Grand Prix: 6° giornata. Brasile ko anche col Giappone. Qualificazione a rischio

790
Il Giappone mette nei guai il Brasile

MODENA – Giocate oggi le altre 5 partite della 6° giornata (terza ed ultima del secondo week-end) del Gruppo 1 del World Grand Prix.

Risultati 16 luglio (6° giornata complessiva, 3° secondo week-end)
Pool D (a Sendai)
Giappone – Brasile 3-2 (25-22, 26-24, 19-25, 20-25, 17-15) – il tabellino
Nonostante i buoni ingressi dalla panchina di Rosamaria e Carol per Drussyla e Bia ad un nuovamente deludente Brasile non riesce la rimonta contro il Giappone che la spunta ai vantaggi del tie-break. Per le asiatiche altra bella partita dell’opposto Shinnabe e buona prova della schiacciatrice Uchiseto, alla prima da titolare in questo Grand Prix. La formazione di Zé Roberto chiude il secondo week-end fuori dalla zona final six, ma nel prossimo week-end giocherà in casa.

Serbia – Thailandia 3-1 (25-17, 23-25, 25-16, 25-19) – il tabellino
Prevalendo sulle avversarie in ogni fondamentale la Serbia ottiene una netta vittoria sulla Thailandia e si conferma in testa alla classifica generale. Da segnalare l’esordio di Boskovic (10 punti col 64% in att.), schierata titolare nel 4° set.

Pool E (a Macao)
Cina – Usa 3-2 (25-27, 25-23, 25-21, 23-25, 15-11) – il tabellino
Con Zhu Ting, Yuan Xinyue (top scorer delle sue col 67% in att. e 3 muri) e Xia Ding schierate finalmente dall’inizio e con una Gong Xiangyu finalmente efficace (50% in att.) dopo un avvio di torneo in sordina la Cina si prende al tie-break la rivincita sugli Usa dopo lo 0-3 di Kunshan. Al team di Kiraly non bastano i 23 punti col 59% in att. della schiacciatrice dell’IBK Madison Kingdon.

Pool F (a Kaliningrad)
Rep. Dominicana – Belgio 3-2 (25-13, 21-25, 25-21, 18-25, 15-11) – il tabellino
La Rep. Dominicana pecca ancora di continuità e soffre il servizio belga (ben 8 ace con soli 5 errori per il team europeo), ma alla fine dopo le rimonte subite da Russia e Olanda torna alla vittoria. Molto buono il contributo di Pena, quest’oggi preferita a Mambru.

Russia – Olanda 0-3 (18-25, 22-25, 16-25) – il tabellino
La peggior Russia del week-end gioca una partita su percentuali bassissime in attacco (29% di vinc. di squadra, addirittura -15% di eff. per l’opposta Voronkova e -11% di eff. per Lazareva che prova a sostituirla) e viene travolta dall’Olanda che al contrario può contare su Plak al 67% in att. e su Grothues che fa registrare un per lei inusuale 55%.

Classifica generale:* Serbia 5v-1p 15p (qs 3.75), Olanda 5v-1p 15p (qs 3.4), Usa 4v-2p 13p, Italia 4v-2p 10p (qs 1.3), Cina 4v-2p 10p (qs 1), Giappone 4v-2p 9p, Brasile 3v-3p 9p (qs 1), Rep. Dominicana 3v-3p 9p (qs 0.92), Russia 2v-4p 9p, Thailandia 1v-5p 4p, Turchia 1v-5p 4p, Belgio 0v-6p 1p.

*il primo criterio è il numero di partite vinte, poi i punti, il quoziente set ed il quoziente punti