Bonitta e Del Core a Bari
Gli allenatori di Thailandia, Italia, Russia e Olanda
BARI – È tutto pronto in Puglia per l’esordio della nazionale italiana femminile nel secondo week end del Grand Prix.

Tra poco più di ventiquattro ore le ragazze di Marco Bonitta scenderanno in campo contro la Thailandia (ore 20.30), match trasmesso in diretta da RaiSport 1, dopo che ad aprire il girone sarà il confronto tra Russia-Olanda (ore 17.30): riedizione dell’ultima finale europea.

THAILANDIA BIS – Le azzurre e le asiatiche si sono affrontate un mese fa a Tokyo e in quell’occasione dopo un inizio a favore della Thailandia, l’Italia riuscì a capovolgere le sorti della partita, ottenendo un vittoria chiave per la qualificazione Olimpica. Anche i precedenti sono a favore della nazionale tricolore: dodici le sfide disputate, tutte vinte dall’Italia. Le thailandesi, però, non sono affatto una avversario da sottovalutare perché, come dimostrato durante il torneo di Qualificazione Olimpica, con il loro gioco, basato su grandi doti difensive e velocità in attacco, sono in grado di mettere in difficoltà anche avversarie più blasonate.

IL CALENDARIO4° giornata5° giornata6° giornata7° giornata8° giornata9° giornata

RISULTATI1° giornata2° giornata3° giornata

CLASSIFICA – Classifica

PARLA BONITTA – In conferenza stampa Ct Marco Bonitta ha parlato dell’avversario: “Conosciamo molto bene la Thailandia, è un’avversaria contro la quale non puoi permetterti mai un calo di concentrazione. Anche in previsione del gruppo che porterò alle Olimpiadi mi aspetto dalle ragazze delle risposte significative”.

PARLA CAPITAN DEL CORE – Il capitano Antonella Del Core: “Credo che si vedranno gare parecchio diverse l’una dall’altra, perché ogni squadra presente in questo girone ha caratteristiche diverse. La Thailandia, che sarà il nostro primo avversario, punta tantissimo su velocità e difesa commettendo pochi errori. Russia e Olanda, invece, sono formazioni di altissimo livello e fanno della potenza il proprio punto di forza. Noi ci siamo ritrovate al completo da poco, e quindi ci vorrà un po’ di tempo per ritrovare i giusti meccanismi e la migliore forma. Dovremo, però, fare in fretta perché contro avversarie così forti sei sempre obbligato a dare il massimo e non ti puoi mai risparmiare”.