulgaria domina l’edizione 2018 della Golden European League ed iscrive per la prima volta il suo nome nell’albo d’oro.
La finale con le padrone di casa dell’Ungheria è stata a senso unico, fatta eccezione per il 2° set terminato ai vantaggi dopo un set point fallito dalla formazione di De Brandt e chiuso da un contestato fallo in palleggio sanzionato a Szakmary.
Nella finalina per il bronzo la Rep. Ceca ha battuto 3-1 la Finlandia (assente l’opposta titolare Korhonen in questa F4) dopo essersi complicata la vita nel 3° set (sprecato vantaggio di 24-21 e 4 set-point in totale).

Finali (15 giugno)
1°-2° posto
Bulgaria – Ungheria 3-0 (25-12, 27-25, 25-14)
Bulgaria: Kitipova 6, Karakasheva 10, Ruseva 8, Chausheva 9, G. Dimitrova 11, N. Dimitrova 7, Z. Todorova (L); Barakova 0, Krasteva 0, M. Todorova 3. Non entrate: Petrova, Grigorova, Saykova (L), Milanova. All: I. Petkov.
Ungheria: Bleicher 0, Sandor 1, E. Nagy 1, Szedmak 12, Szakmary 8, Pinter 3, Molcsanyi (L); Talas 0, Dekany 3, Villam 6, A. Nemeth 1, Pekarik 0, Leko (L), Szucs 0. All: De Brandt.

Finlandia – Rep. Ceca 1-3 (17-25, 26-28, 27-25, 21-25)
Finlandia: Alanko 6, Vilponen 13, Laakkonen 1, Kokkonen 9, Karhu 17, Ohman 13, Sievanen (L); Kosonen (L), Pihlajamaki 13, Heikkiniemi 0. Non entrate: M. Bjarregard-Madsen, Koljonen, R. Bjarregard-Madsen, Rantanen. All: Kangasniemi.
Rep. Ceca: Valkova 4, Hodanova 19, Purchartova 7, Toufarova 13, Mlejnkova 25, Holaskova 14, Dostalova (L); Baumrukova 0, Kopacova 0, Orvosova 0. Non entrate: Kossanyiova, Nova, Chevalierova (L), Struskova. All: Pommer.

Dream Team
Outside Hitters/Schiacciatrici: Greta SZAKMARY (HUN) e Michaela MLEJNKOVA (CZE)
Middle Blockers/Centrali: Hristina RUSEVA (BUL) e Laura PIHLAJAMÄKI (FIN)
Libero: Rita MOLCSANYI (HUN)
Setter/Palleggiatrici: Lora KITIPOVA (BUL)
Opposite Hitter/Opposte: Silvana CHAUSHEVA (BUL)
Most Valuable Player/MVP: Mariya KARAKASHEVA (BUL)

Raggiungendo la finale Bulgaria ed Ungheria si qualificano anche per la Challenger Cup che si disputerà in Perù dal 20 al 24 giugno e per cui sono già qualificate anche ColombiaAustralia (in sostituzione del Kazakhstan che aveva vinto il torneo di qualificazione asiatico) e Portorico.
La vincente della Challenger Cup spareggia con l’ultimo classificato tra i quattro challenger team (ovvero Argentina) nella fase a round robin della VNL 2018 per l’ultimo posto nella VNL 2019.

Sostieni Volleyball.it